Come utilizzare le funzioni trigonometriche in Excel

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Excel è un particolarissimo software prodotto dalla Microsoft ed appartenente al pacchetto di programmi chiamato Office. Questo software è dedicato alla realizzazione di fogli di calcolo elettronici ed attualmente è tra i più famosi ed utilizzati al mondo. Con office potremo creare semplici tabelle, o creare grafici e diagrammi, risolvere complesse equazioni matematiche e molto altro ancora. Tuttavia per riuscire a sfruttare al massimo le vari funzioni presenti all'interno di questo software, dovremo per prima cosa imparare ad utilizzarlo correttamente e per farlo basterà ricercare su internet delle guide che ci illustrino tutti i procedimenti per ottenere il risultato da noi desiderato. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad utilizzare le funzioni trigonometriche in Excel.

25

Occorrente

  • Computer, Excel
35

Informazioni generali

Le funzioni di Excel sono tante e offrono soluzioni veramente semplici ed efficaci che ottimizzano tantissimo il lavoro di ognuno. Disponiamo di funzioni logiche, scientifiche, statistiche e matematiche. Tra le funzioni matematiche troviamo quelle trigonometriche. Definiamo trigonometriche tutte quelle funzioni riferite ai rapporti fra i lati di un triangolo rettangolo fra i quali è contenuto l'angolo di riferimento. Il seno, il coseno, la tangente, rappresentano solo alcune delle funzioni trigonometriche che ogni studente prima o poi è destinato a studiare durante il percorso scolastico.

45

Utilizzo delle funzioni trigonometriche in Excel

È necessario ricordare di effettuare la conversione in radianti degli angoli espressi in gradi. A tal proposito Excel ci permette di evitare di calcolare ciascuna conversione e sfruttare la funzione "Radianti", ottenendo così una conversione estremamente rapida. Lo step successivo, consiste nella scelta di una cella, per il calcolo e di una funzione Excel, fra le moltissime a disposizione. Il primo passo per il corretto utilizzo è quello di scrivere il simbolo = seguito dalla funzione scelta, per esempio SEN (funzione seno) e da una parentesi tonda di apertura "(". Se abbiamo digitato correttamente comparirà un menù a tendina che inviterà ad inserire gli altri parametri. In caso contrario bisognerà ricontrollare la sintassi appena scritta.

Continua la lettura
55

Esempi di utilizzo delle funzioni trigonometriche in Excel

Supponiamo di avere il valore di un angolo espresso in radianti, nella cella A1 e di voler calcolarne il seno nella cella B1. La sintassi corretta da scrivere in B1 è: =SEN (A1). Se A1 fosse espresso in gradi dovremmo scrivere: =SEN (RADIANTI (A1)). L'inserimento del simbolo pi greco nella cella viene semplificato attraverso l'utilizzo dell'abbreviazione PI. Se vogliamo calcolare il coseno di 0.3* pi greco basta inserire nella cella l'espressione la formula: =COS (PI ()*0.3).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come determinare le formule parametriche per funzioni trigonometriche

Durante ogni anno scolastico delle superiori, specialmente nei licei e negli istituti tecnici, la matematica ha una grande importanza e viene sempre trattata nei minimi particolari. Più passano gli anni e più la situazione diventa difficile, poiché...
Superiori

Come risolvere le equazioni trigonometriche

La risoluzione delle equazioni trigonometriche è un argomento su cui gli studenti hanno particolari problemi. Ci sono alcune ragioni per queste difficoltà: di solito c'è una parte di semplificazione che richiede l'uso di alcune identità trigonometriche;...
Superiori

Come risolvere le identità trigonometriche

La matematica e tutte le materie che da essa derivano, costituiscono parte fondamentale della maggior parte degli elementi che ci circondano: tetti, ponti e la stessa corrente elettrica possono, infatti, essere ridisegnati sotto forma di funzioni matematiche....
Superiori

Come risolvere disequazioni trigonometriche

Le disequazioni nelle quali l’angolo incognito è espresso tramite funzioni goniometriche (ovvero seno, tangente, coseno, cotangente) vengono definite ''disequazioni trigonometriche''. Gli angoli vengono espressi sempre in radianti e per la risoluzione...
Superiori

Come trovare il dominio nelle funzioni razionali fratte

Nel corso dei propri studi, sarà capitato a tutti di doversi imbattere in problemi matematici con la presenza di funzioni, segni e dominio. In questo articolo cercheremo di capire come risolvere e trovare il dominio nelle funzioni razionali fratte, ovvero...
Superiori

Proprietà grafiche delle funzioni pari, dispari e periodiche

Le funzioni matematiche sono caratterizzate da diverse proprietà, utili per descrivere in modo esauriente il comportamento di una data funzione. Una funzione matematica non è altro che una relazione tra due insiemi, uno definito dominio (insieme X)...
Superiori

Appunti di trigonometria: funzioni goniometriche derivate da sin e cos

La trigonometria, il cui nome deriva dal greco e significa "risoluzione del triangolo", è quella branca della matematica destinata appunto allo studio dei triangoli, partendo dai loro angoli. Tramite delle particolari funzioni, dette goniometriche o...
Superiori

Come creare grafici di funzioni matematiche

Disegnare e rappresentare il grafico di funzioni matematiche è un'operazione difficile e non molto veloce. Per riuscire a disegnare in un sistema di riferimento cartesiano l'andamento di una funzione occorre una buona conoscenza matematica e una praticità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.