Come tradurre il congiuntivo in greco antico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se frequenti il liceo classico uno dei più grossi ostacoli iniziali che incontrerai sarà lo studio del greco antico, una lingua cosiddetta "morta" che però ha influenzato non solo le lingue attuali, ma che è ancora presenti in un gran numero di campi, come la medicina e la matematica. Uno dei principali problemi che si incontrano nel tradurre in italiano testi di una lingua antica è la resa di modi e tempi che, pur avendo lo stesso nome dei loro corrispettivi italiani, hanno un'accezione diversa: è questo il caso, tra i tanti, del congiuntivo in greco, che in questa guida scopriremo come tradurre.

24

Congiuntivo tradizionale

La lingua greca manca del modo condizionale, modo che in italiano serve ad indicare una eventualità che può verificarsi solo al verificarsi di determinate condizioni. Questo non significa che i greci non fossero in grado di formulare frasi affini a queste nostre: in quel caso loro usavano proprio il congiuntivo, che spesso viene quindi tradotto come un classico condizionale.

34

Congiuntivo esortativo

Se frequenti il liceo classico, ovviamente, stai studiando contemporaneamente la lingua latina e quella greca: ti sarai accorto che, pur essendo in parte diverse, queste due lingue sono simili per motli aspetti. In particolar modo ci interessa sapere che, sia in latino che in greco, esiste il congiuntivo esortativo, un congiuntivo che viene utilizzato per esortazioni e, spesso, per invettive. È interessante notare come anche l'italiano, a distanza di millenni, abbia ereditato questa caratteristica: basti pensare a frasi come "Vada via!" o "Presti attenzione!", in cui il congiuntivo acquisisce il senso logico di un imperativo, restando però più formale.

Continua la lettura
44

Congiuntivo dubitativo

Un terzo tipo di congiuntivo che potrai incontrare nello studio della lingua greca è il cosiddetto congiuntivo dubitativo, un congiuntivo che esprime cioè incertezza e perplessità. Come sopra accennato, in greco il congiuntivo fa anche le veci del modo condizionale, che non è presente, e in questo caso accade proprio questo. Nelle espressioni che indicano un dubbio, in italiano, saremmo portati ad usare il condizionale, come nell'interrogativa "dovrei andare via?". In greco una frase del genere verrebbe costruita con il condizionale, nelle prime persone al tempo presente e aoristo: è consigliabile renderlo in italiano utilizzando i verbi servili dovere e potere al modo condizionale. È prevista anche una versione negativà del congiuntivo esortativo greco: in questo caso il verbo è preceduto dalla particella "où".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Latino: periodo ipotetico

Il latino, lingua universale di qualche millennio fa, è la lingua capostipite di moltissime lingue europee. Naturalmente, la lingua che si è sviluppata maggiormente sulla falsa riga del latino è il nostro italiano, ragion per cui per noi italiani è...
Superiori

Latino: i congiuntivi indipendenti

Il latino era una lingua parlata anticamente in gran parte dell'Europa, soprattutto nella zona mediterranea. Oggi, invece, è una lingua che non viene più parlata in nessuna parte del mondo, ma ciononostante viene ugualmente insegnata in alcuni istituti,...
Lingue

Francese: i verbi modali

Come in ogni lingua che si rispetti anche nel francese troviamo i verbi modali (anche detti servili), ed in questa guida vi saranno presentati i principali. Nel caso non vi ricordiate bene quali siano i verbi modali questo link vi rinfrescherà la memoria....
Elementari e Medie

Grammatica: l'uso del congiuntivo

La grammatica italiana, presenta numerose sfaccettature e regole ben precise. Per tale ragione essere in grado di scriverla e parlarla in modo corretto, specialmente per persone di lingua diversa, non è un impresa molto semplice! In questa breve guida,...
Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico dell'obiettività in latino

Il periodo ipotetico è un enunciato che presenta un fatto o una circostanza la cui esistenza o la cui realizzazione dipendono da una o più condizioni (ipotesi). È costituito da due proposizioni: una enunciativa detta apodosi e una suppositiva o ipotetica,...
Elementari e Medie

Regole per l'uso del congiuntivo

La lingua italiana è tra le più affascinanti e complesse del mondo. La sua grammatica è ricca di regole e le forme verbali presentano molti modi e tempi. Apprendere queste regole è fondamentale per comunicare con un buon italiano. Tuttavia troppo...
Superiori

Latino: come riconoscere e tradurre le proposizioni consecutive

La grammatica latina è uno degli scogli principali per gli studenti dei licei. Appena si inizia con i vari complementi è molto difficile tenere tutto bene a mente. Ma quando si passa all'analisi del periodo la situazione si complica ulteriormente. In...
Elementari e Medie

5 regole per non sbagliare il congiuntivo

Come voi lettori e lettrici ben saprete, uno dei tempi verbali più complessi da imparare è certamente il congiuntivo. Il congiuntivo è un modo verbale che indica eventi non oggettivi, surreali, insicuri o non rilevanti Il congiuntivo (non solo per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.