Come usare il goniometro per fare un areogramma

Tramite: O2O 23/09/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si frequenta un istituto tecnico, il liceo economico-sociale o la Facoltà di Economia/Scienze statistiche bisogna affrontare una materia tanto interessante quanto complessa. Precisamente si tratta della statistica, la quale analizza i fenomeni incerti o sconosciuti parzialmente/totalmente in termini qualitativi e quantitativi. Attraverso il loro studio è possibile ricavare delle tabelle o dei grafici sintetici che forniscono informazioni rilevanti su quel determinato fenomeno. La statistica risulta strettamente collegata alla teoria delle probabilità e suddivisa in due tipologie. La prima si chiama statistica descrittiva e sintetizza i dati tramite una rappresentazione grafica. La seconda prende il nome di statistica inferenziale, finalizzata alla ricerca delle caratteristiche di un popolo mediante l'indagine su un campione selezionato casualmente. Esistono numerose soluzioni per rappresentare graficamente le distribuzioni statistiche: a colonne, per aree, a dispersione, a barre orizzontali, a torta o a scatole. Fra i grafici più adoperati rientrano sicuramente gli areogrammi, ovvero diagrammi circolari suddivisi in fette corrispondenti alle percentuali da illustrare. Nel presente tutorial di statistica vediamo brevemente come usare il goniometro per fare a mano un semplice areogramma.

27

Occorrente

  • Foglio di carta
  • Matita
  • Compasso
  • Goniometro
  • Righello
  • Gomma da cancellare
  • Pastelli colorati
  • Calcolatrice
37

Calcolare le frequenze percentuali e moltiplicarle per 3,6°

Innanzitutto è necessario calcolare le aree da associare alle frequenze relative della distribuzione statistica analizzata. Per iniziare il calcolo di ogni frequenza relativa, bisogna prendere il valore della frequenza assoluta e dividerlo per l'importo complessivo delle unità statistiche. Il numero che si ricaverà effettuando la sommatoria di tutte le frequenze relative andrà moltiplicato per 100. Così facendo si otterranno le frequenze relative in percentuale. Una volta compiuto tale procedimento, occorre suddividere l'angolo giro in cento porzioni identiche. In questo modo si avrà ciascuna fetta del valore di 3,6°, corrispondente all'1% della distribuzione statistica. Si dovrà pertanto moltiplicare le frequenze percentuali per 3,6°, ricavando così l'ampiezza in gradi di ogni settore dell'areogramma.

47

Disegnare il grafico tramite compasso e goniometro

Dopo aver trovato ogni dato necessario, è possibile cominciare a disegnare facilmente l'areogramma. Innanzitutto bisogna realizzare una circonferenza di qualunque grandezza voluta, mediante l'ausilio di un compasso. Successivamente occorre posizionare il goniometro sul punto centrale (detto origine) del cerchio, affinché la linea guida venga sovrapposta al diametro della circonferenza medesima. La creazione del primo angolo può avvenire iniziando da qualsiasi posizione, sebbene considerare quale linea guida il diametro perfettamente orizzontale potrebbe risultare maggiormente pratico. A questo punto individuare l'ampiezza del primo spicchio, impiegando i valori indicati sul lato curvo del goniometro. Tracciare poi due linee rette che partano dall'origine del cerchio per delimitare l'angolo appena ricavato, tramite l'aiuto di un righello. Dopodiché è necessario fare lo stesso lavoro con le porzioni successive, mettendo la linea guida del goniometro sul lato della fetta precedentemente tracciato.

Continua la lettura
57

Rifinire il grafico con i pastelli colorati

A questo punto del lavoro si può considerare terminato l'areogramma. Il disegno appena fatto andrà però rifinito con alcuni dettagli importanti. Bisogna colorare ciascuna singola fetta del grafico con i pastelli, utilizzando possibilmente tonalità differenti. Esclusivamente in questo modo si renderanno ancora più visibili le sezioni dell'areogramma. Successivamente occorre indicare il valore percentuale di riferimento, riportandolo all'interno o all'esterno dello spicchio corrispondente. Tale importo si potrà collegare magari tramite una freccia, in modo che il grafico risulti veramente chiaro. Per concludere, scrivere la legenda dove associare i colori impiegati alle rispettive variabili. Ecco quindi come usare il goniometro per fare un areogramma.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Colorare ogni fetta dell'areogramma con tonalità differenti, in modo da accentuarne il valore.
  • Non dimenticare la legenda, fondamentale per leggere correttamente l'areogramma.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come usare il goniometro in un cerchio

La geometria euclidea è una materia con cui tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo avuto a che fare. Uno degli argomenti che forse risulta meno ostico a tutti gli studenti di tutte le età è la circonferenza. Nonostante la relativa semplicità...
Superiori

Come Costruire Un Clinometro

Oggi vogliamo utilizzare il metodo del fai da te, per imparare come poter costruire, con le nostre mani, un bel clonometro, in maniera tale da poterlo utilizzare quando ne avremo necessità, nel nostro appartamento e non solo, magari anche al lavoro.Il...
Superiori

Come trovare l'incentro di un ottagono

La geometria è una materia ostica per la maggior parte degli studenti, poiché richiede molto impegno per poter essere compresa e per poter quindi svolgere correttamente gli esercizi. Una delle tracce che potrebbe capitarci, mentre svolgiamo gli esercizi...
Superiori

Ampiezze di angoli particolari

Si definisce angolo lo spazio compreso tra un vertice e due lati. Pertanto l'angolo non è altro che la parte di piano, illimitata, compresa fra due semirette aventi la stessa origine. Le due semirette sono definite lati dell'angolo e la loro origine...
Superiori

Come disegnare una parabola avendo l'equazione

La parabola è una delle tre sezioni coniche note di cui è possibile calcolare tutti i suoi punti, insieme all'iperbole e all'ellisse. Essa viene definita come il luogo geometrico dei punti del piano equidistanti da una retta, detta direttrice, e da...
Superiori

Goniometria e trigonometria: angoli, archi e loro misura

In questa guida, vogliamo parlarvi di un po' di gonometria e trigonometria, ed in particolar modo di angoli, archi e della loro misura, in maniera da poterne sapere qualcosa in più e poter applicare tutte queste nozioni quando siamo a scuola, o quando...
Superiori

Come calcolare le coordinate geografiche latitudine e longitudine

Tutti almeno una volta abbiamo pronunciato i termini longitudine e latitudine, ma non sempre coincide una giusta definizione di tali nomi. A maggior ragione moltissime persone non conoscono il metodo di calcolare questi due parametri in realtà importantissimi...
Superiori

Come Disegnare Gli Angoli Con Le Squadrette

Spesso, nell'ambito del disegno tecnico, ci troviamo a dover disegnare degli angoli con una sola informazione in possesso: i gradi che li contraddistinguono. La prima soluzione che ci può venire in mente è quella di usare un semplice goniometro, ma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.