Come usare una lavagna interattiva

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La lavagna interattiva, conosciuta anche con la sigla LIM, è uno strumento molto utile quando bisogna impartire delle lezioni. A differenza delle lavagne tradizionali, quella interattiva presenta numerose funzioni all'avanguardia, come ad esempio la retroilluminazione oppure la possibilità di collegarsi ad internet e quindi ricevere delle immagini direttamente da un computer. Saper utilizzare correttamente questa particolare lavagna è fondamentale, ma molto spesso proprio per la complessità delle sue funzioni si potrebbero avere delle difficoltà a farlo. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come usare una lavagna interattiva.

26

Occorrente

  • Lavagna interattiva
  • internet
36

Installazione

La prima cosa da fare è installare la lavagna al software, in modo che possa cominciare a funzionare. È importante collegare il computer con la lavagna LIM, mediante il cavo USB, mentre il proiettore dobbiamo connetterlo al PC, tramite il cavo VGA. Il proiettore, situato di fronte alla facciata principale, può essere regolato facilmente all'altezza desiderata. La lavagna deve stare alla giusta distanza da chi lo usa, il docente, è da chi deve prenderne visione, gli allievi. Nella parte retrostante della lavagna interattiva, sono presenti dei tasti attraverso il quale spegnere, accendere la lavagna stessa, oppure aumentare o abbassare il suo volume. Chiaramente, queste procedure possono essere compiute anche in maniera più veloce e da lontano, utilizzando semplicemente un telecomando.

46

Accessori

Tre sono i modi per scrivere sulla lavagna: con delle penne adeguate per il touch, con una tastiera qwerty digitale o anche con il tatto del dito, impostazione touch screen. Successivamente, alla scelta della modalità di scrittura, si possono scegliere colori, temi, forme, compreso lo sfondo. I professori possono trasmettere la pagina di un libro specifico tramite la lavagna interattiva utilizzando come tramite un computer, in modo da usare le funzioni interattive a scopi didattici. Proprio come un touch, c'è l'opportunità di utilizzare delle icone, di aprire applicazioni e trascinare file.

Continua la lettura
56

Videoconferenze

La lavagna interattiva può essere utilizzata anche per differenti scopi, tra i quali troviamo la necessità di videoconferenze, la condivisione di determinati file o l'invio degli stessi. Portare avanti una lezione in più classi, navigare in internet sia via cavo e sia tramite wifi. Il prezzo di una lavagna interattiva si aggira intorno ai 1000/1500 €; sono previsti sconti per un acquisto ad uso scolastico o aziendale.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 attività con la LIM in classe

L'utilizzo della tecnologia in ambito educativo ha cambiato profondamente il modo di apprendere dei giovani. Negli ultimi dieci anni si è verificata una costante e crescente informatizzazione dell'apprendimento. Certamente il forte progresso tecnologico...
Superiori

Come progettare i lucidi per la lavagna luminosa

Probabilmente non tutti conoscono le lavagne luminose, ma è piuttosto facile fare la loro conoscenza in ambito didattico, in una sala riunioni o in un centro d'informazione. Progettare dei lucidi per le lavagne luminose non è un'impresa impossibile....
Elementari e Medie

Come imparare i verbi divertendosi

Generalmente, insegnare qualcosa ai bambini non è affatto un compito semplice, sebbene durante il periodo del primo grado scolastico essi mostrino un entusiasmo vivido e siano predisposti all'apprendimento. In passato, si pensava ai bambini come a dei...
Elementari e Medie

Come fare le moltiplicazioni con un abaco

La matematica è una materia importantissima ed occorre che venga studiata bene sin dai primi anni di scuola. Infatti, imparare a familiarizzare con i numeri comporta un bel vantaggio per il futuro, quando si dovrà affrontare lo studio di aritmetica...
Elementari e Medie

Come allestire un'aula multimediale

Se abbiamo un ufficio ed intendiamo utilizzarlo per impartire lezioni o fare corsi di formazione professionale, con l'utilizzo di nuove e moderne tecnologie, possiamo allestire un'aula multimediale, partendo da cifre minime a quelle più elevate, a seconda...
Elementari e Medie

Come evitare che i bambini parlino in classe

I bambini sono rumorosi, questo è poco ma sicuro: lo sanno bene le maestre che, soprattutto nelle classi molto numerose, faticano non poco ad ottenere il silenzio. Che i bimbi, specie quelli più piccoli, siano chiacchieroni è un dato di fatto e di...
Elementari e Medie

Come spiegare il centinaio

In seconda elementare la matematica diventa più complessa. Oltre alle unità ed alle decine, si aggiunge anche il centinaio. Spiegare il concetto è relativamente facile. Tuttavia, alcuni strumenti come l'abaco, la linea dei numeri ed i blocchi multibase...
Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.