Come spiegare le divisioni a tre cifre

Tramite: O2O 21/07/2019
Difficoltà: media
110
Introduzione

Per gli alunni, anche quelli di solito più capaci, le difficoltà maggiori possono sorgere quando si tratta di svolgere le operazioni matematiche. In particolare, può inizialmente risultare complesso comprendere il modo nel quale effettuare le divisioni in colonna. Le cose possono complicarsi ulteriormente quando le cifre da dividere sono tre. In questi casi, tuttavia, non occorre disperare: seguendo il metodo corretto, tutto diventerà facile ed evidente in pochissimo tempo. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come spiegare le divisioni a tre cifre. Vediamo come occorre procedere.

210
Occorrente
  • Manuale di matematica
  • Foglio a quadretti
310

Definire i termini di una divisione

Prima della spiegazione, risulta fondamentale chiarire che le divisioni (anche quelle a tre cifre che ci apprestiamo a definire), sono formate da dividendo, divisore, quoziente e resto. La conoscenza di questi fattori è fondamentale per la comprensione del meccanismo delle divisioni a tre cifre. Nell'esempio 16:5, la prima cifra rappresenterà il dividendo, mentre la seconda (il 5) sarà il divisore, ovvero il numero che divide. Il risultato della divisione è detto quoziente e corrisponde a 3, in quanto 16:5 fa 3. Ma non è tutto: tale risultato non è esatto. Infatti, dalla divisione avanzerà qualcosa, precisamente il numero 1. Ecco, tale numero sarà il resto.

410

Esaminare divisore e dividendo

Analizzati dunque gli elementi che caratterizzano un qualsiasi tipo di divisione, prendiamo ora come esempio la divisione a tre cifre 784:125. Chiameremo dunque 784 il dividendo e 125 il divisore. Compreso questo aspetto di tipo strutturale, per procedere con l'operazione, dobbiamo verificare quante volte il divisore 'entra' nel dividendo. Dunque, tornando al nostro esempio, occorrerà provare a moltiplicare il divisore per tutti i fattori, fino a quando il risultato non supererà la cifra del dividendo. Dal momento che, nel nostro esempio, il divisore corrisponde a 125,ecco come dovremo procedere: 125 × 1 = 125, ed è minore di 784, quindi potrebbe andar bene. Vediamo se può 'starci' due volte: dunque moltiplichiamo 125 per 2. La nuova moltiplicazione darà come risultato 250, dunque è ancora una volta minore di 784. Proveremo per 3, per 4, per 5 e per 6, fino ad accorgerci che 125 × 7 = 875 e quindi non 'entra' in 784. Fermiamoci dunque a 6 e noteremo come 125 × 6 = 750, dove 750 è minore e quindi 'contenuto' in 784.

Continua la lettura
510

Elaborare il contenuto grafico

Avvaliamoci ora di un contributo grafico, riportando 6 nella colonna del divisore e moltiplicando 6 per il divisore. Dunque, avremo: 6 × 125 = 750. A questo punto, scriviamo 750 nella colonna del dividendo e svolgiamo la sottrazione 784 ? 750 = 34. Come noterete, questo procedimento ritornerà negli step successivi. Vediamo come procedere.

610

Verificare il rapporto tra dividendo e divisore

Come indicato all'interno del link contenuto in questa guida, al 34 aggiungiamo uno 0 per proseguire con la nostra divisione e, nella colonna del divisore, mettiamo la virgola dopo il 6. Verifichiamo, adesso, quante volte 125 'entra' nel 340. Dopo aver fatto alcune prove, noteremo che 125 × 2 = 250 e 250 è 'contenuto' in 340 (125 × 3 = 375 e 375 è maggiore di 340, quindi non ci 'sta'). Scriviamo 2 dopo la virgola e proseguiamo con l'operazione, moltiplicando 2 × 125 = 250. Poi scriviamo 250 nella colonna del dividendo e svolgiamo la sottrazione 340 ? 250 = 90.

710

Svolgere il calcolo

Alla stessa stregua di quanto operato nel caso precedente, si tratterà ora di aggiungere uno 0 al resto (ovvero a 90) e continuare a verificare quante volte 125 è contenuto in 900. Dopo aver fatto i vari tentativi, arriveremo a constatare che 125 entra in 900 per 7 volte. Infatti: 125 x 7=875. Apponiamo quindi 875 all'interno della colonna del dividendo. Infine, svolgiamo la sottrazione 900-875. Il risultato sarà 25.

810

Ottenere il risultato

Infine, sarà opportuno aggiungere lo 0 al resto (25) e vediamo quante volte 125 può entrare nel 250. È del tutto evidente già a prima vista che il 125 è contenuto per l'esattezza 2 volte. Dal momento che, dunque, il resto è 0, il risultato della divisione in colonna a tre cifre corrisponde a 6,272. Come visto, nulla di particolarmente difficile. L'unica accortezza da seguire è quella di avere una buona conoscenza mnemonica delle tabelline. Elemento indispensabile per risolvere rapidamente ogni tipo di divisione in colonna.

910
Guarda il video
1010
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Per svolgere correttamente e nel minor tempo possibile una divisione a tre cifre, la conoscenza delle tabelline è una condizione fondamentale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
Elementari e Medie

Come fare le divisioni in colonna

Chi di noi non ha trovato difficoltà quando, alle scuole elementari, la maestra ha iniziato a spiegare le divisioni in colonna? Si tratta di un momento un po' complesso per i bimbi, che iniziano ad effettuare dei ragionamenti più complessi; tuttavia...
Elementari e Medie

Come svolgere le moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000

Difficoltà a svolgere in modo rapido moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000? Volete aiutare i vostri ragazzi a fare i compiti di scuola? La soluzione è all'interno di questa guida: queste operazioni, che si trovano spesso nei libri di matematica...
Elementari e Medie

Come Fare Le Divisioni

Insegnare a fare le divisioni non è difficile. Si può essere arrugginiti e dover faticare un po', ma la divisione è semplicissima da capire, se si usa il principio delle sottrazioni consecutive. Con questo metodo, molto antico, le divisioni fra interi...
Elementari e Medie

Come fare le divisioni con la virgola

Le divisioni con la virgola possono essere problematiche da comprendere per un bambino. E perfino gli adulti, se sono fuori allenamento, se non praticano molto la matematica o se non hanno ricevuto buone basi alle scuole elementari, possono impiegare...
Elementari e Medie

5 metodi diversi per fare le divisioni

Moltissimi alunni delle classi primarie, devono sempre cimentarsi con i primi approcci alla matematica, che coinvolgono le quattro operazioni principali: moltiplicazione, addizione, sottrazione e divisione. Con questi calcoli che possono essere difficoltosi...
Elementari e Medie

Come spiegare le doppie in prima elementare

Spiegare le doppie ai bimbi di prima elementare è un compito difficile. Lo studio aiuta certamente ad acquisire le corrette regole grammaticali, ma non basta. Bisogna avere un buon orecchio, per distinguere i diversi suoni della pronuncia. Anche l’adeguata...
Elementari e Medie

Come spiegare le addizioni in colonna

Imparare l'aritmetica è un passo fondamentale nell'istruzione per i ragazzi, specie per quelli che frequentano ancora le scuole primarie. La comprensione di regole ed algoritmi, sebbene semplicissime col senno di poi, però è molto complicato per essi,...