Come Utilizzare Il Verbo Like In Inglese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

In inglese, l'espressione "to like" è uno dei costrutti maggiormente impiegati per indicare interesse, gradimento o convenienza verso una determinata cosa od azione. Saper utilizzare questo verbo ha un'importanza fondamentale. Non soltanto il verbo "to like" viene usato in fase colloquiale con amici o conoscenti per indicare le proprie preferenze. Se usato al condizionale, questo costrutto assume infatti una sfumatura di significato molto formale, aiutandovi a sostenere un conversazione elegante e educata.

28

In inglese, il verbo "to like" ha il significato di gradire qualcosa ed ha un'accezione meno forte del "to love". Il costrutto viene quindi usato per esprimere piacere/gradimento verso una determinata cosa, persona od azione. "To like" è un verbo regolare che non presenta particolari difficoltà di coniugazione: nella forma attiva, la disposizione del costrutto segue le basilari regole della grammatica inglese. Dopo aver indicato il soggetto, che non può essere mai sottinteso, va dunque inserito il verbo, accordandolo a seconda della persona che compie l'azione e dei tempi verbali usati; infine deve essere enunciata la cosa o l'azione verso cui si esprime gradimento, introducendola nel discorso come se fosse un complemento oggetto.

38

Se ad esempio volessimo affermare "Mi piace il gelato", dovremo tradurre la frase come "I like ice cream". Allo stesso modo, se volessimo chiedere "Ti piacciono i gatti?", o dire "Fa' come vuoi" e "A Giovanni non piace la scuola", dovremo tradurre "Do you like cats?", "As you like" e "Giovanni does not like school". Il verbo "to like" può altresì essere usato per indicare un interessamento sentimentale verso una specifica persona. Volendo manifestare l'interesse di un nostro amico verso una determinata ragazza, potremo dire "My friend likes that girl" poiché il verbo "to like" sottintende un sentimento meno intenso del "to love".

Continua la lettura
48

Nel caso in cui si voglia invece indicare gradimento verso una determinata azione espressa da un verbo (ad esempio "Mi piace sciare", "Non mi piace uscire la sera", "Mi piace mangiare pizza il sabato"), il costrutto "to like" viene seguito da una seconda forma verbale, coniugata nei modi dell'infinito o del gerundio. L'infinito viene solitamente usato per indicare un carattere di straordinarietà, ovvero se l'evento avviene in circostanze particolari, o di convenienza.

58

Esempi di questo genere sono le frasi "Mi piace mangiare pizza il sabato", "Gli piace stare a casa durante il week end" o "Le piace farsi controllare la pressione ogni mese". Nei primi due casi, il gradimento verso una determinata azione è vincolato ad una precisa indicazione temporale (il sabato o il week end); nel secondo caso, invece, il verbo "to like" viene utilizzato per sottolineare una sfumatura di convenienza verso una specifica azione. Le frasi precedenti andranno quindi tradotte usando il verbo all'infinito, preceduto dalla particella "to": "I like to eat pizza on Saturday", "He likes to stay at home on weekends" e "She likes to have her blood pressure checked every month".

68

Se invece si vuole indicare gradimento verso un'azione a prescindere dal suo carattere di straordinarietà o di convenienza, è bene indicarla con il gerundio. Esempi di questo tipo sono le frasi "A Rita piace uscire con gli amici", "Mi piace sciare", "Ai miei figli piace leggere fumetti": in questi casi, è opportuno tradurre le frasi come "Rita likes hanging out with her friends", "I like skiing", "My kids like reading comic books" per indicare una forma di gradimento costante e non vincolata ad alcuna circostanza particolare.

78

Infine, il verbo "to like" può essere impiegato al condizionale in abbinamento alla particella "would", con il significato di "vorrei/gradirei/mi farebbe piacere". In questo particolare caso, il costrutto "would like to", talvolta abbreviato colloquialmente in " 'd like to" è sempre seguito dal verbo in forma infinita ed indica una forma raffinata ed educata di esprimere interesse o rimpianto verso una determinata azione. Esempi di questo genere sono le frasi "Mi piacerebbe informarla che..", "Gradirebbe un caffè?", Desidererei incontralo" o "Vorrei avervi aiutato" che possono essere tradotte come "I would like to inform you / to let you know..", "Would you like a coffee?", "I would like to have a meeting with him" e "I would like to have helped you".

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il verbo "to like" viene usato per indicare apprezzamento o gradimento verso qualcosa o qualcuno ed ha una sfumatura meno forte del "to love".
  • Il verbo "to like" può essere indicato per designare una specifica persona/cosa o per indicare gradimento verso una determinata azione. Nel primo caso, la persona/oggetto verso cui si mostra interesse figurerà quale complemento oggetto della frase in inglese, nel secondo caso l'azione verrà introdotta da un tempo verbale all'infinito o dal gerundio.
  • L'espressione " 'd like to" viene usata a livello colloquiale tra amici e conoscenti come forma contratta di "would like to". Non è tuttavia indicata né nello scritto, né nelle conversazioni formali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come usare il condizionale in inglese

Una delle regole sicuramente più complicate e difficili da utilizzare in inglese è quella che riguarda l'utilizzo del tempo condizionale. I questa guida cercheremo di spiegare le linee essenziali per un corretto utilizzo del tempo. Vediamo come usare...
Lingue

Come Utilizzare Le Forme Avanzate Del Verbo Get In Inglese

Nella lingua inglese sono presenti tutti una serie di verbi che nella loro forma base possiedono un certo significato, mentre se ad essi vengono aggiunte, ad esempio, delle determinate preposizioni semplici, assumono una valenza semantica completamente...
Lingue

Come tradurre i verbi difettivi in inglese

La lingua inglese ha una struttura totalmente differente dalla lingua italiana e di conseguenza anche le forme verbali. Sebbene sia una lingua abbastanza semplice da imparare per poter fare dei discorsi base, ci sono delle combinazioni con i verbi veramente...
Lingue

Lingua inglese: 5 regole da non dimenticare

L' inglese è una delle lingue più parlate al mondo, ma nonostante sia insegnata fin dalle elementari, alcune persone continuano a trovare difficoltà. In realtà, però, bastano alcuni semplici accorgimenti per evitare gli errori più comuni. Ecco le...
Lingue

Come porre domande in inglese

Spesso ci chiediamo come porre una domanda in inglese? Bene, per chi non ha praticità il semplice formulare una domanda, anche per chiedere un informazione, può sembrare difficilissimo. Devo però rassicurarvi, l'inglese è una lingua che se capita...
Lingue

Inglese: il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico rappresenta quella struttura sintattica che indica, appunto, un'ipotesi oppure una congettura, nonché la conseguenza che essa comporta. In buona sostanza esso è formato da una proposizione principale, detta anche reggente, e da...
Elementari e Medie

Come si usa il Past Continuous

Internamente a tale tutorial, vi andremo quindi a spiegare come si usa in modo corretto il Past Continuous. Nella lingua inglese, il Past Continuous è una forma verbale che, in italiano, non ha corrispondenze precise, e viene quindi tradotta con il termine...
Superiori

Come disegnare un diagramma delle classi

Nel linguaggio di modellizzazione unificato (UML), il diagramma delle classi è una delle rappresentazioni essenziali più comunemente utilizzate ed è utile per illustrare la struttura statica del sistema object-oriented, scomponendolo in classi definite...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.