Come verificare sperimentalmente il principio di Archimede

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Archimede da Siracusa fu probabilmente il più famoso matematico, fisico ed inventore di tutta l'antichità. Egli si ricorda anche per l'invenzione degli specchi ustori che vennero adoperati durante la guerra per bruciare le vele delle navi nemiche.
La prova di laboratorio proposta in questo articolo ha l'obiettivo di dimostrare sperimentalmente la validità di uno dei più antichi e interessanti principi della fisica, il principio di Archimede. Nello specifico, come postula il principio in questione, lo scopo della verifica è il seguente. Verificare se la spinta esercitata su un corpo dal fluido dove si trova immerso corrisponde al peso del liquido spostato.

28

Occorrente

  • Asta di supporto
  • Corpi di vari materiali e dimensioni diverse (se possibile, dotati di gancio)
  • Liquido o tipologie varie di liquidi
  • Dinamometro
  • Becher
38

Prima di iniziare l'esecuzione della prova di laboratorio, prendiamo in considerazione le fasi operative che bisogna eseguire. In primo luogo, è necessario calcolare la spinta impiegando la formula "FA = Fp2 - Fp1". Il termine "Fp1" costituisce il peso dell'oggetto in aria, mentre "Fp2" rappresenta il peso dell'oggetto immerso nel fluido.
Adesso determiniamo il volume del solido, attraverso la formula "V = V2 - V1". Il termine "V2" è il volume di liquido con solido, mentre "V1" costituisce il volume del fluido. La finalità consiste nello scoprire il valore della spinta di Archimede che esercita sul corpo in esame. Dopodichè eseguiamo il confronto di essa con il prodotto.

48

Una volta montata un'asta di supporto, dobbiamo collocare un buon dinamometro in posizione verticale fissa. Appendiamo poi l'oggetto sul quale abbiamo intenzione di verificare il principio di Archimede, per cominciare la spinta idrostatica all'estremità del dinamometro.
A questo punto rileviamo la sua forza peso (Fp1) e annotiamone il risultato. Successivamente, versiamo nel becher graduato del liquido, quanto basta per coprire interamente l'oggetto. Non dimentichiamo di leggere e annotare il valore del volume del fluido sulla scala del becher.

Continua la lettura
58

Proseguiamo la prova di laboratorio calando l'asta di supporto che sorregge il dinamometro ed il corpo appeso. Facciamo attenzione che quest'ultimo risulti immerso completamente nel liquido, ma tenendo fuori il gancio.
Adesso vanno effettuate due letture, il valore della forza peso (sul dinamometro) ed il valore del volume di fluido quando in esso si trova immerso il corpo (sul becher). Ripetiamo l'azione con gli ulteriori corpi che desideriamo testare.
Troviamo il valore della spinta del principio di Archimede e di "V", utilizzando le formule indicate nei passaggi antecedenti: "FA = Fp2 - Fp1" e "V = V2 - V1".

68

Calcoliamo il prodotto "g * d * V", dove "d" (densità del liquido) è uguale a "1000 kg/m^3" e "g" (accelerazione di gravità) è pari a "9,81 N/kg".
Adesso sappiamo come verificare sperimentalmente il principio di Archimede. Riassumendo, procuriamoci diversi oggetti e misuriamo il "V" spostato quando si immergono in un fluido. In questo modo, abbiamo l'opportunità di scoprire il valore che si ottiene dalla formula "Fa = Fp2 - Fp1".

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come utilizzare il principio di induzione per una dimostrazione

Il principio di induzione è un importante strumento di tipo deduttivo che in genere si utilizza nella teoria dei numeri interi, ma anche in tutti quegli altri casi in cui delle determinate situazioni si possono mettere in relazione con i numeri naturali....
Università e Master

Come applicare il principio di Hardy-Weinberg

La matematica non è solamente lo studio noioso dei numeri, ma un vero e proprio processo nella comprensione di alcuni principi che riguardano svariate scienze e discipline. Capirla non è semplice, e non tutti sono portati, ma una volta fatti chiari...
Università e Master

Come Determinare Sperimentalmente L'Equivalente Meccanico Della Caloria

Per riuscire ad effettuare degli esperimenti in casa sarebbe necessario conoscere adeguatamente la teoria che serve a svolgere correttamente il compito. Una volta apprese le giuste tecniche e conoscendo perfettamente la teoria risulterà molto interessante...
Università e Master

Il principio di uguaglianza costituzionale

Con il passare del tempo stiamo assistendo ad una progressiva crisi di valori che investe la società civile. Il valore della libertà molto spesso viene calpestato in favore di azioni puramente individualistiche. Per questo motivo la nostra società...
Università e Master

Come Svolgere Un Esercizio Sul Terzo Principio Della Dinamica

La fisica è una delle materie più ostiche ma anche più importanti per tutti quegli studenti che intervengono gli studi scientifici, e che quindi decidono di frequentare l'istituto tecnico industriale o il liceo scientifico. La fisica ha diversi rami,...
Università e Master

Appunti di diritto amministrativo: il principio di legalità

La guida che svilupperemo ora si occuperà di diritto. Più specificatamente, andremo ad addentrarci nella normativa interna al diritto amministrativo, fornendovi alcuni appunti utili riguardanti il principio di legalità. Cominciamo lo sviluppo di questo...
Università e Master

Come determinare sperimentalmente il grado di acidità di un olio d'oliva

Quando si parla di olio extravergine di oliva molto spesso si fa riferimento all’acidità ed in effetti tale parametro è probabilmente l’indicatore che meglio di qualsiasi altro riesce a sintetizzare una valutazione complessiva sulla qualità chimica....
Università e Master

Come verificare il PH di una sostanza

Misurare il pH di una sostanza è una procedura molto comune in chimica. In generale il pH puo' essere valutato sperimentalmente attraverso varie tecniche oppure è possibile valutare teoricamente quale composto sia più acido di un altro attraverso varie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.