Come studiare quando fa molto caldo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Quando si arriva alle superiori o all'università diventa necessario studiare anche durante l'estate. Se ci si deve (sfortunatamente) impegnare nello studio nella stagione calda la cosa può divenire molto spiacevole ed a tratti impossibile.
Allora come fare quando fa molto caldo?
Con pochi rapidi passi andremo adesso a vedere come è possibile battere il caldo per studiare in tranquillità senza temere si sciogliersi sulla scrivania.

25

Occorrente

  • Necessità di studiare nella stagione calda
35

Spazi esterni

Mantenere la concentrazione nello studio si presenta già come un compito arduo, poiché le distrazioni sono sempre dietro l angolo. In una condizione di caldo estremo la situazione diviene semplicemente insostenibile, tra sudore e vampate di caldo.
Il miglior ambiente da dedicare allo studio in caso di caldi estremi è senza dubbio un luogo ben ventilato dove si possano creare correnti d aria che rinfrescheranno l’ambiente. Dato che in estate spesso ci troviamo di fronte a lunghe giornate senza vento è possibile ricorrere all'uso di condizionatori o semplici ventilatori. Una cosa molto importante però è ricordarsi di far si che il vento non si infranga addosso al nostro corpo poiché potrebbe procurare dolorosissimi torcicolli.

45

L'ombra

Se la casa dello studente si presenta inappropriata ad essere arieggiata in maniera naturale può essere una buona idea spostarsi in un ambiente esterno, come ad esempio un parco al ombra di un albero o se possibile vicino a delle zone boscose dove l’ambiente solitamente si presenta sempre fresco e respirabile, oltre che ottimo data l usuale tranquillità che solitamente caratterizza questi posti. Ancora meglio se in queste zone è presente un ruscello od un laghetto dove mettere i piedi a mollo in modo da rilassarsi il più possibile.

Continua la lettura
55

Centro Commerciale

Se ci si trova in città o non si ha a disposizione un parco l'alternativa migliore è andare in un centro commerciale dove è sempre presente l'aria condizionata. L'unico problema di questi luoghi è quello delle infinite distrazioni e specialmente del rumore. Di conseguenza è sempre meglio portarsi dietro un lettore musicale con una playlist di musica soft. Oppure in alternativa se dovete rimanere a casa un buon tè caldo nonostante sembri una contraddizione giova molto (è una tecnica molto utilizzata dalle popolazioni del nord Africa come i Tuareg). Giungo alla conclusione dicendo che nel ambiente riguardante lo studio è sempre indispensabile sentirsi a proprio agio cosi da dare il meglio, ottenendo i migliori risultati con poca fatica e nella massima tranquillità battendo il caldo delle giornate estive.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come migliorare i propri voti a scuola

La maggioranza degli studenti definisce la scuola un luogo noioso e poco piacevole. In realtà, sui banchi degli istituti si forgiano gli uomini e le donne di domani. La scuola è vita, cultura, insegna le nozioni base del vivere quotidiano. L'istruzione...
Elementari e Medie

10 trucchi per fare i compiti velocemente

Gli impegni quotidiani sono spesso molti e di vario genere, dallo sport alla musica, da un'uscita con gli amici ad una visita medica. I compiti sono però una questione seria, propedeutici per lo studente in vista di una verifica. In questa semplice lista...
Elementari e Medie

5 buone abitudini di studio

Lo studio è un impegno molto importante, per un allievo di scuola o per uno studente universitario. Lo studio, talvolta, può rivelarsi un compito piuttosto pesante e gravoso, ed è per questo che può essere utile trovare alcune speciali abitudini di...
Università e Master

Come organizzare un gruppo di studio

Uno dei metodi di studio oggi ritenuti piú efficaci è quello di riunirsi in gruppo per condividere ed approfondire gli argomenti da studiare. In altri Stati europei e soprattutto negli Stati Uniti la cosiddetta "peer education" è considerata la nuova...
Elementari e Medie

Come stare attento in classe

La scuola sta per finire e le vacanze estive si avvicinano. Dopo mesi e mesi trascorsi tra compiti in classe e interrogazioni, ci si può prendere qualche settimana di sano relax. I compiti delle vacanze si devono comunque svolgere, ma coloro che hanno...
Superiori

Come aumentare la resa scolastica

Annualmente ogni studente si pone il dilemma sul raggiungimento dei propri obiettivi. C'è chi punta ad una salvezza tranquilla senza debiti e c'è, invece, chi guarda alle zone più alte. Magari si impegna per raggiungere medie intorno all’ 8 o al...
Superiori

10 consigli per migliorare il rendimento scolastico dei ragazzi

Far studiare i ragazzi non è sempre facile, e il loro rendimento scolastico cala inesorabilmente. Distratti dal telefono, sempre sui social, appena ci giriamo dall'altra parte si interessano a tutto fuorché allo studio. Non sapete più come convincere...
Elementari e Medie

5 modi per affrontare i compiti a casa

Andare a scuola non è di certo piacevole per tutti i bambini. La scuola infatti richiede impegno, serietà, studio, curiosità e richiede anche un po' di impegno per quanto riguarda lo svolgimento dei compiti a casa. Molti bambini detestano studiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.