Come verificare le condizioni di esistenza di una frazione algebrica

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La matematica è certamente una materia ostica per molti studenti. È necessario approcciarsi alla materia con uno sprito positivo, con l'intento di capire quello che si sta studiando. Vi sono senza dubbio alcune tematiche della matematica che possono risultare poco chiare e complicate nella loro applicazione pratica. Senza dubbio è necessario avere un approccio metodico nei confronti della materia. In questa guida vedremo come verificare le condizioni di esistenza di una frazione algebrica. Non dovrà portare al panico del discente la presenza delle lettere associate ai numeri, questa è infatti una caratteristica peculiare dell'algebra. L'algebra a differenza delle geometria, si fonda sulla applicazione di tecniche di calcolo finalizzate a risolvere situazioni pratiche tutte abbastanza simili tra di loro. La geometria dal canto suo richiede un approccio di maggiore ragionamento. L'algebra quindi potrebbe risultare più semplice da comprendere per lo studente.

27

Occorrente

  • esercizi di algebra
37

Partire dalla sua definizione

Per verificare le condizioni di esistenza di una frazione algebrica, si parte dalla sua definizione. La frazione algebrica è una particolare tipologia di frazione in cui si ha un polinomio sia al numeratore che al denominatore. Nello specifico, la frazione algebrica deve presentare necessariamente un polinomio al denominatore e un polinomio/monomio al numeratore. Questa particolare frazione può esistere se e solo se si verificano le sue condizioni di esistenza. Questo controllo, viene anche chiamato "verifica del dominio della funzione", che si indica con la lettera D, oltre alla verifica del dominio viene spesso richiesto anche il calcolo del codominio.

47

Controllare il denominatore

Adesso, si può passare nel dettaglio, descrivendo le condizioni di esistenza di una frazione algebrica. Per verificare queste condizioni si mette in atto un procedimento molto semplice. Infatti, bisogna solo controllare che il denominatore sia sempre diverso da zero. In caso contrario, la frazione non esisterebbe.

Continua la lettura
57

Aiutarsi con l'esempio

Per comprendere meglio il calcolo del dominio di una frazione algebrica, si può proporre un esempio. Supponiamo di avere una frazione algebrica di questo tipo: (2a + 3b)/(a - 3). A questo punto, bisognerà porre il denominatore diverso da zero. In termini numerici, dunque, bisogna porre (a - 3) diverso da zero. Procedendo come una normalissima disequazione si giungerà all'inevitabile risultato di a diverso da 3. Avete appena verificato le condizioni di esistenza della frazione algebrica. La frazione, infatti, esisterà per tutti i valori di a diversi da 3. Con a=3 la frazione è inesistente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • seguire passo passo la guida, in caso di ulteriori dubbi aiutarsi guardando il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come scomporre una frazione parziale

Scomporre una frazione parziale è un concetto relativamente semplice, che richiede adeguate conoscenze algebriche. La prima nozione consiste nel definire il concetto di raccoglimento a fattor comune. Si tratta di un particolare calcolo algebrico, all'interno...
Superiori

Tipologie di equazioni e risoluzione

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di matematica. Per essere più precisi, l'argomento fondamentale saranno le equazioni. Come avrete compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi le tipologie...
Elementari e Medie

Come sviluppare una frazione in una espressione

Per la risoluzione di un espressione algebrica è necessario eseguire nell'ordine corretto tutte le operazioni presenti. Essendo, infatti, un'operazione matematica porterà, nel caso venga svolta correttamente, ad un solo risultato. I numeri contenuti...
Superiori

Come risolvere i polinomi con le frazioni

Nel linguaggio matematico si indica come polinomio una espressione che è formata da alcune costanti o variabili unite tra loro dalle sole operazioni di addizione, sottrazione e moltiplicazione. I polinomi sono dunque l'unione di più monomi che, presi...
Elementari e Medie

Come si calcola il valore assoluto di una frazione

In questa guida vi illustrerò come si calcola il valore assoluto di una frazione. Questa operazione si rende necessaria quando bisogna risolvere una frazione e determinate il campo di esistenza di questo. È possibile risolvere questo problema in diversi...
Maturità

Domini e condizioni di esistenza

Spesso nell'analisi matematica ci si ritrova a dover determinare i domini delle funzioni, anche detti condizioni d'esistenza. Ma che cos'è il dominio di una funzione? Il dominio di una funzione è l'insieme su cui è definita la funzione, ovvero l'insieme...
Università e Master

Studio grafico analitico di una funzione razionale

Lo studio di una funzione algebrica è uno degli aspetti più difficile del programma di matematica e geometria delle scuole superiori. Bisogna tenere conto di diversi aspetti durante lo studio di funzione. Il primo consiglio è quello di fare molta attenzione...
Superiori

Risolvere i limiti: alcuni suggerimenti

In questa guida troverete pratici suggerimenti che vi aiuteranno a risolvere problemi di calcolo coi limiti, nei casi piú semplici attraverso esempi essenziali. Troverete spiegate, in forma elementare, quelle regoline di base che, una volta entrate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.