Come tradurre le versioni di latino

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La versione di latino, è da sempre il disagio apparente, che mette in crisi migliaia di studenti del liceo. La traduzione dal latino, infatti, non è per niente semplice se non si utilizza uno schema di lavoro ben preciso e non si possiede una buona base di grammatica, in particolar modo l'analisi logica. Per sapere come tradurre le versioni di latino, e riuscire finalmente nell'impresa, non devi far altro che proseguire con la lettura della guida. Con semplici e pochi passi, potrai tradurre lunghe versioni o frasi articolate e complesse.

26

Occorrente

  • Dizionario di latino
36

Il segreto per tradurre correttamente una versione di latino, consiste nel considerare la versione di latino come un vero e proprio puzzle: collegando all'interno di un periodo o di una frase i singoli pezzi, l'uno accanto all'altro (il sostantivo con il verbo, e l'aggettivo con il sostantivo), riuscendo così ad ottenere una chiara ed ordinata visione, prima ancora di passare alla traduzione dei lemmi. Leggi il brano più volte, compreso il titolo e l'occhiello, ovvero quella breve descrizione che viene prima del testo in latino. Poi leggi un periodo alla volta e separalo con barrette, dopodiché individua durante la lettura le parole che già conosci.

46

Dividi il brano in periodi e, nelle frasi che lo compongono, individua tutti i verbi di modo finito nel periodo, che sono le azioni che i soggetti svolgono. Cerca di collegarli alla congiunzione a cui sono legate. Prima di procedere ad utilizzare un buon dizionario di latino, è consigliabile leggere due o tre volte il brano, per avere un'idea dell'insieme, isolando con tratti di matita le singole proposizioni, sforzandosi di comprendere al meglio quello che è il senso e la struttura della frase che caratterizza il testo. In seguito cerca tutti i verbi di modo non finito, cioè gli infiniti, i participi e i gerundi. Fatto questo lavoro, avrai reso molto più facile la traduzione del periodo. Poi devi misurarti con le singole proposizioni che si traducono nello stesso ordine in cui si trovano in latino.

Continua la lettura
56

Devi capire di che proposizioni si tratta. Bisogna sempre tenere a mente l'osservazione del verbo transitivo, cioè se seguito dal complemento oggetto o se è intransitivo. Nel primo cercherai il complemento oggetto, mentre, nel secondo caso troverai i vari complementi (termine, mezzo). A questo punto, trova gli altri elementi della frase che sono detti circostanziali. Quindi potrai già iniziare a tradurre il periodo, traducendo prima soggetto poi verbo, complemento oggetto e gli altri complementi della frase. Buona preparazione!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per una migliore traduzione occorre che tu sappia le basi della lingua latina
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Versioni di greco e latino: come affrontarle

Il liceo è una delle scuole superiori più impegnative che uno studente possa scegliere, a causa di un gran numero di materie vengono approfondite e che variano dalla matematica al latino e, se si sta parlando di liceo classico, al greco. Queste due...
Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre una versione di latino

Il latino è una materia molto importante, la quale può apparire odiosa perché spesso si incontrano difficoltà nel fare le traduzioni. Per risolvere questo problema basta leggere attentamente questa guida e la versione non sembrerà mai più un ostacolo...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

Come tradurre il dativo di interesse in latino

Il latino è una lingua che presenta una morfosintassi spesso molto differente dalla nostra, con costruzioni particolari che vanno studiate nello specifico ai fini di una buona traduzione con una perfetta resa in italiano corrente. In particolare, in...
Superiori

Come tradurre l'accusativo di relazione in latino

Il caso accusativo viene utilizzato per l'oggetto diretto di verbi transitivi. Ma anche per l'oggetto interno (in gran parte dei verbi intransitivi) e per l'oggetto di un infinito. Anche subordinato (cioè non come soggetto dell'infinito storico), per...
Superiori

Come tradurre il supino in latino

Quando osserviamo un paradigma di un verbo in latino, oltre a trovare la forma della prima persona del presente indicativo, la seconda dello stesso tempo, la prima del perfetto e l'infinito del verbo, troviamo anche un nome verbale denominato supino....
Superiori

Come tradurre al meglio una versione di latino

Per sapere come tradurre una versione di latino è opportuno seguire una serie di suggerimenti. Per prima cosa bisogna leggerla due o tre volte, sia se si è alle prime armi, sia se si mastica già questa lingua. Poi si passa all'analisi del periodo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.