Come trovare gli asintoti nelle funzioni

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La matematica è sicuramente una delle materie più complesse da studiare e non tutti riescono a capire tutti gli argomenti con facilità. Grazie ad internet potremo ricercare fra le moltissime guide esistenti la spiegazione dell'argomento che non riusciamo a comprendere, magari con lo svolgimento di qualche semplice esercizio in modo da farci capire nella pratica come si utilizzano le varie formule e i vari teoremi. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a trovare correttamente gli asintoti nelle funzioni.

27

Definizione di asintoto

Ricordiamo per prima cosa, la definizione di asintoto. Questa è una retta o una curva alla quale si avvicina una funzione. Esistono tre tipi di asintoti: asintoto rizzontale, asintoto verticale e asintoto obliquo. Per calcolare questi, bisogna, risolvere dunque i limiti. Partiamo da quello orizzontale, il più facile.

37

Asintoto orizzontale

Un asintoto è orizzontale in una funzione quando ha per ingresso del limite un valore infinito e per uscita un valore finito. Ad esempio, limite per x che tende a infinito di f (x) = 3. Questo è un asintoto orizzontale. Ricordatevi inoltre, che gli asintoti orizzontali non posso coesistere con quelli obliqui. Un'altra cosa importantissima da ricordare, è quella che un limite che ha per ingresso ed uscita, entrambi i valore finiti oppure infiniti, non presenta asintoti.

Continua la lettura
47

Asintoto verticale

Passiamo ora, al calcolo dell'asintoro verticale. Questo è presente in una funzione, il cui limite ha per ingresso un valore finito e per uscita un valore infinito, ovvero: limite per x che tende a 3 = infinito. In questo caso per calcolare il limite, bisogna prime trovare il dominio della funzione, ed a seconda del tipo, analizzare denominatore e numeratore. Ricordate, infine, che gli asintoti verticali invece posso coesistere sia con quelli orizzontali che obliqui.

57

Asintoto obliquo

Infine vi è l'asintoto obliquo. Per trovarlo bisogna risolvere una determinata formula ovvero y=mx+q. M sta a significare "coefficiente angolare" e deve essere sempre diverso da 0, altrimenti si tratterebbe di un asintoto orizzontale (si spiega cosi il motivo per cui questi due non posso coesistere in una funzione). Il valore m si trova dividendo il denominatore della funzione per x. Invece il valore q, si trova sottraendo alla funzione, il valore m (trovato nel passaggio precedente) aggiunto alla x. Entrambi i valori vanno trovati ponendo il limite che tende ad infinito. Con queste considerazioni si conclude la nostra guida su come calcolare gli asintoti di una funzione.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come si calcolano gli asintoti verticale, orizzontale o obliquo in una funzione razionale fratta

In questa guida forniremo il procedimento risolutivo di un dilemma matematico molto comune. Vedremo infatti come si calcolano gli asintoti verticale, orizzontale o obliquo in una funzione razionale fratta. Seguendo i passi qui descritti dovreste essere...
Superiori

Come trovare il dominio nelle funzioni irrazionali fratte

La matematica prevede un numero immenso di regole e formule per risolvere ogni problema presente in questa materia, che spesso è quella che risulta più ostica fra ogni studente di liceo. Un argomento molto conosciuto e approfondito, soprattutto durante...
Superiori

Come trovare l'asintoto verticale di una funzione f(x)?

La matematica è una materia piuttosto complessa e di non facile comprensione, soprattutto per gli alunni più giovani. Ma partendo da delle buone basi, sarà possibile affrontare anche argomenti piuttosto complessi via via che si procederà con lo studio....
Superiori

Come calcolare i limiti di funzioni reali di una variabile reale

Lo studio della funzione è uno degli argomenti principali della matematica. Per lo studio dei limiti di funzioni reali di una variabile reale bisogna, innanzitutto studiare il dominio, per poi calcolare i limiti nei punti di discontinuità e capire se...
Superiori

Studio di funzioni goniometriche

Imparate a studiare le funzioni goniometriche è molto utile per via dell'importanza che esse rivestono in moltissimi ambiti sia della matematica, nell'ambito dell'elettronica ed elettrotecnica, della meccanica e delle telecomunicazioni. Queste funzioni...
Superiori

Come creare grafici di funzioni matematiche

Disegnare e rappresentare il grafico di funzioni matematiche è un'operazione difficile e non molto veloce. Per riuscire a disegnare in un sistema di riferimento cartesiano l'andamento di una funzione occorre una buona conoscenza matematica e una praticità...
Superiori

Matematica: studio del segno e dominio delle funzioni

La guida che verrà esposta in seguito si concentrerà sulla matematica, in quanto vi sarà data una spiegazione logica e più possibile semplificata riguardante lo studio del segno e dominio delle funzioni. La matematica rimane sempre la materia più...
Superiori

Come calcolare l'asintoto obliquo nelle funzioni

La matematica è indubbiamente una di quelle materie più ostiche, a partire dalle elementari fino ad arrivare all'università; questo perché i concetti sono strettamente correlati tra loro. Uno di questi è la funzione, che è composta da domini, limiti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.