Come trasportare un fattore sotto il segno di radice

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La matematica è una materia abbastanza complessa, in quanto oltre allo studio delle semplici operazioni quali: addizione, sottrazione, divisione e moltiplicazione, prevede anche lo studio dei calcoli complessi, come il calcolo dei fattori, della radice quadrata, della percentuale, dei binomi, dei trinomi ecc. Per risolvere questo tipo di calcoli, è necessario conoscere le basi della matematica, altrimenti è un'impresa davvero impossibile; è necessario inoltre, concentrarsi ed avere molta calma. In questa guida vedremo come trasportare un fattore sotto il segno di radice. Le radici e le operazioni correlate, spesso si rivelano essere un duro scoglio da affrontare per tutti gli studenti delle scuole medie. Operare con le operazioni radicali non è complicato se solo ci si sofferma per bene a comprendere i ragionamenti che stanno dietro ad ogni passaggio.

24

Prima di iniziare con la risoluzione vera e propria, è necessario partire osservando con estrema attenzione il fattore che ti viene chiesto di "trasportare sotto la radice". Tale fattore, infatti, deve obbligatoriamente essere positivo, e quindi maggiore di "0", ovvero preceduto dal segno più (stiamo infatti operando con numeri razionali e quindi reali). In caso contrario, e può succedere che ti venga chiesto, dovrai semplicemente dire che l'operazione è "impossibile" e non può, quindi, essere eseguita. Questo deve essere chiaro: un numero negativo non può essere messo sotto una radice, per il semplice motivo che la sua operazione inversa è impossibile.

34

Imparate, quindi, la regola di risoluzione, che non è per niente complessa. Vi ricordo comunque che, in abbinamento alla memoria, in matematica, vi è sempre la comprensione della regola stessa, mediante l'esercizio. Essa dice che per trasportare un fattore positivo al di sotto di una radice bisogna elevarlo a potenza con un esponente uguale a quello dell'indice della radice considerata, ovvero "b per la radice ennesima "n" di "a" è uguale alla radice ennesima "n" che ha come radicando il prodotto tra "a"e "b^n".

Continua la lettura
44

Per poter comprendere al meglio immaginate di dover trasportare sotto radice il "2" all'interno dell'operazione "2 per radice cubica di 5". La radice rimarrà sempre la stessa e, quindi, la lascerete scritta come "radice cubica". Ciò che dovrete cambiare è, naturalmente, il radicando: il radicando, in questo caso, sarà dato, dalla moltiplicazione tra "5" e "2" elevato all'indice della radice, ovvero "3". Il radicando, quindi, sarà "(5)(8)", ovvero "40".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come calcolare la radice quadrata di un numero decimale

La matematica racchiude in sé numerose operazioni e calcoli, alcuni complessi, altri un po' di meno. Ognuno di questi, però, ha dietro di sè una storia molto lunga di calcoli, che col tempo hanno creato delle regole ben definite nell'ambiente matematico....
Elementari e Medie

Come risolvere una doppia radice

Nello studio della matematica alle scuole medie si arrivano ad affrontare le operazioni con i radicali, ovvero tutti quei numeri (monomi e polinomi) che si trovano sotto una radice. Molte volte alcune di queste operazioni appaiono complicate, ma con un...
Elementari e Medie

Come calcolare la radice cubica di un numero con la virgola

L'estrazione della radice cubica di un numero decimale è un procedimento molto semplice, se possedete le basilari competenze in materia. Il calcolo non è molto differente da quello di un numero naturale, quindi, se siete consapevoli di non essere delle...
Elementari e Medie

Come capire se un numero è un quadrato perfetto senza ricavarne la radice

Cifre, numeri e conteggi...incubo e terrore di molti di noi che di fronte alla minaccia di complicate moltiplicazioni, orrende frazioni, e mostruose radici quadrate, rischiano di perdere la testa!Succede così che l'insegnante di matematica è spesso...
Elementari e Medie

Come fare la prova della moltiplicazione in colonna

La moltiplicazione appartiene al gruppo di base dei calcoli aritmetici. Non si può moltiplicare se non si conosce prima il calcolo dell'addizione. E non si può dividere, se non si conoscono i meccanismi della sottrazione e della moltiplicazione. Questa...
Elementari e Medie

Come si calcola il valore assoluto di una frazione

In questa guida vi illustrerò come si calcola il valore assoluto di una frazione. Questa operazione si rende necessaria quando bisogna risolvere una frazione e determinate il campo di esistenza di questo. È possibile risolvere questo problema in diversi...
Elementari e Medie

Come riconoscere un verbo irregolare

I verbi vengono definiti irregolari quando presentano delle difformità nella loro coniugazione, e in particolare possono mutare la radice o la desinenza in uno o più tempi. Nella lingua italiana i verbi irregolari sono tanti, e gran parte di loro appartengono...
Elementari e Medie

Come avviene il processo di germogliazione

Vi siete mai posti la domanda: Come avviene la nascita di una nuova pianta? In questa guida verrà spiegato il processo di germogliazione (o germinazione) nelle sue fasi. Il processo della riproduzione di una pianta superiore avviene complessivamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.