Come trovare l'angolo nel moto parabolico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La fisica è una materia molto complessa. Infatti durante i mostri studi, universitari o scolastici, ci può creare tantissimi problemi e grattacapi di ogni genere. Bisogna quindi studiarla con estrema attenzione e impegno. In questa guida vedremo una problematica specifica. Il moto parabolico è bidimensionale e viene anche comunemente denominato "moto del proiettile" perché è facilmente descrivibile con la traiettoria che assume un proiettile sparato da un punto specifico fino a che lo stesso non tocchi terra. In questa guida useremo alcune formule inerenti al moto parabolico per trovare l'angolo. La stessa sarà, inoltre, correlata anche da immagini che semplificheranno maggiormente le formule che andrete ad utilizzare. Vediamo, quindi, come trovare l'angolo nel moto parabolico.

26

Occorrente

  • Calcolatrice scientifica
  • Foglio per trascrivere i calcoli e i vari passaggi
  • Dimestichezza con la matematica e la fisica
36

La composizione

Il moto parabolico è la composizione di due differenti moti indipendenti e simultanei; il moto rettilineo uniforme, con velocità costante, che si svolge sull'asse "x" e quello che si svolge sull'asse "y" del sistema cartesiano denominato uniformemente decelerato (durante la fase di salita) e uniformemente accelerato (durante la fase di discesa). Prima di partire con i calcoli diretti è necessario specificare alcuni dei simboli che utilizzerò nelle formule seguenti. Per calcolare l'angolo partiamo dalla formula che consente di calcolare la gittata (xG) e così facendo troviamo che: xG = 2vo^2 cos^2a tan a / g di cui xG = 2vo^2 cos a sin a / g fino ad arrivare a xG = vo^2 2cos a sin a / g. A questo punto è necessario utilizzare semplicemente le formule inverse per trovare l'angolo "a".

46

I termini

Con "xG" verrá indicato il termine per specificare la gittata. Ovvero la distanza orizzontale tra il punto di lancio e il punto in cui il proiettile tocca il suolo. Mentre "vo" è il vettore velocità del proiettile che in questo caso avrà un valore costante, "g" è il valore dell'accelerazione di gravità ed anche in questo caso rimane costante. Il valore relativo all'angolo Alpha verrà indicato con l'utilizzo della lettera "a". Inoltre nelle formule il simbolo " ^ " indica l'elevazione, mentre il numero successivo il valore, (esempio: 2^2 significa 2 elevato al quadrato). Il simbolo " * " indica la moltiplicazione e il simbolo " / " indica la divisione.

Continua la lettura
56

In conclusione

Il primo passaggio è lo spostamento di "g" tramite la formula xG * g = vo^2 2cos a sin a. Ora portiamo anche "vo^2" e così facendo la formula diventerà xG * g / vo^2 = sin^2 a. A questo punto possiamo anche scrivere in questo modo la formula: sin2 a =g xG / vo^2. Abbiamo visto come trovare l'angolo nel moto parabolico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non esistono scorciatoie, per cui solo uno studio approfondito potrá farvi comprendere al meglio questo argomento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'area sottostante un arco parabolico

La geometria analitica è una di quelle materie che crea sempre molte difficoltà agli studenti. Non è più facilmente risolvibile con delle semplici formule ma occorre ragionarci con estrema attenzione. In realtà basta avere ben chiare poche regole...
Superiori

Come trovare l'angolo tra le diagonali di un cubo

Se si disegnano due linee diagonali in un quadrato, si formerebbe una croce al centro e quattro triangoli rettangoli, poiché le due diagonali si incrociano a 90 gradi. Si potrebbe quindi intuitivamente immaginare che due diagonali in un cubo, ognuna...
Superiori

Come trovare il seno di un angolo senza un calcolatore

Uno degli scopi principali che si pone la materia della trigonometria, è lo studio delle funzioni trigonometriche, che sono una specifica branca delle funzioni, che hanno la particolarità di essere costruite partendo dalla circonferenza geometrica....
Superiori

Come calcolare l'ampiezza dell'angolo di un pentagono

Il pentagono lo conoscono tutti, cioè una figura moto importante nella geometria. Tale figura è riconoscibile facilmente in quanto è formata sia da cinque lati, che da cinque angoli. Chi non ha buone basi e conoscenze matematiche, però potrebbe riscontrare...
Superiori

Come calcolare il seno di un angolo non noto

In trigonometria, il seno di un angolo è il rapporto tra la lunghezza del cateto opposto all'angolo stesso e la lunghezza dell'ipotenusa: essendo quest'ultima coincidente con il raggio, che in una circonferenza goniometrica è sempre uguale ad uno, ne...
Superiori

Come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano

In questo tutorial vi spiegheremo come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano. Questo è uno dei problemi mano conosciuti, però importante ugualmente come spesso appare nelle tracce. Continuate la lettura che vi spiegheremo come lo dovrete...
Superiori

Come calcolare l'angolo di elevazione

Se si vuole istallare correttamente una parabola satellitare, bisogna conosce delle grandezze al fine di ottenere un ottimo segnale da parte del nostro dispositivo. Uno di questi importanti parametri è senza ombra di dubbio l’angolo di elevazione,...
Superiori

Come calcolare il coseno di un angolo

In trigonometria, dato un triangolo rettangolo, il coseno di uno dei due angoli interni adiacenti all'ipotenusa è definito come il rapporto tra le lunghezze del cateto adiacente all'angolo e dell'ipotenusa. Più in generale, il coseno di un angolo alpha,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.