Come usare la forma passiva in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Come per i verbi italiani la forma passiva di un verbo la si può avere solo in caso di verbi transitivi; es: "to build" v. T. In "My grandparents built this house 20 years ago" (forma attiva); "This house has been bulit by my grandparents 20 years ago" (forma passiva). Esempi di verbi intransitivi inglesi, e che quindi non è possibile rendere passivamente, sono invece "jump"; "stand"; "smell"; ecc. Per un maggiore approfondimento sulla differenza tra verbi transitivi e intransitivi, rimandiamo al link in fondo pagina. Con questa semplice guida vedremo come usare la forma passiva in inglese.

25

La funzione della forma passiva

La forma passiva inglese ha la stessa funzione di quella italiana ossia rendere evidente qual è l'oggetto o l'agente su cui ricade l'azione. Il passivo si forma coniugando l'ausiliare "to be" allo stesso tempo e modo del verbo principale nella forma attiva, aggiungendo poi il participio passato del verbo in questione. Ad esempio " he invites" (forma attiva) diventerà "he is invited" (forma passiva)," she explained" si trasformerà in "it was explained y her" e così via.

35

L'uso del verbo to get

Quando qualcosa accade in maniera inaspettata o se si vuole esprimere un cambiamento, la forma passiva può essere espressa anche dal verbo "to get"; ad es: "I didn't get offered the job" invece di
"I wasn't offered the job". L'uso di "to get" però, è quasi esclusivamente riservato alla lingua parlata e in un contesto informale. Inoltre l'uso di questo verbo, dà alla frase una sfumatura più riflessiva che passiva, come in "I got married last year". Si consiglia di esercitarsi su una qualsiasi grammatica o su eserciziari reperibili online per verificare se si è ben compreso quanto detto finora. In ogni casi si rimanda al link sottostante.

Continua la lettura
45

I verbi che reggono il doppio oggetto

Alcuni verbi possono avere due oggetti, come in "We gave the police the information". In questi casi il passivo può essere formato o iniziando la frase con il soggetto: "The police was given the information"; questa è la circostanza più comune, oppure con l'oggetto "The information was given to the police". Oltre a "to give", altri verbi che reggono il doppio oggetto sono "to tell", "to ask", "to offer", "to pay", "to teach" e "to show". Si consiglia di sfogliare il dizionario di inglese alle voci dei verbi elencati per trovare degli esempi di quanto detto finora. La lingua inglese fa un uso minore del passivo rispetto all'italiano, infatti possiamo dire che lo predilige quando chi o ciò che causa l'azione, è sconosciuto o non ha importanza, come ad esempio: "A lot of money was stolen". Se invece vogliamo specificare da chi è causata un'azione usiamo by "This letter was written by Miranda".

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiare molto bene sia le forme attive che passive dei verbi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Francese: forma passiva

La lingua francese, per tradizione veicolo privilegiato negli scambi commerciali, culturali e diplomatici, è la seconda lingua più parlata al mondo dopo l'inglese. La forma passiva in francese si forma utilizzando l'ausiliare del verbo essere, "être"....
Lingue

La forma interrogativa in inglese

Negli ultimi anni, conoscere e parlare bene lingue straniere è davvero molto importante. Soltanto in questo modo è possibile viaggiare tranquillamente all'estero e cercare lavoro quasi dovunque. Tra le numerose lingue esistenti, quella da conoscere...
Lingue

Latino: perifrastica passiva

Come molti di noi sanno, il latino è una lingua abbastanza difficile da studiare. Si tratta di una grammatica piuttosto complessa che comprende diverse regole sia a livello di lessico che di costruzione delle proposizioni. Uno degli argomenti più spinosi...
Lingue

inglese: forma affermativa, interrogativa e negativa del verbo to be

L'inglese costituisce sicuramente la lingua più diffusa e conosciuta in tutto il mondo e al giorno d'oggi essa è davvero molto importante soprattutto se si ha intenzione di intraprendere una certa carriera lavorativa. Con l'inglese infatti è possibile...
Lingue

La forma plurale in inglese

L'inglese è la lingua più parlata al mondo. Ma siamo davvero capaci di parlarla?La scuola dovrebbe preoccuparsi di consegnare a tutti gli strumenti basilari della lingua, ma non sempre si riesce a trasmettere tutto ciò che c'è da sapere.Se volete...
Lingue

Lingua cinese: la frase passiva

Al giorno d'oggi, conoscere diverse lingue straniere è diventato quasi indispensabile per entrare a far parte del mondo del lavoro, specialmente se si intende scegliere un lavoro che richiede di intraprendere rapporti con colleghi che svolgono le proprie...
Lingue

Come formare il passivo in inglese

La forma passiva nella lingua inglese non è comune come in lingua italiana. Per favorire discorsi scorrevoli e veloci, la forma attiva ha sempre la priorità vista la semplicità. Ma in alcuni casi, come in ogni lingua, si rende indispensabile formare...
Lingue

Appunti di inglese giuridico

All'interno della presente guida, andremo a occuparci della lingua inglese. Per entrare più nello specifico, ci occuperemo di inglese giuridico. Come avrete compreso attraverso il titolo della guida stessa, ora andremo a darvi alcuni appunti relativi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.