Come tradurre i nomi dal cinese all'italiano

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La lingua cinese è un idioma molto affascinante e per alcuni versi anche abbastanza difficile da apprendere per un madrelingua italiano. Naturalmente è vero anche il contrario; stiamo parlando di un lingua antichissima che prevede l’utilizzo di ideogrammi nel sistema di scrittura. Ma come facciamo a tradurre i nomi dal cinese all’italiano? Come primo aspetto da considerare per effettuare una corretta traduzione dei nomi dal cinese all’italiano dobbiamo andare a visualizzare le basi della lingua cinese. Innanzitutto è bene chiarirsi subito il concetto che nella lingua cinese non esiste alcun alfabeto; ogni lettera italiana quindi non può essere traslitterata nella corrispondente lettera cinese, ecc..

24

Un esempio abbastanza comune riguarda la traduzione dei nomi propri, dagli angoli delle strade con i classici ragazzi asiatici che trascrivono in ideogrammi il nostro nome italiano. Ebbene in cinese ad ogni suono corrisponde una determinata parte di disegno di quel particolare ideogramma. Quindi se vogliamo tradurre un nome italiano come ad esempio “Antonio” dovremmo necessariamente andare a scomporre questo nome in sillabe: An – to – nio. In definitiva il nome “Antonio” in cinese si tradurrà con 3 caratteri che presentano rispettivamente la pronuncia della prima sillaba, poi della seconda e in seguito della terza sillaba.

34

La pronuncia è certamente la parte fondamentale per afferrare completamente questo concetto. Nella traduzione di un nome infatti si andranno a selezionale i caratteri con una pronuncia molto simile o il più possibile vicina al determinato nome straniero. Particolarità vuole che i nomi che presentano una medesima pronuncia, anche se vengono scritti in maniera differente, nella lingua cinese saranno sempre uguali.
Altra curiosità vuole che i nomi cinesi presentano una collocazione ed un ordine all'interno della frase completamente differente rispetto a quello italiano e in generale occidentale. La disposizione del cognome sarà sempre presente prima del nome.

Continua la lettura
44

Naturalmente può accadere che un determinato suono non esista proprio nella lingua cinese; quante volte abbiamo sentito parlare una persona non della nostra lingua con versi incomprensibili. In quel particolare caso non era soltanto la lingua ciò che non comprendevamo ma anche il verso prodotto risultava alquanto irriproducibile da parte nostra.
Nella traduzione dal cinese all'italiano o viceversa, si perderà il significato originario che questo determinato nome possiede nella lingua di partenza. Trattandosi infatti di una traslitterazione i caratteri cinesi non manterranno quindi il genuino significato che possiedono nella loro lingua madre.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Trucchi per tradurre dall'inglese all'italiano più velocemente

Spesso quando si viaggia o si studia, è fondamentale tradurre dall'inglese all'italiano in maniera immediata. Capita però, che a causa della fretta, si rischia di fare una traduzione approssimativa, scadente e errata e di essere molto lenti a tradurre....
Lingue

Come Tradurre Nomi In Giapponese Con Japanese Translator

Negli ultimi anni, in molti sono attratti dall'idea di studiare giapponese, una lingua che, a detta di molti appare molto viva, proprio come l'inglese. Sarà perché Tokio è la città (in verità gruppo di distretti) più viva e dinamica al mondo, sarà...
Lingue

Tedesco: come tradurre il gerundio dall'italiano

Il gerundio è un tempo verbale non presente nella lingua tedesca. Esprime la contemporaneità di un'azione ad un altra e, per poterlo tradurre in tedesco, è necessario ricorrere ad altri modi al fine di ottenere un concetto analogo all'italiano. In...
Lingue

Come Usare I Classificatori In Cinese

Il cinese è la lingua più parlata al mondo come madrelingua, nonché una delle quattro lingue ufficiali di Singapore ed una delle sei lingue delle Nazioni Unite. Una delle principali difficoltà che si incontrano nello studio di questa bellissima lingua...
Lingue

Come esprimere le ore In Cinese

Attraverso questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter esprimere, al meglio, le ore in cinese. Iniziamo subito con il dire che nella lingua cinese esistono moltissime possibilità di giungere a costrutti semantici particolarmente...
Lingue

Come Codificare I Casi Dei Nomi In Tedesco

La lingua tedesca è una lingua molto logica e particolarmente precisa. Ricca di regole, talvolta un po' complicate, ma comunque sempre coerenti. Nella grammatica tedesca un ruolo centrale è rivestito dal tema dei casi che corrispondono sostanzialmente...
Lingue

Latino: tradurre una versione

Tradurre correttamente una versione di latino richiede impegno e determinate conoscenze di base. Per raggiungere buoni risultati, è fondamentale l’acquisizione delle regole grammaticali. Dovete conoscere bene il costrutto sintattico del latino. Dovete...
Lingue

Lingua cinese: le basi

Come voi lettori e lettrici ben saprete, la lingua cinese è una fra le più antiche lingue di tutto il mondo e fa parte di quelle lingue asiatiche che vengono definite come "sino-tibetane". Infatti il cinese non è solo una lingua, ma un insieme di dialetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.