Come Usare I Verbi Ausiliari Spagnoli

Di: A. A.
Tramite: O2O 12/03/2017
Difficoltà: facile
17
Introduzione

Nella seguente guida vi illustreremo come usare i verbi ausiliari spagnoli in modo corretto. A differenza dei modi verbali italiani questi verbi hanno due forme differenti che si usano in base alla frase. Ciò avviene sia per il verbo essere (ser/estar), sia per il verbo avere (haber/tener). Nei passi successivi imparerete ad usarli senza problemi.

27

Verbo Essere (Ser/Estar). Per prima cosa c'è da dire che il verbo ser esprime cose permanenti, immutabili. Ad esempio la frase: Carlo è italiano - Carlo es italiano. L'aggettivo italiano non cambia in questo caso con il tempo ma rimane immutabile. Ser si usa anche nelle forme passive. Il verbo Estar invece si usa con situazioni che possono cambiare. Quest'ultimo può esprimere una condizione fisico/mentale momentanea. Ecco un esempio: Sara sta lavorando - Sara està trabajando. In questa frase Sara sta lavorando in questo momento ma ben presto smetterà.

37

Verbo Avere (Haber/Tener) il verbo Haber serve per la costruzione di tempi composti. Per esempio: Marco è andato al concerto - Marco ha ido al concierto. Il verbo Tener si usa invece quando il verbo avere italiano ha il senso di possedere. Si pensa a proposito alla frase: Carlo ha sete - Carlo tiene sed. Tener si usa anche per chiedere l'età: Quanti hanni hai - Quantos anos tienes. Esiste anche la forma impersonale Hay che indica possesso. Si ricorda infine che il verbo Tener accompagnato da Que (Tener que) esprime un dovere o una necessità: Tengo que hacer la tarea - Devo fare il compito.

Continua la lettura
47

Di seguito, ecco come coniugare i verbi precedentemente analizzati al presente:
Ser: yo soy, tu eres, el/ella es nosotros somos vosotros sois ellos/ellas son.
Estar: yo estoy, tu estàs, el/ella està, nosotros estamos, vosotros estàn ellos/ellas estàn.
Haber: yo he, tu has, el/ella ha, nosotros hemos, vosotros habeis, ellos/ellas han.
Tener: yo tengo, tu tienes, el/ella tiene, nosotros tenemos, vosotros tenèis, ellos/ellas tienen.

57

Si consiglia di dedicare diverse ore all'assimilazione delle differenze tra Ser/Estar e Haber/Tener, dato che creano non pochi problemi agli italiani. Ricordiamo che esistono numerosissime eccezioni, specie nel caso di Ser/Estar. Si consiglia pertanto di consultare delle liste approfondite per avere chiarimenti in merito. Oltretutto, ogni qualvolta vedrete una serie televisiva o un film in lingua spagnola, appuntatevi gli usi dei verbi ausiliari e il modo in cui vengono collocati all'interno della frase: ciò potrà esservi di grande aiuto.

67
Guarda il video
77
Consigli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Portoghese: i verbi ausiliari

Per chi ha intenzione di studiare e di approfondire un po' la lingua portoghese, oltre a dover imparare decine e decine di vocaboli per una completa conversazione, è necessario imparare a capire e gestire i verbi ausiliari. Questi, infatti, sono molto...
Lingue

Arabo: i verbi ausiliari

La lingua araba fa parte alle lingue semitiche. L'arabo è parlato da circa duecentocinquanta milioni di persone in tutto il mondo. Esso crea però non pochi grattacapi alle persone che si vogliono approcciare ad essa, soprattutto per coloro che si affacciano...
Lingue

I verbi ausiliari in tedesco

La lingua tedesca presenta tre verbi ausiliari, a differenza dell'italiano che ha la forma essere ed avere: sein (essere), haben (avere) e werden (diventare). Imparare quali sono i verbi ausiliari del tedesco, è fondamentale per iniziare a comprendere...
Lingue

Francese: i verbi pronominali

La grammatica francese è molto vasta, come la grammatica italiana, in quanto presenta molti termini che vengono analizzati nelle diverse analisi, come quella grammaticale, logica e del periodo. L'analisi grammaticale analizza ogni singola particella...
Lingue

I verbi modali in tedesco

La presente guida sulle lingue fornirà alcuni consigli per comprendere esattamente i verbi modali in tedesco. Generalmente questa lingua viene considerata abbastanza difficile e complessa, per colpa delle numerose differenze con l'italiano. Bisogna anche...
Lingue

Tedesco: verbi regolari

Nella lingua tedesca, non esistono i verbi regolari e i verbi irregolari, ma si hanno verbi deboli, verbi forti e verbi misti. Nella lingua italiana, inoltre, le desinenze dei verbi si suddividono in -are (prima desinenza), -ere (seconda desinenza) e...
Lingue

Come usare i verbi modali may e must in inglese

L'inglese, come sappiamo, è la principale lingua parlata al mondo e per conoscerla bene, basta imparare le principali nozioni grammaticali. La grammatica inglese, infatti, è costituita da alcune semplici regole da assimilare per una corretta formulazione...
Lingue

Francese: i verbi impersonali

In questa guida esamineremo e impareremo a riconoscere una costruzione grammaticale tipica della lingua francese: la costruzione impersonale dei verbi.I verbi impersonali sono alcuni verbi "difettivi" che si utilizzano solo alla terza persona singolare,...