Come Trasformare Una Potenza Di Un Numero Con Esponente Negativo In Frazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

L'elevazione a potenza è una delle operazioni matematiche che tutti abbiamo incontrato almeno una volta durante il periodo scolastico. Alcune operazioni sono molto semplici da eseguire, mentre altre lo sono meno, come per esempio quando l'esponente è una frazione o un numero negativo. A tale proposito, nei passaggi successivi di questa guida ci occuperemo di capire come bisogna procedere per trasformare una potenza con esponente negativo in una frazione.

27

Occorrente

  • potenza con esponente negativo
37

Innanzitutto, occorre tenere bene a mente da cosa è composta la potenza, ovvero da una base (il numero su cui viene compiuta l'operazione) e da un esponente (ciò che "Opera" sulla base). La potenza di un numero è il prodotto di fattori uguali alla base, tante volte quante indicate dall'esponente. Di fatto, quello che bisogna fare è prendere la base e andarla a moltiplicare per se stessa il numero di volte indicato nell'esponente. Supponiamo dunque di avere 4 elevato alla seconda; avremo, quindi, 4 per 4 ovvero 16; allo stesso modo 4 alla terza corrisponderà a 4 per 4 per 4 ovvero 64.

47

La stessa regola si applica alla potenza di una frazione, che sarà il prodotto di tante frazioni uguali a quella di base per il numero di volte indicato dall'esponente. Pertanto, 2/3 elevato alla terza sarà uguale a 2/3 per 2/3 per 2/3, ovvero 8/27. Abbiamo, infatti, semplicemente moltiplicato 2 per 2 per 2 ottenendo 8 e 3 per 3 per 3 che darà 27. Come potrai notare, negli esempi che abbiamo appena fatto sia la base che l'esponente sono positivi, ma ci si può trovare davanti a una potenza con esponente negativo. In tal caso occorrerà trasformare l'intera potenza nel denominatore di una frazione avente 1 come numeratore e andare a cambiare il segno dell'esponente da negativo a positivo. Pertanto, nel caso in cui si abbia una potenza elevata a un numero negativo sarà necessario trasformarla in una frazione in maniera tale da avere una potenza di una frazione positiva.

Continua la lettura
57

Vediamo ora qualche esempio per poter chiarire al meglio questi concetti: supponiamo di dover elevare 5 alla -2. Poiché l'esponente è negativo, dovremo procedere col trasformare la potenza in una frazione con esponente positivo. Dunque avremo una frazione con numeratore 1 e con denominatore 5 elevato alla 2: 1/5^2.5 elevato alla seconda è uguale a 25, quindi, la mia frazione corrisponderà a 1/25 che è uguale a 0.04. 5^-2 = 1/5^2 = 1/25 = 0.04. Lo stesso procedimento dovrà essere applicato se troviamo 10 elevato alla -2. Bisognerà andare a ricavare una frazione con numeratore 1 e denominatore 10 elevato 2, ovvero 100. Dunque 10 alla -2 è uguale a 1/100 che sarà uguale e 0.01. 10^-2 = 1/10^2 = 1/100 = 0.01. Questo tipo di potenza viene spesso usato per scrivere in poco spazio e velocemente numeri molto piccoli. Per esempio: 10 elevato alla -9 è uguale a 0.000000001

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere le frazioni con esponente negativo

In una potenza si possono riconoscere due elementi: una base ed un esponente. Nella guida seguente chiameremo la base generica "b" e l'esponente generico "n". Quando eleviamo una base b ad un esponente n stiamo dicendo che abbiamo intenzione di moltiplicare...
Superiori

Come calcolare il quadrato della radice cubica

La matematica è una di quelle materie che può creare un sacco di problemi. Spesso gli studenti non riescono a capirla perché troppo slegata dalla realtà. Non ne capiscono l'utilità. Dopo aver studiato le quattro operazioni, infatti, difficilmente...
Superiori

Come effettuare un cambiamento di base nei logaritmi

Un logaritmo è un esponente; per essere più precisi, il logaritmo di un numero x ad una base B è solo l'esponente, per rendere il risultato uguale ad x. Ogni equazione esponenziale può essere riscritta come equazione logaritmica e viceversa, semplicemente...
Superiori

Come Risolvere Un'Addizione Tra Numeri Decimali Periodici

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di matematica. Nello specifico, come avrete già notato attraverso la lettura del titolo della guida, ci occuperemo d'addizione, nella particolare forma tra numeri decimali periodici. Per poter risolvere...
Superiori

Come risolvere le potenze a esponente razionale

La matematica è una materia piuttosto complessa e che richiede moltissimo studio e pratica per essere compresa al meglio. Non tutti ci riescono con naturalezza, e ogni tanto c'è bisogno di una mano in più per poter facilitare la comprensione. Tra gli...
Elementari e Medie

5 metodi diversi per fare le divisioni

Moltissimi alunni delle classi primarie, devono sempre cimentarsi con i primi approcci alla matematica, che coinvolgono le quattro operazioni principali: moltiplicazione, addizione, sottrazione e divisione. Con questi calcoli che possono essere difficoltosi...
Superiori

Risolvere i limiti: alcuni suggerimenti

In questa guida troverete pratici suggerimenti che vi aiuteranno a risolvere problemi di calcolo coi limiti, nei casi piú semplici attraverso esempi essenziali. Troverete spiegate, in forma elementare, quelle regoline di base che, una volta entrate...
Superiori

Come calcolare il limite di una funzione

Con la seguente guida vi illustrerò come calcolare i limiti di funzioni usando limiti notevoli e teorema di De Hopital. Se vale che: f (x) e g (x) sono derivabili in un intorno di x0 (escluso il punto x0); g'(x) ≠0 nell'intorno in x0; limite di x tendente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.