Come uscire un'ora prima da scuola

Tramite: O2O 30/09/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ci sono casi, nell'ordinamento scolastico italiano in cui è consentita un'uscita anticipata da scuola di un'ora, ad esempio per motivazioni legate ad impegni inderogabili, obblighi strumentali e simili. Non è uno strumento che si può usare di continuo, naturalmente, ma all'evenienza è comodissimo, ed è bene sapere che si ha a disposizione questa opportunità. Perdere un'intera mattinata di lezione quando sarebbe bastata appena un'ora, infatti non è una scelta molto saggia, perché l'istruzione sta alla base della vita civile, e a volte anche una sola assenza può portare conseguenze pesanti per l'apprendimento. In ogni caso, se servisse, con questa guida scoprirete come uscire da scuola un'ora prima.

26

Occorrente

  • regolamento d'istituto
36

Studenti maggiorenni

Per prima cosa ci sono iter leggermente differenti per studenti maggiorenni e minorenni, legati al fatto che alla scuola è attribuito anche un ruolo di tutela dei minori durante l'orario di lezione. Nel caso di studente maggiorenne, il ragazzo potrà fare richiesta personalmente presso l'ufficio de dirigente scolastico, specificando le motivazioni per le quali necessita di usufruire dello strumento dell'uscita anticipata. A questo punto spetta al suddetto dirigente acconsentite o meno valutando personalmente le motivazioni, anche in base ai dati a sua disposizione, desunti dal comportamento tenuto a scuola dallo studente. È perciò possibile che il dirigente neghi il permesso di uscire. Lo studente maggiorenne può a questo punto optare per due strade: uscire comunque, contravvenendo al vincolo ed andando incontro a sanzioni e provvedimenti disciplinari anche gravi, oppure ottemperare ed aspettare la fine delle lezioni. Anche se siete maggiorenni, iscrivendovi a scuola avete stipulato un contratto che vi vincola a seguire i regolamenti dell'istituto e ad obbedire al corpo docenti e dirigenti, pena sanzioni disciplinari e rapporti di demerito che possono anche farvi ripetere l'anno, se particolarmente gravi.

46

Studenti minorenni

Se si è in presenza di uno studente minorenne, il genitore, o il tutore del minore, dovrà obbligatoriamente recarsi alla segreteria dell'istituto e chiedere l'autorizzazione all'uscita. Anche in questo caso è richiesta la specificazione delle motivazioni. Anche in questo caso il dirigente scolastico dovrà valutare la situazione e la richiesta. Ci sono però parecchie clausole e cavilli a tutela della decisione del dirigente scolastico, che potrebbe negare la concessione in caso di futili motivi, e allora la situazione potrebbe diventare molto complicata da gestire e sta tutto alla coscienza dei contendenti. Ci sono infatti questioni legate alla potestà genitoriale o del tutore e ai regolamenti scolastici, soprattutto per quanto riguarda le scuole non dell'obbligo. Nel caso delle scuole dell'obbligo la legislazione è molto diretta verso la tutela dello studente e della sua istruzione, mentre per le scuole superiori, che non prevedono l'obbligatorietà, ma la volontarietà della frequentazione il discorso è più ambiguo.

Continua la lettura
56

Cause di forza maggiore

Ovviamente ci sono cause di forza maggiore che possono rendere strettamente indispensabile l'uscita anticipata da scuola dello studente, come per esempio incidenti e malori che devono essere valutati per gravità e conseguenze e spingere il dirigente a richiedere che lo studente venga fatto uscire anticipatamente da scuola. Se lo studente ha un malore, ha avuto un incidente o la sua permanenza in classe va a detrimento effettivo della sua salute, il preside può richiedere che venga fatto rientrare a casa o mandato presso un pronto soccorso, ed in questi casi vince l'interesse della persona fisica su quello dell'istruzione, ovviamente. Anche situazioni legate a comportamenti pericolosi o criminali da parte dello studente maggiorenne o minorenne possono spingere il preside a richiedere un'uscita anticipata, per consentire per esempio lo svolgimento delle operazioni da parte delle forze dell'ordine, ed in questo caso, se lo studente è minorenne si deve prima convocare i genitori o i tutori legali per consentire lo svolgimento regolare delle operazioni. Sono infine possibili uscite anticipate di un'ora da scuola se per cause di forza maggiore lo studente o la studentessa, a causa dell'uscita all'orario normale non dovessero essere in grado di tornare a casa, ad esempio nel caso di disastri naturali che costringano ad una variazione irresolubile delle modalità ordinarie di rientro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È importante per la crescita formativa dello studente, che tali uscite anticipate siano richieste solo in caso di effettiva necessità.
  • Evitate di far uscire i ragazzi da scuola per motivi futili per non trovarvi in mezzo a situazioni che possono diventare molto spinose a livello legale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

5 consigli per affrontare la scuola al meglio

Per tanti bambini e tanti ragazzi, la scuola rappresenta una vera e propria tortura! L'affrontano con scarso entusiasmo, come una forzatura. Molti bambini e ragazzi appaiono demotivati e disinteressati allo studio, alle attività curricolari e a tutte...
Superiori

10 regole per tornare a scuola con il sorriso

Con la fine dell'estate e delle divertenti vacanze al mare, per un giovane studente è sempre molto difficile rinunciare al relax, ai giochi ed alle compagnie estive per tornare tra i banchi di scuola. Riprendere la solita routine di studio ed impegno...
Superiori

10 cose da sapere sull'Alternanza Scuola-Lavoro

L'alternanza scuola lavoro è sicuramente il punto più importante introdotto con la legge 107 del 2015 (meglio conosciuta come "La Buona Scuola"). Essa porta gli studenti degli ultimi 3 anni di ogni scuola superiore a contatto col mondo del lavoro, inserendoli...
Superiori

Come realizzare uno spot a scuola

Voi studenti avete avuto l'incarico di realizzare uno spot di un qualche prodotto, magari per qualche progetto, a scuola? Bene, se avete già richiesto tutti i diversi permessi al/la preside e ai vari insegnanti, ecco come fare. Grazie a questa guida...
Superiori

Come cambiare scuola

Generalmente quando si conclude il ciclo della scuola secondaria di primo grado e necessariamente si deve cambiare scuola, ci si trova di fronte a una vasta rosa di possibilità. Ci sono i licei di vario tipo come il liceo classico, il liceo scientifico,...
Superiori

5 consigli per non fare tardi a scuola

Alzarsi presto per andare a scuola. Essere puntuali. Che incubo! Quanti di voi non vorrebbero iniziare la scuola a mezzogiorno? E quanti invece hanno dovuto inventarsi mille scuse per giustificare i continui ritardi? Ecco allora che questa lista vi viene...
Superiori

Le migliori scuse per non andare a scuola

Tutti, almeno una volta nella nostra carriera scolastica, abbiamo tentato di marinare la scuola. Per certi ragazzi, l'obbligo della frequenza a lungo andare può essere monotono e causa di una piccola ribellione interna. Ma non solo, il fatto stesso di...
Superiori

10 cose da fare l'ultimo giorno di scuola

Che suoni la campanella dell'ultimo giorno di scuola dell'anno o della nostra vita, è obbligatorio per i ragazzi, dopo tanti sacrifici, festeggiare il meritato riposo.  Ma come celebrare la fine delle interrogazioni, dei compiti in classe, dello studio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.