Come Trasferire Le Proteine Dal Gel Alla Membrana Di Nitrocellulosa

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il western blot è una tecnica biochimica che permette di identificare una determinata proteina in una miscela di proteine, mediante il riconoscimento da parte di anticorpi specifici. Nello specifico, per facilitare il riconoscimento, la miscela di proteine viene prima separata in base alle loro dimensioni (o peso molecolare) utilizzando un gel di poliacrilammide, successivamente le proteine vengono trasferite su di un supporto, per meglio dire in una membrana di nitrocellulosa, e quindi si procede al riconoscimento vero e proprio della proteina, mediante l'utilizzo di un anticorpo specifico. Da recenti studi, sono state messe a punto tecniche che permettono il riconoscimento antigene/anticorpo direttamente nella matrice del gel, evitando quindi il trasferimento su membrana. Continuando nella lettura di questo articolo vi saranno fornite delle utili informazioni su come trasferire le proteine dal gel alla membrana di nitrocellulosa.

28

Occorrente

  • carta assorbente per western
  • membrana di nitrocellulosa
  • gel
  • tampone di trasferimento
  • apparato ad immersione
  • spugnette
  • gabbiette
38

Generalmente questa tecnica trova applicazione quando il campione è composto da una miscela di moltissime proteine tali che, con una colorazione standard (blu di Kumasi o nitrato di argento) non si riuscirebbe a distinguerle l'una dall'altra oppure quando, pur avendo bande ben distinte, la proteina in questione è in quantità troppo basse per essere visualizzata con altre tecniche.

48

Il momento in cui, mediante elettroforesi su gel di acrilammide, si saranno separare le proteine sul gel stesso, è consigliabile prendere i vetrini contenenti il gel e bagnarli in acqua deionizzata prima di aprirli, per evitare che essendo caldi, si possano rompere nella manovra o ancor peggio, possano recare danni al gel. È buona norma utilizzare sempre i guanti, in quanto si lavora con acrilammide, la quale è una potente neurotossina. Mettete i vetrini in un contenitore con un po' di quest'acqua deionizzata e apriteli delicatamente; vi accorgerete che il gel rimane adesso ad uno dei due. Ora si avranno a disposizione le gabbiette in cui avverrà il trasferimento e, le rispettive spugnette.

Continua la lettura
58

A questo punto, procuratevi 4 fogli di carta assorbente per western della grandezza e della forma delle spugnette (ritagliate ad esempio 4 quadrati della grandezza di 10 cm X 10 cm se corrisponde) per ogni gabbietta che utilizzerete (la gabbietta di solito va bene per un singolo gel). Inoltre dovrete preparare il tampone di trasferimento, ovvero il liquido in cui queste gabbiette dovranno essere immerse. Prendete il tampone Tris-Glicina al 10 X che tenete in laboratorio e misurate 100 ml in un cilindro da 1 L. Poi aggiungete 700 ml di Acqua Sterile e 200 ml di Metanolo. Versate il litro di tampone di trasferimento nell'apparato ad immersione e intanto chiudete.

68

Adesso, prendete la gabbietta, apritela e bagnatela con del tampone di trasferimento avanzato da un precedente Blotting. Tenere la gabbietta con le spugnette in umido nel tampone, per evitare che si formino bolle di aria mentre fate aderire le varie componenti del "sandwich di trasferimento" che state per preparare. Ora bagnate la carta assorbente nel tampone nel quale tenete in umido la gabbietta. Ponete due fogli di questa carta su una delle spugnette, posta su uno dei lati della gabbietta aperta. Dopodiché lasciate aderire su questa carta assorbente la membrana di nitrocellulosa priva del film protettivo che toglierete proprio in quel momento. Ricordate che la membrana deve essere esposta all'aria il meno possibile perché potrebbe facilmente attrarre delle impurità.

78

Nel momento in cui la membrana è nella carta assorbente bagnata, prendete il gel staccandolo delicatamente dal vetrino e, ponetelo sulla membrana di nitrocellulosa, prestando molta attenzione a che non si formino delle bolle d'aria tra il gel e la membrana. In caso si formassero, schiacciate molto delicatamente il gel finché le bolle d'aria non scivoleranno lateralmente. Successivamente lasciate aderire sopra il gel gli altri due fogli di carta assorbente, la spugnetta e chiudete la gabbietta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Fare Un Elettroforesi Su Gel Di Poliacrilammide

L'elettroforesi è una tecnica analitica e separativa, basata sul movimento di particelle elettricamente caricate immerse in un fluido, per effetto di un campo elettrico applicato mediante una coppia di elettrodi al fluido stesso. In questa guida, in...
Università e Master

Come fare un'elettroforesi su gel d'agarosio

L'elettroforesi su gel d'agarosio rappresenta una particolare ed importante tecnica che vi permette di separare facilmente dei frammenti di DNA opportunamente amplificati mediante il metodo della PCR. A seconda della loro lunghezza i frammenti rimarranno...
Università e Master

Come preparare un gel di agarosio

L'agarosio è un poligalattoside estratto dalle alghe rosse marine. Si solubilizza in fase acquosa solo scaldando, e prende consistenza gelatinosa dopo il raffreddamento a temperature inferiori ai 45-50°C. Questo ciclo è reversibile, è possibile infatti...
Università e Master

Come effettuare un'analisi di Northern Blot

In questa guida vogliamo spiegare come poter effettuare un'analisi di Northern Blot: iniziamo subito con il dire che le analisi di Northern Blot sono estremamente utili negli studi dell'espressione genica, in quanto servono a determinare se un particolare...
Università e Master

Come fare un western blot

Il "western blot", conosciuto anche come processo di immunorivelazione, è una tecnica immunochimica mediante la quale è possibile eseguire l'identificazione della presenza di determinate proteine all'interno di una miscela; questa verifica avviene tramite...
Università e Master

Biologia: il traffico vescicolare

In biologia, il traffico vescicolare rappresenta un processo estremamente importante, perché consente la comunicazione fra l'interno della cellula e l'esterno, per mezzo delle essenziali vescicole di trasporto. Il traffico vescicolare si verifica grazie...
Università e Master

Appunti di chimica: autossidazione radicalica

Nel corso del nostro percorso di studio, scolastico o universitario, possiamo incorrere in argomenti o materie piuttosto complicate. Ad esempio la chimica è una di quelle materie che può provocare molti problemi derivanti dalla sua natura complessa....
Università e Master

Appunti di fisiologia : le sinapsi

Ognuno di noi sa che l'unità funzionale del nostro cervello sono i neuroni. Spesso ignoriamo però i meccanismi attraverso i quali essi comunicano e funzionano. Nei seguenti appunti di fisiologia ricorderemo velocemente il ruolo essenziale delle sinapsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.