Come utilizzare un raddrizzatore a ponte di Graetz

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Ponte di Graetz, chiamato anche ponte raddrizzatore a doppia semionda, si utilizza quando si vuole trasformare un segnale a fase alternata in un segnale continuo, in modo da riuscire ad avere un percorso di corrente che vada in via continuativa sempre nel medesimo verso, invece di essere dipendente dal verso della tensione come accade con altri circuiti. In questa guida vedremo come utilizzare un raddrizzatore a ponte di Graetz.

25

Prima di tutto, cerchiamo di descrivere un ponte raddrizzatore. Esso possiede quattro diodi al silicio che permettono il passaggio sia della semionda positiva che di quella negativa. Questo avviene poiché il ponte di Graetz ha la particolarità di avere i diodi invertiti tra di loro, e questo fa sì che possa avvenire il ribaltamento dell'onda. Inoltre il suo valore in uscita è 7.7 V mentre quello medio è soltanto 6.2. Questo processo lo porta ad aumentare la frequenza di circa il 60 % raddoppiando la frequenza standard della corrente di rete. Questa è la caratteristica più importante che distingue il ponte di Graetz dagli altri tipi di raddrizzatori. Il collegamento dei diodi nel ponte serve a fare in modo che la corrente scorra nello stesso verso a prescindere dalla tensione alternata presente in ingresso.

35

Se proviamo a sostituire un condensatore elettrolitico osservandolo poi tramite l' oscilloscopio, noteremo immediatamente che la tensione di uscita presenta il medesimo valore della tensione precedente, che di conseguenza diventa continua. In questo modo si avrà un incremento di corrente senza bisogno di dover ricorrere all'energia accumulata nel trasformatore e l'oscilloscopio rivelerà una forma d'onda dovuta al risparmio di energia appena effettuato. La tensione dovuta alla forma d'onda, si chiama tensione di Ripple. Il suo fattore in condizioni normali subisce un aumento direttamente proporzionale al valore della resistenza. Nel caso in cui la tensione di Ripple diminuisce, avviene un livellamento. Questo provoca un migliore raddrizzamento dovuto in parte al condensatore.

Continua la lettura
45

Il raddrizzatore a ponte di Graetz, funziona in questo modo: il suo punto A possiede un potenziale positivo, al contrario di quello B. Se la loro polarizzazione avviene in modo corretto, la corrente fluisce regolarmente e attraverso uno dei diodi viene condotta in quello accanto, che chiude l'altro polo. In questo modo il polo B non possiede più un potenziale negativo comparato al punto A, e presenta una tensione che non mantiene il suo valore in modo continuativo. Per fare sì che esso divenga costante, bisogna apporre in parallelo un condensatore elettrolitico che immagazzini la corrente. Per realizzare un circuito di alimentazione bisogna attendere che l'onda arrivi a 0 Volt in modo da eliminare il ronzio provocato dalla corrente alternata senza avere la necessità di utilizzare un trasformatore con doppio avvolgimento.

55

Facciamo un altro esempio del suo funzionamento con la semionda negativa tramite gli anodi (elettrodi sui quali avviene la reazione di semi ossidazione): la prima cosa che noteremo è che il secondario del trasformatore presenta maggiore tensione sul ramo superiore; questa tensione dipende dal fatto che l'anodo superiore è attivo e la corrente quindi può scorrere liberamente. Se la congiunzione la bloccasse, bisognerebbe chiudere la maglia verso il ramo secondario, in modo che la corrente non arrivi sul carico Load.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il sistema nervoso centrale: appunti

Il sistema nervoso è costituito da encefalo, midollo spinale ed una complessa rete di neuroni. La sua funzione è quella di inviare, ricevere ed interpretare informazioni provenienti da tutte le parti del corpo umano. Inoltre controlla e coordina le...
Superiori

Appunti di elettronica: oscillatore sinusoidale

L'elettronica è una materia scientifica studiata presso gli Istituti Tecnici Industriali. Le apparecchiature elettroniche, rispetto a quelle elettriche, funzionano con una corrente e una tensione molto più bassa ed utilizzano diversi componenti e circuiti,...
Superiori

Appunti di chimica: le pile

La chimica è una materia complessa e allo stesso tempo interessante. Solo chi decide di intraprendere questa strada ne approfondisce le dinamiche, sviluppando poi studi specifici. Non possono mancare delle buone basi, che permettono di affrontare in...
Elementari e Medie

I sette re di Roma

La storia romana è composta da diverse età; con età si va ad indicare un certo periodo di tempo che caratterizza la vita di un uomo o di una civiltà. Studiare i sette re di Roma significa studiare il periodo storico più antico della città che parte...
Superiori

Come calcolare il limite di una funzione composta

Uno dei problemi più affrontati in analisi matematica è quello del calcolo dei limiti. Definita una funzione ci si chiede come poterla rappresentare su di un piano cartesiano e per farlo sono necessari alcuni strumenti matematici quali: le derivate,...
Università e Master

Come effettuare un'analisi di Northern Blot

In questa guida vogliamo spiegare come poter effettuare un'analisi di Northern Blot: iniziamo subito con il dire che le analisi di Northern Blot sono estremamente utili negli studi dell'espressione genica, in quanto servono a determinare se un particolare...
Superiori

Come misurare l'idrogeno

L'idrogeno è uno degli elementi essenziali per la vita. È presente nell'acqua e in quasi tutte le molecole degli esseri viventi e resta legato agli atomi di carbonio e di ossigeno. Per misurare la concentrazione di idrogeno in un gas, può essere utilizzata...
Superiori

Come calcolare gli angoli di fase nei circuiti RLC

Per un ingegnere elettronico o per chiunque abbia a che fare con circuiti e sistemi complessi, conoscere la propria materia è fondamentale. Sia che si tratti di una passione coltivata in privato, sia che si tratti di lavoro, per un professionista è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.