Come trovare il minimo in un'equazione di secondo grado

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se sei alle superiori e la matematica non è proprio il tuo forte o semplicemente hai bisogno di una dritta, questa guida ti potrà essere utile. La matematica è impegno e concentrazione, è conoscere e seguire in ogni dettaglio i vari step per risolvere gli esercizi di determinati argomenti. Quindi non demordere, segui bene la guida e riuscirai a raggiungere il risultato in breve tempo. In seguito verrà trattato l'argomento delle equazioni di secondo grado, nello specifico come trovare il minimo in un'equazione di secondo grado.

27

Occorrente

  • Quaderno e penna, libro di testo, appunti del professore
37

Prima di entrare nel dettaglio per riuscire a capire come trovare il minimo nelle equazioni di secondo grado, ricordiamo, in modo veloce e semplice, cos'è un'equazione di secondo grado.
Anzitutto ricorda che le equazioni di secondo grado sono quelle che hanno una sola incognita X, con grado uguale a due. La formula generale è: ax+bx^2+c=0.
L'equazione di secondo grado può essere di tre tipi: completa, pura o spuria.
Nel primo caso, equazione di tipo completa, a; b; c devono essere diversi da zero. Si definisce pura, l'equazione di secondo grado, quando b risulta essere uguale a 0. Nel terzo ed ultimo caso, l'equazione si definisce spuria se il coefficiente c vale 0.
Formula generale di equazione di secondo grado completa: ax+bx^2+c=0.
Formula generale di equazione di secondo grado pura: ax^2+c= 0.
Formula generale di equazione di secondo grado spuria: ax^2+b= 0.

47

A questo punto siamo pronti per passare alla parte principale della guida: come trovare il minimo in un'equazione di secondo grado.
Quando si va a risolvere un'equazione di secondo grado, regola generale indicata nello step precedente, si avrà un risultato che può essere positivo o negativo, ed è proprio questo particolare che ci consente di trovare il minimo o il massimo. Risolvendo l'equazione, si potrà poi associare ad un grafico che nel caso suddetto sarà una parabola con una concavità che può andare verso il basso oppure verso l'alto.

Continua la lettura
57

Quindi, riassumendo: trovare la derivata f'(x)=0. Se la derivata sarà positiva allora la parabola andrà verso l'alto e in questo caso si è giunti a trovare il minimo.
Disegnare un piano cartesiano, tracciare i punti secondo i risultati ottenuti e tracciare la parabola
Nel caso la derivata avesse valore negativo, la parabola verte verso il basso e in questo caso si è giunti a trovare il massimo.
Secondo le formule avremmo: f'(x)=0; se f'(x) > 0 = minimo (parabola verso l'alto); se f'(x) < 0 = massimo (parabola rivolta verso il basso).

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere bene la teoria, esercitarsi costantemente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come ricavare un'equazione di secondo grado essendo note le due radici

Un'equazione di secondo grado, definita anche equazione quadratica, è un'uguaglianza algebrica in cui è presente una sola incognita, il cui grado massimo è pari a 2. La forma tipica di un'equazione di secondo grado è: ax^2 + bx + c = 0, in cui il...
Superiori

Come risolvere un'equazione di secondo grado

Un'equazione di secondo grado è sicuramente un po' più difficile da risolvere rispetto a un'equazione di primo grado; per riolvere queste equazioni bisogna applicare una formula che è bene imparare a memoria perché ricorre in numerose applicazioni....
Superiori

Come scomporre un'equazione di grado superiore al secondo

La matematica è una disciplina che per molte persone può rappresentare un vero e proprio ostacolo. Quando non riusciamo a capire come si eseguono alcune operazioni possiamo cercare online fra le moltissime guide presenti che ci spiegheranno i vari passaggi....
Superiori

Come trovare l'intercetta nelle equazioni di secondo grado

Le equazioni di secondo grado vengono espresse nella forma ax^2+bx+c=0, dove i coefficienti a, b e c sono diversi da 0. Detto questo, immaginiamo di dover rappresentare l'equazione in un grafico cartesiano bidimensionale, avremo quindi l'ascissa x e l'ordinata...
Superiori

Come risolvere un'equazione di primo grado

La matematica è una delle materie cardini del sistema scolastico soprattutto se si è scelto un orientamento di tipo scientifico, tuttavia può costituire un ostacolo anche per gli studenti più volenterosi. Se non spiegata bene è difficile capirla,...
Superiori

Come risolvere un'equazione di terzo grado

Capita prima o poi di doversi misurare con un'equazione di terzo grado e di non capire come riuscire a risolverla. Scopriamolo insieme. Prima di pronunciare la solita frase "a cosa mi servirà mai nella vita saper risolvere un'equazione di terzo grado?",...
Superiori

Come risolvere un'equazione di primo grado e applicarla ai giochi di logica

In matematica, dicasi equazione l'uguaglianza tra due oggetti, che possono essere di natura diversa. Gli esercizi potranno anche essere noiosi, ma se imparate a risolvere un'equazione ragionando nella maniera corretta, avrete già appreso i tre quarti...
Superiori

Come Svolgere Le Disequazioni Di Secondo Grado

Per eseguire correttamente le disequazioni di secondo grado o quadratiche, devi prestare parecchia attenzione ai vari passaggi. Per velocizzare i calcoli, applica in modo appropriato le varie regole. Una minima distrazione o disattenzione potrebbe compromettere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.