Come tradurre l'accusativo di relazione in latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il caso accusativo viene utilizzato per l'oggetto diretto di verbi transitivi. Ma anche per l'oggetto interno (in gran parte dei verbi intransitivi) e per l'oggetto di un infinito. Anche subordinato (cioè non come soggetto dell'infinito storico), per indicare il luogo. Ma anche l'estensione o la durata, e per l'oggetto di determinate preposizioni. Nel singolare maschile e femminile finisce sempre in -m. Nel plurale maschile e femminile, termina sempre in -s. Invece, nel plurale neutro, finisce sempre in -a. In inglese non abbiamo un caso accusativo in quanto tale. Piuttosto, abbiamo la funzione accusativa del caso oggetto. Ecco quindi come tradurre l'accusativo di relazione in latino.

26

Occorrente

  • Quaderno
  • Penna
  • Vocabolario Latino-Italiano
36

La definizione

L'accusativo di relazione è un residuo del significato originale del caso accusativo. Di solito la relazione viene fatta oggetto di una preposizione. Ma nei casi di città, città e piccole isole, di domus e di rus, il caso accusativo viene usato da solo. Ad esempio Veronam venis? = "Stai venendo a Verona?". Abbiamo una regola simile, ma più limitata, in italiano.

46

Gli utilizzi

Un altro utilizzo importante per il caso accusativo di relazione riguarda questo. L'accusativo di relazione in latino è qualsiasi accusativo che nomini o modifichi l'azione del verbo. L'accusativo di relazione è la forma più semplice per identificare l'accusativo interno. Viene chiamato un "accusativo accoppiato" perché il sostantivo nel caso accusativo usa una stessa radice. Anche esattamente linguistica come lo stelo o la radice del verbo. Canto una canzone = verbo intransitivo, "canto", + accusativo che rinomina semplicemente l'attività di canto. Questo accusativo di relazione si può modificare con aggettivi, ovvero "canto una canzone forte".

Continua la lettura
56

La traduzione

Il caso accusativo viene spesso usato per indicare l'entità (dello spazio) e la durata (del tempo). Ecco un esempio: unum diem remoratus est = "e non aspettò un giorno". Oppure: tria milia passuum processit = "ha avanzato tre miglia". Per estensione, l'accusativo di relazione viene utilizzato anche per dare dimensioni (come alto, largo e profondo a qualcosa). Questo uso avverbiale ha diverse origini possibili, di cui due sono sufficienti per i nostri scopi. Potrebbe svilupparsi dalla funzione "obiettivo" dell'aggettivo: l'obiettivo del viaggio. Ad esempio: Romam venit, essendo molto simile allo spazio passato, decem milia passuum venit. Inoltre, potrebbe ugualmente estendersi nell'accusativo interno: vitam vixit >longam vitamine vixit > multos annos vixit.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prendete appunti per i vari casi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

Come tradurre una versione di latino

Il latino è una materia molto importante, la quale può apparire odiosa perché spesso si incontrano difficoltà nel fare le traduzioni. Per risolvere questo problema basta leggere attentamente questa guida e la versione non sembrerà mai più un ostacolo...
Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre le proposizioni infinitive in latino

In latino, l'infinito oltre ad essere un modo verbale, può fare da soggetto o da oggetto di un'intera proposizione, che, a seconda della sua funzione grammaticale, viene denominata "soggettiva" o "oggettiva". Queste proposizioni in latino vengono definite...
Superiori

Come tradurre le versioni di latino

La versione di latino, è da sempre il disagio apparente, che mette in crisi migliaia di studenti del liceo. La traduzione dal latino, infatti, non è per niente semplice se non si utilizza uno schema di lavoro ben preciso e non si possiede una buona...
Superiori

Come tradurre il supino in latino

Quando osserviamo un paradigma di un verbo in latino, oltre a trovare la forma della prima persona del presente indicativo, la seconda dello stesso tempo, la prima del perfetto e l'infinito del verbo, troviamo anche un nome verbale denominato supino....
Superiori

Come tradurre al meglio le versioni di latino

La lingua latina è sostanzialmente diversa dall'italiano, soprattutto per quanto riguarda la sintassi.L'attività di traduzione da un linguaggio all'altro implica conoscenze lessicali, morfologiche, idiomatiche e sintattiche che a livello scolastico...
Superiori

Come tradurre il dativo di interesse in latino

Il latino è una lingua che presenta una morfosintassi spesso molto differente dalla nostra, con costruzioni particolari che vanno studiate nello specifico ai fini di una buona traduzione con una perfetta resa in italiano corrente. In particolare, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.