Come tracciare un raccordo tra due rette perpendicolari

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La geometria è una parte della matematica che studia le figure piane e solide. Tracciare un raccordo tra due rette perpendicolari è uno dei primi argomenti trattati e studiati durante durante un corso di geometria o di disegno: in questa semplice e breve guida, leggendo attentamente i passi enunciati, imparerete come procedere nel modo più corretto possibile. Si opera un raccordo quando si congiungono tra loro linee, sia rette sia curve, con archi di circonferenza senza dare luogo a discontinuità. Il disegno dei raccordi presenta qualche difficoltà dal punto di vista grafico: un suggerimento utile per disegnare correttamente i raccordi, dopo averne impostato la costruzione, è quello di "ripassare" prima la curva e poi i tratti rettilinei. Detto cosi può sembrare molto complicato, ma dopo questa guida vi ricrederete. Iniziamo!

27

Occorrente

  • compasso
  • matita
  • gomma
  • foglio
37

Per cominciare, tracciate con l'aiuto di un righello, le due semirette perpendicolari che avete bisogno di raccordare; in questo modo, troverete il cosiddetto punto V, cioè il punto di origine delle due rette, da cui partire con il compasso, il quale ovviamente deve avere un'apertura variabile in base alle singole esigenze e alla grandezza del disegno che si deve effettuare. A questo punto, tracciate un arco di circonferenza, determinando i punti A e B che sono semplicemente i punti in cui il raccordo andrà a toccare la retta 1 e 2.

47

Successivamente, dai punti A e B con la stessa apertura usata precedentemente, tracciate due archetti di circonferenza in modo da trovare il punto O (ovviamente risulterà distaccato dall'intero disegno), che costituisce l'intersezione degli archetti; puntate il compasso in O, sempre con la stessa circonferenza utilizzata per tracciare gli archi precedenti, tracciate il raccordo BA che non è altro che l'immagine speculare del raccordo AB. Dopo aver evidenziato, sempre con la matita, le rette sulle quali è stato effettuato il raccordo, cancellate con una gomma leggera tutte le linee di costruzione che avete usato come base per tracciare il raccordo.

Continua la lettura
57

Riassumendo quindi, per effettuare correttamente un raccordo tra due rette perpendicolari dal punto di vista grafico-tecnico è necessario: ricercare il centro del raccordo, individuare i punti di tangenza del raccordo (AB) ed infine tracciare il raccordo stesso. Ovviamente, l'esperienza vi aiuterà a svolgere questo semplice esercizio più velocemente e con più precisione, quindi prendete il compasso, matita e gomma e mettetevi a lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per disegnare un arco di circonferenza è necessario inclinare leggermente il compasso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come raccordare due segmenti perpendicolari

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire, come poter raccordare circa due segmenti perpendicolari. Cercheremo di eseguire il tutto, mediante il classico metodo del fai da te, in modo da essere in grado di mettere in pratica...
Superiori

Come trovare il punto di intersezione tra due rette perpendicolari

La matematica è una delle materie più complesse, gli esercizi affinché vengano fatti bene è necessario studiare la teoria, che poi collegata a tanti esercizi, quindi messa in pratica, risulterà del tutto semplice e piacevole oltre che gratificante...
Superiori

Come dimostrare che due rette sono perpendicolari

In geometria analitica, una delle prime curve che viene trattata appena si inizia a lavorare con i piani cartesiani è la retta. La retta, ente geometrico fondamentale, è la base sia della geometria piana che dell'analisi matematica. Per affrontare,...
Elementari e Medie

Come tracciare la perpendicolare ad una retta passante per un suo punto

La retta è un elemento geometrico, uno dei tre enti fondamentali della geometria euclidea. Le rette per definizione sono infinite, ovvero, al contrario dei segmenti (che sono appunto porzioni di rette), non hanno un punto di inizio ed uno di fine. Queste...
Superiori

come dimostrare il teorema delle tre perpendicolari

Il teorema delle tre perpendicolari si occupa di studiare alcune caratteristiche della posizione di due linee rette e delle sue perpendicolari. Nel piano due rette sono perpendicolari, se si incontrano formando angoli uguali, che si possono definire così...
Elementari e Medie

Come costruire un ovolo conoscendo i due assi

La geometria è una branca della matematica che ci consente di utilizzare strumenti per creare forme complesse partendo da esempi di figure geometriche semplici. Tra le varie forme, prendiamo come riferimento l'ovolo, ossia una figura geometrica piana...
Superiori

Come calcolare la distanza tra due rette parallele in un piano

La geometria è un ramo della matematica, in cui vengono studiate le figure piane geometriche oppure le figure solide e tridimensionali. Attraverso la geometria si studiano anche i perimetri, le aree e i volumi delle figure geometriche. Un altro studio...
Superiori

Come eseguire una proiezione ortogonale di un cono

L'attenzione in classe semplifica molto la comprensione di concetti complessi, come quelli matematici. Dovrai prendere appunti nonché chiedere chiarimenti all'insegnante o ad un compagno in gamba. Tuttavia, puoi anche consultare internet. Il web è una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.