Come stupire un insegnante

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gli anni della scuola sono sicuramente, gli anni più importanti per la nostra crescita e per la nostra vita. In questo periodo infatti abbiamo la possibilità di incontrare, oltre ai compagni di scuola, anche diversi tipi di insegnanti, con i quali il rapporto che si instaura è molto importante perché molto spesso può condizionare le valutazioni che gli insegnanti fanno sugli alunni. Per questa ragione stupire un insegnante, attraverso una serie di comportamenti, è una cosa che risulta essenziale per l'andamento scolastico. Vuoi scoprire come è possibile stupire un insegnante ma soprattutto come avere un buon profitto a scuola? Leggi questa breve guida e lo saprai.

24

Durante ogni lezione, devi mostrare chiaramente di avere molta attenzione a ciò che dice l'insegnante, di qualsiasi materia sia. Non devi assolutamente giocare con oggetti né tanto meno con il cellulare; non devi controllare troppo spesso l'orologio o fare altre cose o piccoli gesti che dimostrano la tua insofferenza verso la lezione e nei confronti di ciò che dice il professore. Invece devi prendere appunti quando lui o lei spiega e possibilmente chiedere dei chiarimenti se non capisci qualcosa durante la lezione. In questo modo l'insegnante sicuramente apprezzerà gli sforzi che stai facendo per comprendere ciò che sta spiegando.

34

Inoltre è importante che dimostri di impegnarti nello studio sia a scuola che a casa, anche se sai di non essere particolarmente predisposto per la materia. Se ad esempio l'insegnante assegna degli esercizi da fare a casa, durante la lezione successiva, puoi chiedere di correggerli alla lavagna per dimostrare che li hai fatti bene o per capire gli eventuali errori fatti. Inoltre devi svolgere sempre il lavoro a casa o in classe con le stesse modalità con cui l'insegnante lo ha spiegato. Devi eseguire con cura e attenzione le eventuali ricerche che l'insegnante assegna come compito a casa e devi possibilmente cercare di approfondire tutti gli argomenti spiegati in classe

Continua la lettura
44

Se ottieni una valutazione non molto positiva a una verifica in classe, devi chiedere spiegazioni sugli errori che hai fatto e farti chiarire dove e perché hai sbagliato: questo atteggiamento sicuramente denoterà molto interesse verso la materia. Potrai così diventare ai suoi occhi una persona seria e impegnata nello studio e potrai entrare facilmente nelle sue grazie. Questo tipo di atteggiamento deve comunque risultare molto naturale e non forzato, altrimenti tutti i sacrifici potrebbero essere vanificati. Se per caso l'insegnante capisce che questo tuo interesse non è naturale ma solo interessato, potrebbe anche prenderti in antipatia. Ti conviene comunque studiare tutte le materie in modo serio e approfondito non solo per stupire l'insegnante, ma soprattutto perché la cultura è molto importante per la tua vita futura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

10 regole da adottare in classe

Come ben sappiamo, gran parte delle ore quotidiane di ogni bambino o ragazzo vengono passate in classe a contatto di compagni e dei vari insegnanti. A tal proposito diventa necessario conoscere alcune regole fondamentali di comportamento da adottare in...
Superiori

Come fare una buona impressione ai professori

L'inizio di un nuovo anno scolastico, che sia il rientro in una nuova scuola o no, è importante per fare una buona impressione agli insegnanti. Anche se a volte non lo ammettono, alcuni insegnanti giudicano gli studenti a primo impatto. I primi giorni...
Elementari e Medie

Come gestire i conflitti con l'insegnante

Può capitare che uno studente abbia la percezione di non andare d'accordo con un'insegnante o si sente essere preso di mira. In questa guida vi spiegheremo come riuscire a gestire i vari conflitti che possono insorgere con il proprio insegnante. Questi...
Superiori

Come gestire situazioni critiche in classe

Nell'ambiente scolastico, il rapporto studente-insegnante è cruciale per apprendere con successo. Spesso, però, tale rapporto risulta difficile, freddo, incapace di svilupparsi positivamente. Il ruolo dell'insegnante è anche quello di educatore. Un...
Superiori

5 idee per mantenere viva l'attenzione in classe

Il mestiere dell'insegnante non è mai stato facile: seguire il programma, organizzare le lezioni, capire le difficoltà individuali degli alunni e dare loro il giusto sostegno. Talvolta in questo mestiere è possibile anche dover affrontare i cali di...
Elementari e Medie

Come rinunciare all'insegnante di sostegno

Ormai da molti anni per gli studenti con problemi di qualsiasi genere è possibile usufruire dell'insegnante di sostegno. Infatti agli studenti che presentano handicap di qualsiasi genere o problemi di apprendimento gli viene messo a disposizione un professore...
Elementari e Medie

5 regole per scrivere una giustificazione ai figli per la scuola

Vostro figlio non è andato a scuola e ora dovete scrivere una giustificazione? Ci sono delle regole da rispettare per questo. In primo luogo, le giustificazioni devono essere realistiche e soddisfacenti. Scrivere una giustificazione scolastica nella...
Elementari e Medie

10 regole per un buon rendimento scolastico

È risaputo. Chi ha buoni voti a scuola è favorito sia all'università che nel mondo del lavoro. Non di rado infatti gli annunci di lavoro prediligono persone con una media di voti abbastanza buoni.C'è chi è portato ad ottenere a scuola ottimi risultati,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.