Come superare l'esame di anatomia patologica

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Ogni corso di laurea ha il suo ostico esame, ossia quello che sembra impossibile da superare. Per gli studenti di medicina e chirurgia tale scoglio, è sicuramente rappresentato dall'esame di anatomia patologica, a causa dei numerosi termini di difficile memorizzazione e dai complicati concetti sulle varie patologie. Molte carriere si sono infrante su questo esame, e l'intento di questa guida è proprio quello di dare i migliori consigli per poterlo superare correttamente. Vediamo quindi come poter superare quest'ostacolo.

26

Occorrente

  • Libri di anatomia patologica
  • Riassunti
  • Internet
  • Carta e penna
36

Anzitutto, un passo fondamentale per giungere preparati ad affrontare questo difficilissimo esame universitario, è aver studiato bene ed avere delle ottime conoscenze riguardanti la patologia generale, ovvero un esame dell'anno precedente che fa da introduzione alla patologia sistematica degli organi. Comprendere i concetti fondamentali è di assoluta importanza per avere un buon linguaggio di base e non imparare a memoria i termini. Se avete difficoltà a memorizzare le lunghe descrizioni ed i termini che sembrano assurdi (lunghe classificazioni, nomi sconosciuti con cui vengono denominate le patologie) cercate di creare un riassunto descrivendo con parole vostre un concetto, affiancando un piccolo disegno con delle frecce.

46

Proprio su queste frecce, scriverete i termini che non riuscite proprio a memorizzare. Dopo qualche ripetizione, cercate di spiegare il paragrafo guardando solo il disegno e non la parte scritta. Ancora meglio se disponete di un atlante di anatomia microscopica: i colori vi aiuteranno a fissare i concetti. Oltre a ciò, cercate di non rimandare continuamente l'esame: a causa della cospicua mole di dati da memorizzare non ci si sente mai pronti, ed i professori non pretendono assolutamente una conoscenza da specializzazione. Al momento dell'esame, quindi, verranno chieste le nomenclature e le definizioni, ma principalmente sarà valutata la vostra capacità di capire i meccanismi alla base del processo patologico.

Continua la lettura
56

Successivamente, un ultimo consiglio è quello di studiare un singolo apparato per volta, ed approfondirne per bene i meccanismi prima di passare a studiare il successivo. In questi casi, può risultare utile anche il supporto di riassunti, video ed immagini, molte delle quali tranquillamente reperibili su internet. Molti studenti, ad esempio, utilizzano le immagini per fissare al meglio la forma ed il colore specifico dei vari apparati. Buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come prepararsi per l'esame di Anatomia Umana

Tra i corsi di studio universitari più impegnativi in assoluto, figura quello di Medicina e Chirurgia. Per questo corso di laurea bisogna affrontare diversi esami, più o meno difficoltosi per materia e volume delle nozioni da ricordare. Un esame piuttosto...
Università e Master

Come superare l'esame di chirurgia generale

Studiare medicina e chirurgia rappresenta, senza ombra di dubbio, qualcosa di molto difficile. Per raggiugere il traguardo finale, occorre dedicarsi a questi studi, con buona dose di pazienza e di dedizione. Tuttavia, una prerogativa che non può mancare...
Università e Master

Come superare l'esame di medicina dello sport

Un esame è pur sempre un esame ed affrontarlo non è sempre una cosa facile prepararsi a dovere può aiutare sensibilmente ma i consigli in merito possono essere solo generici e non trovare il medesimo riscontro in ogni persona. L'esame di medicina dello...
Università e Master

Come superare l'esame di neurologia

L'esame di neurologia, come qualunque altro esame di medicina e che riguarda il complicato ma affascinante corpo umano, è un esame molto delicato, per il quale dobbiamo essere molto preparati, anche nei piccoli particolari. Occorre studiare alla perfezione...
Università e Master

Come superare l'esame di radiodiagnostica

L'esame di radiodiagnostica è uno degli scogli con cui lo studente di medicina deve confrontarsi una volta raggiunto il quinto anno. Sicuramente non può essere considerato tra le prove più difficili del corso di laurea in Medicina e Chirurgia, ma può...
Università e Master

Come superare l'esame di otorinolaringoiatria

Conseguire una laurea in medicina è sicuramente una delle mete più difficili da portare a termine per uno studente universitario. Secondo le statistiche, fra su tutti gli iscritti alla facoltà di medicina e chirurgia, soltanto poco più della metà...
Università e Master

Come superare l'esame di economia monetaria

L'economia monetaria rappresenta per molti studenti una vero e proprio ostacolo duro da superare. In realtà, si tratta di una materia come le altre, quello che importa è non farsi influenzare dai pregiudizi che circolano in ambiente universitario e...
Università e Master

Come superare l'esame di biologia molecolare

Gli esami sono sempre un pensiero per gli studenti universitari. Tuttavia alcuni esami si affrontano con serenità, mentre altri richiedono molta concentrazione ed una notevole organizzazione per riuscire ad assimilare al meglio le nozioni fondamentali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.