Come Sviluppare Un Poliedro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un poliedro è un particolarissima figura geometrica solida delimitata da un certo numero di facce piane. In base al numero delle superfici poligonali possiamo ottenere diversi tipi di poliedri come ad esempio il cubo, il prisma, la piramide e il parallelepipedo.
Se abbiamo intenzione di rappresentare queste figure, dovremo necessariamente conoscere alcune particolari regole che ci consentiranno di rappresentarli in maniera corretta.
Per cui la prima operazione che dovremo svolgere, sarà cercare tutte le informazioni necessarie cercandole sulle moltissime guide presenti online, in questo modo potremo facilmente imparare tutto quello che ci servirà per rappresentare la figura da noi desiderata.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a sviluppare correttamente un poliedro.

25

Occorrente

  • carta e matita
35

lo sviluppo di un poliedro si effettua tagliando la superficie del poliedro tenuto in considerazione lungo opportuni spigoli, in questo modo si può aprire infatti il solido in modo tale che la sua superficie rimanga intera e possa dunque essere stesa su di un piano. La figura poligonale che si ottiene in questo modo è chiamata sviluppo del poliedro.

45

È chiaro che, partendo dallo sviluppo di un qualsivoglia tipo di poliedro, con una operazione inversa è possibile risalire al poliedro in questione. Questo processo va eseguito disegnando su di un foglio lo sviluppo del poliedro, successivamente lo si ritaglia lungo il contorno e lo si piega in corrispondenza dei lati in comune.

Continua la lettura
55

Attenzione però, perché non sempre è vero che una superficie disegnata su un piano rappresenti lo sviluppo di di un poliedro nel senso detto sopra. Infatti una superficie in cui sono disegnati sei quadrati tutti uguali tra loro posti in questo modo: quattro in modo orizzontale e due posti in basso all'ultimo quadrato che si trova a sinistra, non rappresenta lo sviluppo di un cubo. Infatti, ritagliata e ripiegata la superficie, la faccia A si sovrappone alla faccia B e il solido non si chiude. Come si può notare, creare un poliedro non è così difficile, anzi è un'operazione anche abbastanza divertente, che potrà essere svolta in maniera veloce e semplice in tutta autonomia. Un po' di pratica e di studio sarà però necessaria per riuscire ad eseguire le operazioni elencate nei passi precedenti senza commettere degli errori. A questo punto non ci resta che metterci subito al lavoro per provare a sviluppare correttamente un poliedro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la misura dello spigolo di un icosaedro noto il volume

Un poliedro è un oggetto solido la cui superficie è costituita da un numero di facce piane, che sono delimitate da linee rette. Ogni faccia è infatti un poligono, una forma chiusa composta da punti uniti da linee rette. I poligoni possono anche avere...
Superiori

Come determinare le misure di cubi legati a sfere

In geometria il cubo (o esaedro regolare) è un solido platonico che presenta 6 facce quadrate, 8 vertici e 12 spigoli. Potrete ricordarlo facilmente dal momento che esaedro, in greco, è ogni poliedro concavo o convesso con 6 facce. In ogni vertice si...
Elementari e Medie

Come costruire un prisma a base quadrata

In questo tutorial vi spiegheremo come costruire un prisma a base quadrata. Per fare tale costruzione, occorrerà prima di tutto sapere certe fondamentali nozioni. Dovrete ad esempio sapere che nella matematica ed in geometria un poliedro è quella figura...
Elementari e Medie

Come costruire un icosaedro

L’icosaedro è un solido regolare, formato da venti triangoli equilateri. Euclide ne attribuisce la scoperta al matematico greco Teetéto, anche se oggi viene ritenuto uno dei solidi platonici. Il nome, di origine greca, deriva da “eikosi”, che...
Elementari e Medie

Come costruire un prisma a base esagonale

La costruzione dello sviluppo dei solidi va eseguita in numerose applicazioni pratiche. Questa operazione si basa nel disegnare un solido in un foglio, che poi andrà ritagliato. Per poi, chiuderlo utilizzando le linguette e i tagli già predisposti dalla...
Superiori

Come Calcolare Il Volume Di Un Esaedro Regolare

L'esaedro regolare è una particolare tipologia di poliedro, caratterizzato dall'avere un totale di sei facce quadrate, dodici spigoli e otto vertici. Esistono, oltre all'esaedro regolare, altri quattro poliedri regolari, ossia il tetraedro, l'ottaedro,...
Superiori

Come Calcolare Lo Spigolo Di Un Esaedro Noto Il Volume

L'esaedro è una particolare tipologia di poliedro, caratterizzato dall'avere 6 facce, proprio come il cubo. Tra i poliedri, infatti, è uno dei più semplici, e per questo fa parte dei primi che vengono studiati durante il periodo di studio alle scuole...
Superiori

Come Calcolare Il Volume Di Un Parallelepipedo Rettangolo

In geometria il parallelepipedo rettangolo è una particolare tipologia di poliedro, avente 6 facce piane poligonali e ciascuna faccia è un parallelogramma, chiamato esaedro. In sostanza il parallelepipedo è una figura solida avente la forma di una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.