Come Usare Uno Sclerometro

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Lo sclerometro è lo strumento per le prove di durezza del calcestruzzo; le prove eseguite con questo attrezzo non sono ufficialmente riconosciute per le molteplici varianti che possono influire sui risultati (umidità, particolarità non standard del materiale, ruvidità della superficie, taratura dello sclerometro, ecc). La misura sclerometrica quindi è solo un’indicazione riguardo l’omogeneità del calcestruzzo. Infatti, consente l'individuazione di zone degradate dove bisogna effettuare test più approfonditi. Leggendo questo tutorial si possono avere delle indicazioni su come usare uno sclerometro.

24

Esso è un corpo cilindrico in alluminio al cui interno è alloggiata una massa battente in acciaio. L’impiego dello sclerometro come metodo di indagine rientra tra le prove non distruttive che si possono eseguire per la determinazione della durezza superficiale del materiale in esame. Le prove non distruttive devono essere utilizzate per stimare, con le dovute limitazioni del procedimento, la resistenza a compressione del materiale roccioso in sito. L'esecuzione della prova e l'elaborazione delle misure devono essere eseguiti nel rispetto del p. To 12.4 delle Linee Guida per la messa in opera del calcestruzzo strutturale.

34

La prova va effettuata quando la struttura è al rustico, cioè senza la presenze di finiture quali intonaci, pavimenti, ecc. Il primo passo da fare è quello di individuare le membrature (pilastri, travi, ecc.) oggetto della misure sclerometriche. Generalmente ogni serie di misurazioni è composta da 12 battute. Prima di ogni misurazione sulla membratura oggetto di verifica si deve effettuare la pulizia della superficie di indagine con una spazzola abrasiva a grana media in carburo di silicio per verificare il grado di carbonatazione della stessa tramite nebulizzazione di una soluzione di fenofteilina all’1% di alcool etilico.

Continua la lettura
44

Successivamente si disegna sulla superficie da saggiare, con una matita, una griglia regolare costituita da 12 punti distanti 20 ÷ 50 mm (di norma 30 mm) tra loro. In corrispondenza di questi punti si devono eseguire le battute per segnare gli indici di rimbalzo I. Per ogni serie di misurazioni bisogna scartare i due valori maggiori e fare la media dei rimanenti 10. I risultati delle prove sono accettabili se l’80% degli indici di rimbalzo I differiscono da Im per meno di 6 unità. Dalla curva di correlazione relativa alla direzione dello sclerometro si trasforma Im in resistenza cubica Rm. Quando è noto il valore di progetto della resistenza Rck si può calcolare la resistenza media a compressione di progetto Rmp: Rmp = Rck +3, 5. Se Rm è uguale a Rmp il calcestruzzo utilizzato è compatibile con quello previsto per il progetto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.