Come trovare l'intercetta nelle equazioni di secondo grado

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le equazioni di secondo grado vengono espresse nella forma ax^2+bx+c=0, dove i coefficienti a, b e c sono diversi da 0. Detto questo, immaginiamo di dover rappresentare l'equazione in un grafico cartesiano bidimensionale, avremo quindi l'ascissa x e l'ordinata y come piano di riferimento.
In questa guida vi verrà illustrato come stabilire se il grafico dell'equazione incrocia questi due assi e trovare i punti di intersezione chiamati "intercetta"

26

Porre la condizione y=0

Nel punto dove il grafico incontra l'ordinata, la coordinata dell'asse y equivale a zero.
Per prima cosa bisogna trasformare l'equazione nella forma esplicita, cioè:

ax^2 + by = c

Quindi, se y=0 la nostra equazione sarà

ax^2 + b (0) = c

o più semplicemente

ax^2 = c.

36

Risoluzione dell'equazione con y=0

Risolviamo l'equazione ax^2 = c.
Dato che dobbiamo trovare il valore di x^2, portiamo il coefficiente "a" a sinistra del segno uguale:

x^2 = c/a

Quindi, per trovare il valore di x

x = √(c/a)

Bisogna ricordarsi che i valori ricavati dall'estrazione dalla radice quadrata sono 2, precisamente di segno opposto.

x = √(c/a) = ± n.

Continua la lettura
46

Risoluzione tramite formula quadratica

In questo caso bisogna risolvere utilizzando la formula quadratica, cioè

x₁, ₂ = [ -b ± √(b² - 4ac) ] / 2a

Basta sostituire i coefficienti per determinare il valore o i valori di x.

I valori che troveremo, positivi o negativi che siano, saranno i punti sull'ascissa dove l'equazione incontra l'asse.

56

Esempio

Proviamo a trovare l'intercetta della seguente equazione di secondo grado:

x^2+3x-10 = 0

Possiamo risolvere tramite fattorizzazione.
La formula illustrata in precedenza è

x₁, ₂ = [ -b ± √(b² - 4ac) ] / 2a

Quindi, sostituendo alle lettere a, b e c i coefficienti della nostra equazione, avremo

x₁, ₂ = [ -3 ± √(3² - 4(1 x (-10)) ] / (2 x 1)
x₁, ₂ = [ -3 ± √(9 - (-40)) ] / 2
x₁, ₂ = [ -3 ± √(9 + 40) ] / 2
x₁, ₂ = [ -3 ± √(49) ] / 2
x₁, ₂ = [ -3 ± 7 ] / 2

Arrivati a questo punto, come detto in precedenza, la formula quadratica ammette due soluzioni perché dobbiamo risolvere:

x₁ = (-3 + 7) / 2 = 4/2 = 2

x₂ = (-3 - 7) / 2 = (-10) / 2 = -5

Abbiamo quindi trovato due valori di x, vuol dire che la nostra equazione incontra per due volte l'asse delle ascisse, precisamente nei punti +2 e -5.

L'equazione viene rappresentata nel riferimento cartesiano sottoforma di parabola, simile ad una "U" o una "V". È possibile, per le equazioni di secondo grado, avere una o due intercette, ma anche nessuna.

66

Conclusione

Ricapitolando, per determinare le intercette di un'equazione di secondo grado, basta applicare la formula quadratica vista in precedenza, sostituire al posto delle lettere a, b e c i coefficienti e risolvere. Il valore/ i valori trovati saranno i punti corrispondenti all'intersezione fra asse e parabola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare il minimo in un'equazione di secondo grado

Se sei alle superiori e la matematica non è proprio il tuo forte o semplicemente hai bisogno di una dritta, questa guida ti potrà essere utile. La matematica è impegno e concentrazione, è conoscere e seguire in ogni dettaglio i vari step per risolvere...
Superiori

Come trovare il massimo in un'equazione di secondo grado

Le equazioni di secondo grado sono dette anche equazioni quadratiche e sono operazioni algebriche che contengono una sola incognita (detta x) e che compare con grado uguale a 2. La formula caratteristica di tale equazione è ax²+bx+c =0. Lo studio dei...
Superiori

Guida alle equazioni di grado superiore al primo riducibili al primo grado

Le equazione rappresentano un argomento della matematica che, non sempre, risulta di facile comprensione per tutti gli alunni. Il motivo di tale difficoltà risiede, essenzialmente, nel numero elevato di regole, formule e teoremi. Attraverso i passi di...
Superiori

Come calcolare il grado di un sistema di equazioni

Nello studio della matematica uno di principali argomenti è quello dalle equazioni. Tale studio parte da quelle più semplici ossia quelle di primo grado. La materia si estende poi verso argomenti più complessi come le equazioni di grado superiore al...
Superiori

Come risolvere le equazioni di 1 grado

La matematica è una materia importantissima che va studiata con molta attenzione. Non bisogna tralasciare nessun argomento e occorre imparare le formule necessarie a svolgere l'argomento trattato. Tra gli argomenti più importanti in assoluto vi sono...
Superiori

Come risolvere le equazioni di quarto grado

Esistono diversi tipi di equazioni, ma quelle di quarto grado sono sicuramente quelle più complicate, almeno per le persone inesperte o alle prime armi. Ci sono diversi passaggi da capire e molti procedimenti da seguire. In questa semplice guida vi verrà...
Superiori

Come ricavare un'equazione di secondo grado essendo note le due radici

Un'equazione di secondo grado, definita anche equazione quadratica, è un'uguaglianza algebrica in cui è presente una sola incognita, il cui grado massimo è pari a 2. La forma tipica di un'equazione di secondo grado è: ax^2 + bx + c = 0, in cui il...
Superiori

Come risolvere un'equazione di secondo grado

Un'equazione di secondo grado è sicuramente un po' più difficile da risolvere rispetto a un'equazione di primo grado; per riolvere queste equazioni bisogna applicare una formula che è bene imparare a memoria perché ricorre in numerose applicazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.