Come valutare un alunno con disabilità

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La disabilità è ormai un fattore costante tra i banchi di scuola. In sempre più classi sono presenti uno o più alunni disabili (o diversamente abili). Il che non rappresenta assolutamente un problema di alcun tipo. Bisogna considerare alcuni punti importanti. Come comportarsi con questi alunni particolari? Come riuscire ad integrarli al meglio con il resto della classe? Come valutarli? Vediamo insieme come fare.  

25

LAVORARE CON UN TUTOR

Una prima cosa da chiarire è l'importanza del tutor. Sarà indispensabile, infatti, affiancare al ragazzo disabile in questione un docente di sostegno preparato e disponibile in grado di accompagnarlo durante tutto l'arco della sua "vita" scolastica, intervenendo laddove lo riterrà opportuno. Il tutto coadiuvato da specifici piani formativi specializzati e indicati per lo specifico studente (in base alla sua minorazione). Stabilire un rapporto di reciproca fiducia con il proprio tutor è fondamentale per procedere spediti nel percorso di integrazione con l'intera classe di appartenenza.

35

INTEGRAZIONE

Il secondo passo importantissimo è quello dell'integrazione. Lo studente disabile, infatti, deve sentirsi a proprio agio nel proprio ambiente scolastico, integrato nella sua classe di appartenenza (con i suoi compagni di scuola e con l'insegnante). Ci sono una serie di Enti territoriali preposti a questo fine: creare progetti e attività di integrazione per alunni disabili. Tra questi troviamo il GLIP (Gruppi di Lavoro Interistituzionali Provinciali) e il GLH (Gruppi di Lavoro per l'Integrazione degli Handicappati).

Continua la lettura
45

VALUTAZIONE

Passiamo ora alla valutazione dell'alunno disabile. La valutazione dello studente in questione deve avvenire considerando le potenzialità della persona e la sua situazione di partenza definiti in accordo all'individualizzazione dei percorsi formativi e di apprendimento. Per questi alunni verranno utilizzate, quindi, delle scale valutative non "standard" ma in riferimento al Piano Educativo Individualizzato (PEI). Gli insegnanti della classe con lo studente disabile sono responsabili dell'attuazione del PEI e di conseguenza hanno il compito di valutare i risultato dell'azione didattico-educativa. Importante sarà non fermarsi solo alla formalità del voto, ma valutare soprattutto i miglioramenti dello studente in questione circa la sua integrazione, socializzazione, apprendimento, relazioni ecc.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come accogliere un alunno straniero

Le statistiche ci dicono chiaramente che numero degli stranieri presenti in Italia aumenta anno dopo anno. Il flusso migratorio verso il nostro paese, che sembrava avere raggiunto l’apice negli scorsi anni, non accenna a diminuire. Negli ultimi tempi...
Elementari e Medie

Come comportarsi con un alunno dislessico

John Lennon, Tom Cruise, Milton Erickson. Persino Leonardo Da Vinci. Questi sono esempi, seppur molto superficiali rispetto al tema che andremo a breve a trattare, di personaggi famosi affetti da un disturbo di apprendimento. Coloro i quali soffrono del...
Elementari e Medie

Come valutare un progetto educativo

Valutare un progetto educativo non è cosa semplice: la valutazione, infatti, che può avvenire tanto da parte degli organizzatori del progetto stesso (in questo caso si parla di autovalutazione), che da parte dei soggetti interessati o, addirittura,...
Elementari e Medie

Come rinunciare all'insegnante di sostegno

Ormai da molti anni per gli studenti con problemi di qualsiasi genere è possibile usufruire dell'insegnante di sostegno. Infatti agli studenti che presentano handicap di qualsiasi genere o problemi di apprendimento gli viene messo a disposizione un professore...
Elementari e Medie

Come redigere un PEI

Redigere un PEI potrebbe sembrare all'inizio molto complicato ma in realtà è più semplice di quanto si pensi. Certo occorre conoscere bene il ragazzo che si segue e per questa ragione è bene stillarlo dopo almeno un mese di conoscenza del proprio...
Elementari e Medie

Come fare la certificazione delle competenze

La certificazione delle competenze è un documento che affianca la pagella, ed è stato adottato sperimentalmente ed in maniera ufficiale dal sistema scolastico nazionale a partire dal febbraio del 2015, per mezzo della C. M del 03/ febbraio 2015. Essa...
Elementari e Medie

Come creare un buon clima in classe

Se sei un'insegnante oppure sei al tuo primo incarico di ruolo e hai timore di non riuscire a tenere a bada i tuoi alunni pur volendo mantenere un buon clima in classe ti indicherò alcuni accorgimenti per riuscire nell'intento. Se leggerai questa guida...
Elementari e Medie

Come fare quando non si ha voglia di studiare

Non è raro che molti studenti abbiano smarrito o, meglio ancora, mai trovato la loro voglia di studiare. Tutto ciò, molto spesso, viene accompagnato da uno scarso rendimento. In questa guida verranno dati alcuni semplici consigli che spiegheranno come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.