Come usare i pronomi e gli aggettivi indefiniti negativi in latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latino è una lingua arcaica, utilizzata in Europa ed in Africa settentrionale già nei millenni prima di Cristo. La diffusione dell'idioma venne influenzata dalla grande espansione dell'impero romano. Ancora oggi, viene studiato nei vari licei come quello classico, scientifico e linguistico. Ciò avviene non solo in Italia, ma anche in molte altre Nazioni del mondo. Molti testi sacri ed i grandi classici sono in lingua latina. Inoltre, le cerimonie religiose ufficiali vengono tuttora recitate in latino. Base delle cosiddette lingue romanze, possiede una struttura grammaticale complessa ma interessante. A tal proposito, ecco come usare il pronomi e gli aggettivi indefiniti negativi. Sfrutteremo qualche semplice esempio per chiarire e semplificare ogni dubbio.

27

Occorrente

  • Testo di grammatica latina
  • Esercizi
37

In genere, gli aggettivi ed i pronomi indefiniti negativi indicano un'azione di cose e persone non definite. La frase, assume un significato negativo. Per chiarire meglio il concetto, prendiamo ad esempio "Non ho visto nessuno". Per costruire delle frasi di questo tipo si utilizzano neuter, neutra, neutrum (pronome e aggettivo) = nessuno. Indica qualcuno fra due persone che partecipano ad un'azione. Nullus, nulla, nullum (ne ullus) (aggettivo) = nessuno. Nihil (ne hilum) (pronome neutro) = niente; ed infine, nemo (ne homo) (pronome maschile e femminile) = nessuno.

47

Gli aggettivi ed i pronomi indefiniti negativi, in latino, possono avere un duplice utilizzo con una oppure due negazioni. Per chiarire un po' le idee, facciamo qualche esempio. In una frase, utilizziamo "nemo" come pronome sia maschile che femminile, con riferimento a nomi di persona. Tuttavia, si può utilizzare anche come aggettivo sia al nominativo che all'accusativo. In Italiano utilizziamo l'avverbio di negazione "non". In latino, invece, troviamo il pronome oppure l'aggettivo negativo. Ad esempio: "neminem vidi" in italiano diventerà "non ho visto nessuno".

Continua la lettura
57

Discorso differente quando in una frase ci si trova dinnanzi a dei pronomi o aggettivi indefiniti negativi e l'avverbio di negazione "non". In latino, due negazioni danno origine ad una frase di senso positivo. Per avere un'idea più chiara facciamo qualche esempio. "Non nemo venit" (qualcuno è venuto). E "nemo non venit" (sono venuti tutti). In ciascuno, si osservi la posizione del "non". Infatti, in caso di affermazione debole va a precedere l'avverbio, l'aggettivo o il pronome. Invece, per indicare un'affermazione totale si pone davanti al verbo principale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere al meglio il concetto e farlo proprio, eseguire quanti più esercizi è possibile
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Superiori

Il genitivo latino: guida al suo utilizzo

In latino, il genitivo introduce il complemento di specificazione. Serve a specificare il concetto espresso da un sostantivo, da un aggettivo, da un verbo. Il genitivo latino, quindi, può dipendere da: 1. sostantivi; 2. aggettivi e participi con valore...
Superiori

Le 5 cose da sapere per andare bene in latino

Il latino è una delle materie più odiate e più temute dagli studenti delle scuole superiori. Tendenzialmente considerata una lingua morta e incomprensibile, questa materia è in realtà più facile di quello che sembra. Ci sono però almeno 5 cose...
Superiori

Come Declinare Correttamente Gli Aggettivi Della Seconda Classe Latina

La principale differenza tra la grammatica italiana e quella latina consiste nella presenza delle declinazioni. In latino, così come i nomi, anche gli aggettivi si declinano. Tuttavia mentre i primi si dividono in cinque gruppi, i secondi si classificano...
Superiori

Come declinare correttamente gli aggettivi della prima classe latina

Dopo aver visto tutte le declinazioni latine, possiamo passare alla flessione degli aggettivi. Se abbiamo imparato bene le declinazioni, non dovremo avere particolari problemi. In ogni caso è sempre bene per lo meno dare una ripassata almeno alle prime...
Superiori

Grammatica latina: aggettivi sostantivati

La lingua italiana è diretta discendente della lingua latina, oggi ormai quasi completamente estinta. Semplicemente perché, nonostante il latino sia rimasta la lingua ufficiale del Vaticano, essa non viene più parlata dagli italiani anche se, comunque,...
Superiori

Come risolvere gli integrali indefiniti

Siamo ben felici di proporre a tutti i nostri lettori ed anche lettrici, che sono amanti della fisica e di tutto ciò che ha a che fare con essa, una guida pratica e del tutto veloce, mediante il cui aiuto concreto poter imparare come e cosa fare per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.