Come tradurre al meglio una versione di latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per sapere come tradurre una versione di latino è opportuno seguire una serie di suggerimenti. Per prima cosa bisogna leggerla due o tre volte, sia se si è alle prime armi, sia se si mastica già questa lingua. Poi si passa all'analisi del periodo, all'analisi logica, poi nel più specifico all'analisi grammaticale e si puo' iniziare a tradurre.

24

La lettura della versione deve essere molto lenta e deve volgere l'attenzione fin da subito soprattutto ai verbi che vengono usati, per capire se l'autore sta parlando in prima persona o meno. Puo' essere utile, dopo aver finito la lettura, cerchiare tutti i verbi che sono presenti nella versione. Per l'analisi più specifica, quella grammaticale, è opportuno ricordare le varie declinazioni, per poter riconoscere il caso di un qualsiasi termine. Ricordo brevemente che le declinazioni sono cinque; ogni declinazione ha sei casi che sono nominativo, genitivo, dativo, accusativo, ablativo e vocativo, ha tre generi che sono maschile, femminile e neutro e ha due numeri che sono singolare e plurale. Ed è opportuno conoscere la coniugazione dei verbi e i vari tempi, presente, congiutivo. Ricordo anche che è molto importante sapere come vengono coniugati gli ausiliari essere e avere.

34

Dopo aver usato questi suggerimenti che sembra facciano perdere tempo ma in realta' servono a rendere più facile la traduzione, si può iniziare tranquillamente la traduzione vera e propria. Se si tratta di versioni di autori famosi come Cicerone o Esodo (cito questi ma c'è ne sono tanti altri), capita spesso di trovare frasi intere tradotte, magari della stessa versione che abbiamo preso in esame, che sono state inserite dopo i vari significati di un determinato termine. Mi spiego meglio: quando si cerca il significato di un termine latino sul dizionario, è possibile trovare diversi significati e come esempi vengono citate frasi intere di versioni che fanno parte di opere scritte da autori famosi. È sempre meglio rileggere più volte la traduzione per rendersi conto se ha un senso o meno.Buona traduzione.

Continua la lettura
44

L'analisi del periodo e a quella logico- grammaticale. Aiutandosi con una matita, si divide attraverso una sbarra tutte le frasi. Per analisi del periodo si intende l'individuazione di più proposizioni (frasi) da cui è composto il periodo. Abbiamo quella principale, che contiene il soggetto e le varie proposizioni coordinate che sono individuate da determinate particelle. Cito una parte di queste per spiegarmi meglio: abbiamo la proposizione incidentale, oggettiva, avversativa, causale, condizionale, consecutiva, finale, dichiarativa, relativa, temporale, modale ecc. Bene, avendo già cerchiato i verbi, dobbiamo ricordarci che ogni frase è composta da soggetto, verbo e complemento oggetto, dopo seguono gli altri complementi come quello di termine o di specificazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre una versione di latino o greco

Tradurre una versione di latino o greco è un' impresa per molti studenti dei vari licei, complice il fatto di non avere studiato alle scuole medie queste materie adeguatamente, si ritrovano senza la preparazione necessaria. In ogni caso non essendo obbligatorio...
Superiori

Come affrontare una versione di latino

Tradurre una versione di latino non è sicuramente l'operazione più semplice da compiere: tuttavia, seguendo alcune tappe in modo rigoroso, potrete riuscire ad affrontare in modo sereno ed arrivare ad una traslitterazione molto fedele nella lingua. È...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

I consigli per imparare a tradurre il latino

Una tra le materie che parecchi studenti trovano difficoltoso imparare è il latino. La maggiore causa di tale difficoltà, è sicuramente da ricercare nel fatto che è una lingua poco parlata e quindi non esercitata abitualmente. Come per qualunque dottrina...
Superiori

Perifrastica attiva in latino

Gli studenti del liceo sono tenuti a imparare diverse lingue, che al'inizio sembrano molto difficili. Una di queste è il latino, che spesso viene considerata lingua "morta" ed è caratterizzata dalla presenza di numerose regole da seguire. Se sei già...
Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico in latino

All'interno di questa breve guida, ci occuperemo di lingue straniere e, per essere più precisi, a una lingua classica: il latino. Come potrete notare già leggendo il titolo della nostra guida, ora andremo a spiegarvi in pochissimi passi, e in maniera...
Superiori

Come tradurre il supino in latino

Quando osserviamo un paradigma di un verbo in latino, oltre a trovare la forma della prima persona del presente indicativo, la seconda dello stesso tempo, la prima del perfetto e l'infinito del verbo, troviamo anche un nome verbale denominato supino....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.