Come spiegare le divisioni a tre cifre

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Vostro figlio va alle scuole elementari, si presenta un giorno col quaderno a quadrettoni e vi chiede di aiutarlo a risolvere le divisioni in colonna a tre cifre. Panico! Se siete genitori non esattamente in buoni rapporti con la matematica, affidatevi a questa guida e... Niente paura: con i seguenti suggerimenti, scritti in un linguaggio piuttosto accessibile, imparerete passo per passo a risolvere questo genere di operazioni e sarete in grado di spiegare a vostro figlio come eseguire le temutissime divisioni a tre cifre.

28

Occorrente

  • Carta
  • Penna
38

Detto ciò, prendiamo come esempio la divisione a tre cifre 784 : 125. Chiameremo 784 il dividendo e 125 il divisore, come d'altronde suggerisce l'immagine. Per procedere con l'operazione dobbiamo verificare quante volte il divisore 'entra', per così dire, nel dividendo. 125 × 1 = 125 è minore di 784, quindi potrebbe andar bene. Vediamo se può 'starci' due volte, dunque moltiplichiamo 125 per 2. 125 × 2 = 250 e 250 è ancora una volta minore di 784. Proveremo per 3, per 4, per 5 e per 6, fino ad accorgerci che 125 × 7 = 875 non 'entra' in 784. Fermiamoci dunque a 6 e noteremo come 125 × 6 = 750, dove 750 è minore e quindi 'contenuto' in 784.

48

Riportiamo 6 nella colonna del divisore, come visibile in foto, e moltiplichiamo 6 per il divisore. 6 × 125 = 750; a questo punto, scriviamo 750 nella colonna del dividendo e svolgiamo la sottrazione 784 − 750 = 34. Come noterete, questo procedimento ritornerà negli step successivi.

Continua la lettura
58

Come indicato nell'immagine, al 34 aggiungiamo uno 0 per proseguire con la nostra divisione e, nella colonna del divisore, mettiamo la virgola dopo il 6. Verifichiamo, adesso, quante volte 125 'entra' nel 340. Dopo aver fatto alcune prove, noteremo che 125 × 2 = 250 e 250 è 'contenuto' in 340 (125 × 3 = 375 e 375 è maggiore di 340, quindi non ci 'sta'). Scriviamo 2 dopo la virgola e proseguiamo con l'operazione, moltiplicando 2 × 125 = 250. Poi scriviamo 250 nella colonna del dividendo e svolgiamo la sottrazione 340 − 250 = 90.

68

Come nel caso precedente, aggiungiamo uno 0 al resto (in questo caso 90) e continuiamo a verificare quante volte 125 sia 'contenuto' in 900. Operiamo vari tentativi fino a constatare che 125 'entra' in 900 ben sette volte. 125 × 7 = 875 e scriviamo 875 nella colonna del dividendo, dopodiché svolgiamo la sottrazione 900 − 875 = 25.

78

Aggiungiamo lo 0 al resto (che, ricordiamo, è 25) e valutiamo quante volte 125 può 'entrare' in 250. Noteremo con sollievo che 125 è 'contenuto' precisamente due volte in 250; il resto è 0, di conseguenza il risultato della nostra divisione in colonna a tre cifre è esattamente 6,272.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La calcolatrice non è la vera soluzione per questo genere di operazioni, ma solo un palliativo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
Elementari e Medie

Come fare le divisioni in colonna

Chi di noi non ha trovato difficoltà quando, alle scuole elementari, la maestra ha iniziato a spiegare le divisioni in colonna? Si tratta di un momento un po' complesso per i bimbi, che iniziano ad effettuare dei ragionamenti più complessi; tuttavia...
Elementari e Medie

Come svolgere le moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000

Difficoltà a svolgere in modo rapido moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000? Volete aiutare i vostri ragazzi a fare i compiti di scuola? La soluzione è all'interno di questa guida: queste operazioni, che si trovano spesso nei libri di matematica...
Elementari e Medie

Come Fare Le Divisioni

Insegnare a fare le divisioni non è facile. Spesso i bambini non riescono a fare i compiti e siamo noi mamme a dover aiutare il nostro piccolo. Ma magari anche noi abbiamo dei problemi, magari non ci ricordiamo più come si fanno! In questa guida ti...
Elementari e Medie

5 metodi diversi per fare le divisioni

Moltissimi alunni delle classi primarie, devono sempre cimentarsi con i primi approcci alla matematica, che coinvolgono le quattro operazioni principali: moltiplicazione, addizione, sottrazione e divisione. Con questi calcoli che possono essere difficoltosi...
Elementari e Medie

Come moltiplicare rapidamente due numeri costituiti da cifre ripetute

In tale guida vi vogliamo spiegare a tutti voi studenti, che si possono trovare in difficoltà davanti a tale problema, e perciò vi vogliamo dare le giuste indicazioni per capire come poter moltiplicare rapidamente due numeri che sono costituiti, da...
Elementari e Medie

Come spiegare le doppie in prima elementare

Spiegare le doppie ai bimbi di prima elementare è un compito difficile. Lo studio aiuta certamente ad acquisire le corrette regole grammaticali, ma non basta. Bisogna avere un buon orecchio, per distinguere i diversi suoni della pronuncia. Anche l’adeguata...
Elementari e Medie

Come fare le divisioni con la virgola

Chi si ricorda del mitico pallottoliere? In effetti viviamo in un’epoca in cui per fare le operazioni matematiche non occorre neanche piú la calcolatrice, dato che possiamo comodamente usare un telefono cellulare, a tutto discapito peró dell’agilitá...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.