Come sviluppare una frazione in una espressione

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per la risoluzione di un espressione algebrica è necessario eseguire nell'ordine corretto tutte le operazioni presenti. Essendo, infatti, un'operazione matematica porterà, nel caso venga svolta correttamente, ad un solo risultato. I numeri contenuti al suo interno potrebbero essere degli interi, dei decimali o dei numeri frazionari. Vediamo, perciò, come sviluppare correttamente una frazione in una espressione.

27

Occorrente

  • Carta e penna
37

Significato

Cosa vuol dire sviluppare? Significa effettuare le operazioni presenti. Avendo cura di rispettare le relative regole di precedenza e sapere come vanno eliminate le parentesi. Applicando tutti i suggerimenti, il tutto risulterà estremamente elementare. L'ordine da seguire sarà il seguente: prima le moltiplicazioni, poi le divisioni, le addizioni e infine le sottrazioni.

47

Parentesi

Nel caso fossero presenti delle parentesi verrà stravolto tutto: bisognerà, infatti, iniziare dalle operazioni nelle tonde, passare poi alle quadre e concludere con le graffe. Qualsiasi scostamento da questo ordine porterà ad ottenere un risultato completamente sballato. Ci sono delle situazioni in cui, però, in un espressione si trovano solo frazioni. Il procedimento sarà il medesimo seguito fino ad ora, ma, se possibile, bisognerà prima di tutto semplificarle.

Continua la lettura
57

Termini della frazione

La frazione non ha, infatti, nulla di particolare o strano, nonostante l'aspetto essa è una comunissima divisione fra due numeri. Quello sopra, chiamato dividendo, è il numeratore, mentre quello sotto, chiamato divisore, è il denominatore. Essi sono separati da una lineetta orizzontale. Si dividono in: "propria", "impropria" ed "apparente". Il primo caso si ha quando i due fattori sono il primo minore dell'altro, il secondo si ha se il numeratore è maggiore; il terzo si ha se i due sono uno multiplo dell'altro. Per iniziare, questa va ridotta, quando possibile, ai minimi termini, agendo sui fattori, cioè effettuando una divisione fra i due. Per elaborare una somma o una differenza tra frazioni aventi divisori uguali, basta semplicemente addizionare i due numeratori lasciando invariato il dividendo. Se, invece, sono diversi, bisogna ridurle entrambe ai minimi termini e calcolare il minimo comune multiplo. Se, infine, tra i numeri da addizionare dovesse essercene uno intero, vanno ridotti in frazioni apparenti, cioè con il denominatore uguale agli altri, oppure si può pensare che il suo valore sia 1 ed, in questo modo, sarà ancor più semplice ultimarle. Fatto ciò, si potrà continuare con il normale svolgimento dell'intera espressione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare il più possibile il calcolo mentale, se non si riesce procedere con la calcolatrice
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come convertire un numero decimale in frazione

La matematica è senza dubbio una materia piuttosto complessa e non tutti sono in grado di capirla. Tuttavia ci sono delle operazioni che risultano sicuramente più facili di altre. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi,...
Elementari e Medie

Come si calcola il valore assoluto di una frazione

In questa guida vi illustrerò come si calcola il valore assoluto di una frazione. Questa operazione si rende necessaria quando bisogna risolvere una frazione e determinate il campo di esistenza di questo. È possibile risolvere questo problema in diversi...
Elementari e Medie

Come si calcola il valore di una frazione impropria

Le frazioni sono uno degli argomenti più impegnativi che gli studenti di elementari e medie si trovano ad affrontare. Quando si abbandonano i numeri interi, infatti, abbiamo le prime difficoltà. Inizialmente riusciamo a capire le frazioni, finché si...
Elementari e Medie

Come risolvere un'espressione aritmetica con numeri interi

Le espressioni aritmetiche nelle quali figurano numeri interi costituiscono un vero e proprio "incubo" per molti studenti, soprattutto per quelli che non sono appassionati di calcoli e di matematica. Va comunque sottolineato che tutto sommato, non si...
Elementari e Medie

Come calcolare rapidamente la somma di un numero intero e di una frazione

La matematica è per molti una materia difficilissima, mentre per alcuni è un gioco da ragazzi. Con la fine della scuola iniziano i corsi di recupero per i ragazzi che hanno avuto il debito formativo in una materia. Per chi ha avuto il debito in matematica...
Elementari e Medie

Come calcolare il valore di una frazione

Nella vita scolastica, gli studenti si trovano spesso ad affrontare qualche calcolo matematico che potrebbero sembrare abbastanza semplici da compiere. Comunque, per riuscirli ad eseguire correttamente, questi calcoli matematici hanno bisogno dell'apprendimento...
Elementari e Medie

Come sviluppare un parallelepipedo

Chiamiamo geometria la parte della matematica che si occupa dello studio delle figure geometriche: queste possono essere piane o solide. Chiamiamo piane quelle figure che sono dotate di due sole dimensioni, ovvero lunghezza e larghezza: di esse possiamo...
Elementari e Medie

Come confrontare le frazioni

Sono due le parti numeriche che compongono una frazione: il numeratore, che è il numero che sta sopra la barra centrale, ed il denominatore, che invece è il numero che ne sta al di sotto. Quando dobbiamo confrontare due frazioni, significa che dobbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.