Come spiegare la teoria del Big Bang ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Big Bang è una delle teorie creazioniste della Terra. Secondo questa teoria, l'Universo ha avuto inizio per la compressione e successiva dilatazione di corpi gassosi, che hanno generato una grande esplosione, un po' come accade se scuotiamo e sbattiamo tra loro, delle bombole non protette che contengono all'interno dei gas. La forte esplosione sparse per tutto l'Universo, frammenti, polveri e gas. Si formò una grande nube, al centro della quale nacque il Sole. Tutti i detriti posti intorno al Sole si trasformarono negli attuali pianeti, alcuni ricchi di vita com'è oggi la Terra, altri gassosi, altri solidi, ma senza vita. È il modello cosmologico più accreditato tra gli studiosi. È inoltre la più grande conquista del ventesimo secolo. Strano da immaginare ma all'incirca verso gli inizi del Novecento, si pensava persino che l'unico universo esistente fosse quello nostro, ossia la famosa Via Lattea. Col tempo però si è venuti a conoscenza della presenza di più universi con all'interno altri pianeti a noi sconosciuto. Spesso questo concetto tanto astratto quanto difficile e complicato non riusciamo a capirlo neanche noi, figuriamoci i bambini! Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato come spiegare correttamente la teoria del Big Bang ai bambini.

27

Occorrente

  • Bambini
37

Per permettere che i vostri bambini imparino a capire cosa sia il Big Bang, bisogna partire da un esempio molto semplice. Lasciate loro immaginare che l'universo sia una corsa e il Big Bang sia il segnale di partenza. Per vincere una gara, sarebbe giusto che il bambino inizi dallo stesso punto dell'adulto? Assolutamente no, per rendere la gara equa bisogna diminuire la distanza di arrivo per il bambino. Quello che non deve esserci però è troppo vantaggio, sennò non sarebbe giusto.

47

Così come nella gara, nell'Universo non si corre a piedi verso un traguardo. Si corre bensì tra ogni pezzettino di materia e la gravità, quella appunto che ci tiene saldi sopra la Terra. Come il bambino possiede un vantaggio nella competizione, anche i piccoli pezzi di materia hanno una chance per vincere la gara. Così tutti questi pezzi, nel corso di miliardi e miliardi di anni, si sono uniti a formare i pianeti e tutti i corpi celesti presenti nell'Universo.

Continua la lettura
57

Per comprendere tale fenomeno, si potrebbe provare un altro metodo. Riempire un palloncino di pezzetti di carta, soffiateci dentro e gonfiatelo al massimo, poi prendete uno spillo e foratelo: il palloncino esploderà, ed i frammenti di carta verranno catapultati nello spazio a molta distanza l'uno dall'altro. Il Big Bang è stato un evento molto simile, avvenuto tantissimi anni fa, con sostanze diverse di dimensioni notevoli rispetto ad un palloncino ed ai frammenti di carta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di non fare esempi troppo complicati, aggravereste la situazione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come spiegare la creazione del mondo ai bambini

Tra le domande che prima o poi vi faranno i vostri bambini c'è senza dubbio la fatidica ''Come è nato il mondo e chi lo ha creato?'' Che siate credenti o meno, una risposta scientifica la dovrete dare. All'interno della presente guida proveremo a comprendere,...
Elementari e Medie

Come spiegare l'ecologia ai bambini

Gentili lettori, all'interno della seguente guida andremo a parlare di ecologia, cercando di impostare una riflessione tale da permettere la comprensione di questa materia anche ai bambini. È proprio questo lo scopo della guida che seguirà nei passi...
Elementari e Medie

Come spiegare la destra e la sinistra ai bambini

I bambini fanno continue scoperte ed incamerano nuove informazioni. Solitamente, in età scolare ma anche pre-scolare effettuano ulteriori passi avanti verso la crescita. Imparano infatti a distinguere la destra dalla sinistra. Non sempre la nozione viene...
Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
Elementari e Medie

Come spiegare la decina ai bambini

Se abbiamo dei bambini piccoli che magari sono prossimi a frequentare la scuola dell'obbligo, possiamo insegnargli alcuni fondamentali principi della matematica. Nello specifico si tratta di spiegare loro, come calcolare la decina in modo semplice e di...
Elementari e Medie

Come spiegare ai bambini i numeri pari e dispari

È abbastanza comune, sia tra gli adulti che tra i bambini, trovare persone che non hanno mai gradito la matematica e che asseriscono di aver incontrato notevoli difficoltà durante il suo studio. Alcuni giustificano l'avversione con una maggiore predisposizione...
Elementari e Medie

Come spiegare il centinaio

In seconda elementare la matematica diventa più complessa. Oltre alle unità ed alle decine, si aggiunge anche il centinaio. Spiegare il concetto è relativamente facile. Tuttavia, alcuni strumenti come l'abaco, la linea dei numeri ed i blocchi multibase...
Elementari e Medie

Come spiegare le doppie in prima elementare

Spiegare le doppie ai bimbi di prima elementare è un compito difficile. Lo studio aiuta certamente ad acquisire le corrette regole grammaticali, ma non basta. Bisogna avere un buon orecchio, per distinguere i diversi suoni della pronuncia. Anche l’adeguata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.