Come trovare il minimo di una successione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali deve essere possibile individuare un primo, un secondo, un terzo e, nel complesso, un n-esimo termine per ciascun numero naturale n. Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali deve essere possibile individuare un primo, un secondo, un terzo e, nel complesso, un n-esimo termine per ciascun numero naturale n. Diversamente da quanto accade per gli insiemi numerabili, nel caso della successione è importante l'ordine degli oggetti, e un medesimo oggetto è in gradi di presentarsi più di una volta, infatti differenti termini possono coincidere insieme. Queste proprietà hanno similitudini a quelle che differenziano una n-upla ordinata rispetto un insieme formato da n elementi. Vediamo di seguito come trovare il minimo di una successione.

25

Definizione di una successione

Per trovare il minimo di una successione prima di tutto teniamo a mente la definizione: per una successione an, L è il limite massimo di an se si tratta dell’estremo minimo dei maggioranti definitivi. Un maggiorante definitivo per an è una cifra M, quindi troviamo ν ∈ IR in modo che an < M∀n > ν. Allo stesso modo il minimo limite è definito come l’estremo maggiore dei minoranti definitivi, in cui un minorante definitivo è una cifra m per la quale sussiste ν ∈ IR in modo che an > m∀n > ν.

35

Verifica delle proprietà

Da questo presupposto si ottiene questa definizione: una cifra L è massimo limite di una successione an nel caso in cui si verifichino le seguenti proprietà congiuntamente: ∀ε > 0∃ν ∈ IR: an < L + ε ∀n > ν∀ε > 0, per indici infiniti an > L − ε. Allo stesso modo che per il maggiorante definitivo una cifra pari a l è limite minimo di una successione nel caso in cui si verifichino le seguenti proprietà congiuntamente: ∀ε > 0∃ν ∈ IR: an > l − ε ∀n > ν∀ε > 0, per indici infiniti an < l + ε.

Continua la lettura
45

Individuazione del minimo

Una modalità per individuare il limite massimo e minimo di una successione è questo: individuare due sottosuccessioni {ank}, {anh}, tendenti a due limiti differenti, l, L, e poi, nel caso in cui l sia definita in modo che∀ε > 0∃ν ∈ IR: an > l − ε ∀n > ν l è limite minimo di an. Invece nel caso in cui L sia definita in modo che∀ε > 0∃ν ∈ IR: an < L + ε ∀n > νL è limite massimo di an.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come dimostrare che una successione è limitata

Non tutti possono capire ogni materia che si presenta all'università o a scuola e in molti casi, una delle materie più complesse da studiare sin dalle scuole elementari è sicuramente la matematica. La matematica può mettere spesso in difficoltà a...
Superiori

Come calcolare il Minimo Comune Multiplo

Gli studenti che non apprezzano l'algebra trovano spesso difficoltà sul calcolo del Massimo Comune Divisore (M.C.D) e del minimo comune multiplo (m.c.m). Con un po' di pratica e l'acquisizione di un buon metodo questi esercizi risultano semplici e abbastanza...
Superiori

Come calcolare il massimo e il minimo di una funzione

In matematica si possono trovare tra le varie operazioni da compiere, le cosiddette funzioni. Una funzione è in sostanza una relazione che si crea tra due valori generici, x, detto dominio, ed y, detto codominio. Il massimo e minimo di una funzione invece...
Superiori

Come risolvere i problemi di massimo e minimo con le derivate

Se dovete risolvere problemi relativi alle derivate, riguardanti il massimo e minimo di una funzione, questo tutorial vi aiuterà nell’intento. Il concetto è abbastanza macchinoso, ma con l’adeguata applicazione e il giusto apprendimento delle nozioni...
Superiori

Come calcolare il minimo comune multiplo tra polinomi

Lo studio dei polinomi inizia alle medie, e per la prima volta ci confrontiamo con una matematica che ha poco a che fare con la realtà. Soffermarci su argomenti come calcolare il calcolo del minimo comune multiplo è quindi importante. Anche se ci sembrano...
Superiori

Come calcolare il polinomio minimo di una matrice

Il polinomio minimo di una matrice viene utilizzato in algebra lineare e serve per determinare la diagonalizzabilità e la forma canonica di Jordan della trasformazione o matrice. La definizione può in un primo momento far presagire che questo sia...
Superiori

Come trovare le coordinate del vertice di una parabola

Se devi risolvere un particolare compito di geometria analitica e il testo del tuo esercizio ti richiede di trovare le coordinate del vertice di una parabola, a seguire sarà illustrata una semplice e rapida guida che ti aiuterà nel calcolo. Le parabole...
Superiori

Come trovare la bisettrice di un triangolo isoscele

Se dovete trovare la bisettrice di un triangolo isoscele e non sapete proprio come procedere, non preoccupatevi: avete trovato la guida giusta per voi! Tramite questo tutorial, infatti, vi spiegheremo come calcolarne il valore, in maniera semplice e corretta....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.