Come trovare il limite di una funzione trigonometrica

Tramite: O2O 27/04/2021
Difficoltà: media
19

Introduzione

Anche se l'analisi matematica potrebbe sembrare un argomento molto complesso, i suoi teoremi, le sue formule ed i suoi esercizi sono esplicativi e dimostrativi dell'applicazione di teorie. Pertanto, entrando nell'ottica di questa affascinante materia e comprendendone il meccanismo, si può godere di notevoli soddisfazioni, ogniqualvolta si arriva alla risoluzione di un problema affrontato. In matematica il criterio di limite è di fondamentale importanza, perché consente svariati tipi di calcolo, come ad esempio quello di sommare elementi infiniti sempre più piccoli che ci condurranno ad un risultato abbastanza vicino alla realtà, ossia ad un valore che può essere: finito, infinito o inesistente. In altri termini si tratta di un valore che viene avvicinato sempre più da una funzione senza mai essere raggiunto da essa. Questo succede nel caso in cui la variabile indipendente (generalmente x) tende a zero, a infinito o ad un valore specifico dell'intervallo di esistenza della funzione. Vediamo dunque come trovare il limite di una funzione trigonometrica.

29

Occorrente

  • Foglio
  • Righello
  • Compasso
  • Matita
39

Misurare gli angoli

Una funzione goniometrica (o trigonometrica) è una funzione che ci permette di studiare gli angoli e sono fondamentali per il calcolo dei lati di un triangolo. Tutti le conosciamo come: seno: sen (x), coseno: cos (x), tangente: tan (x), cotangente: cotan (x), arcotangente: arctan (x). Per utilizzare funzioni trigonometriche, dobbiamo prima capire come misurare gli angoli. Anche se possiamo usare sia radianti che gradi, i radianti sono una misura più naturale perché sono correlati direttamente alla cerchio unitario, ovvero un cerchio con raggio 1. La misura radiante di un angolo è definita da un angolo avente la lunghezza dell'arco corrispondente a quella del cerchio unitario. Poiché un angolo di 360° corrisponde alla circonferenza di un cerchio o ad un arco di lunghezza 2?, possiamo dire che un angolo di 360° ha una misura radiante di 2?. Allo stesso modo, noteremo che 180° equivale a ? radianti.

49

Ricavare il campo di esistenza

Prima di procedere con il calcolo del limite, dobbiamo prima ricavare il campo di esistenza della funzione, ossia quell'intervallo per cui la funzione risulta un valore accettabile di y, dove y=f (x). Solitamente il dominio è esteso a tutto il campo dei numeri reali, però esistono casi particolari. Il primo riguarda le equazioni fratte, dove si pone il denominatore diverso da 0. Il secondo sono i radicali, in cui l'argomento della radice deve essere maggiore o uguale a 0. Infine abbiamo i logaritmi, nei quali l'argomento deve essere maggiore di zero.

Continua la lettura
59

Definire le funzioni trigonometriche

Per definire le funzioni trigonometriche, considerare innanzitutto un cerchio unitario centrato sull'origine e un punto P = (x,y) sul cerchio stesso. Impostiamo ? come un angolo con un lato iniziale che si trova lungo l'asse x e con un lato terminale che è la coordinata y. Si dice che un angolo in questa posizione sia in posizione standard. Possiamo quindi definire i valori delle sei funzioni trigonometriche per ? in termini di coordinate X e Y.

69

Calcolare il dominio

Per quanto riguarda invece le funzioni trigonometriche, il campo di esistenza agisce sugli angoli, e quindi abbiamo un intervallo del tipo (-2x, 2x), dove x corrisponde al ? (in angolo 180°). A questo punto iniziamo ad eseguire lo studio della nostra funzione calcolando il dominio di essa. Se non presenta proprietà particolari, calcoliamo il limite (destro e sinistro) su tutto l'angolo giro, in caso contrario bisogna fare l'operazione sull'intervallo adeguato. Le funzioni trigonometriche ci permettono di utilizzare misure angolari, in radianti o gradi, per trovare le coordinate di un punto su qualsiasi cerchio, non solo su un cerchio unitario, oppure per trovare un angolo dato un punto sul cerchio stesso. Inoltre, esse definiscono anche la relazione tra i lati e gli angoli di un triangolo.

79

Trovare il limite

Osserviamo ora il risultato: se uno dei due limiti, destro o sinistro, risulta infinito o non esistente, allora avremo una discontinuità di 2° specie e la funzione convergerà a più o meno infinito secondo l'asintoto verticale x=a, dove a è il valore per cui calcoliamo il limite. La funzione, di conseguenza, convergerà o divergerà a seconda dei risultati. Va detto, quindi, che tale spiegazione è molto generale poiché varia da funzione a funzione; però vi può aiutare a capire meglio l'operazione di limite per un equazione goniometrica.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La geometria e la matematica sono materie appassionanti, alle quali applicare interesse e volontà.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione trigonometrica

La trigonometria è probabilmente l'argomento più ostico e antipatico del programma di matematica delle superiori. Si basa sullo studio dei triangoli, a partire dalla conoscenza di almeno tre tra i suoi angoli e i suoi lati. L'utilizzo però di formule...
Superiori

Come determinare l'esistenza del limite di una funzione

La matematica è sempre stata la materia che ha terrorizzato bambini e ragazzi di qualsiasi generazione, a prescindere dall'indirizzo scolastico. La maggior parte delle complicanze si verifica perché in questa materia i concetti sono tutti l'uno dipendente...
Superiori

Come calcolare il limite di una funzione

Con la seguente guida vi illustrerò come calcolare i limiti di funzioni usando limiti notevoli e teorema di De Hopital. Se vale che: f (x) e g (x) sono derivabili in un intorno di x0 (escluso il punto x0); g'(x) ≠0 nell'intorno in x0; limite di x tendente...
Superiori

Come trovare i punti di discontinuità di una funzione

Quando una funzione a variabili reali è continua, il suo grafico sarà provo di spigolosità e interruzioni, rappresentato con una linea continua e senza strani raccordi e punti con angoli. Questo tipo di funzione è di solito piuttosto facile da studiare.Sfortunatamente...
Superiori

Come trovare l'asintoto verticale di una funzione f(x)?

L'analisi è la branca della matematica che studia le funzioni in base alle loro proprietà e caratteristiche. Quando ci troviamo di fronte ad una formula del tipo y=f(x) spesso non abbiamo la minima idea del suo effettivo comportamento, e dobbiamo per...
Superiori

Come trovare il dominio di una qualsiasi funzione

La matematica è una materia molto complessa perché non è sufficiente imparare i vari argomenti a memoria, ma bisogna capire tutti i passaggi per riuscire poi ad utilizzare le varie formule. Durante lo studio di questa materia, ci sarà sicuramente...
Superiori

Come trovare la funzione inversa di un logaritmo

Studiare non è quasi mai semplice, per nessuno studente a prescindere dal corso che sta seguendo. Sicuramente esistono materie più complesse di altre e, soprattutto, ognuno di voi avrà fatto i conti con la predisposizione verso alcune materie ed il...
Superiori

Come risolvere un limite con forma indeterminata infinito/infinito

Al fine di risolvere una funzione matematica a volte è necessario risolvere uno o più limiti.In generale i limiti possono essere di: una successione, una funzione (il caso che andremo a considerare in questa trattazione), un ultrafiltro e insiemistico.Nello...