Come spiegare la destra e la sinistra ai bambini

Tramite: O2O 15/10/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Quello dei bambini è un mondo pieno di nuove scoperte e informazioni di varia natura. L'ambiente scolastico e gli insegnanti incidono molto sulla loro crescita e sullo sviluppo delle loro abilità intellettive. Per questo motivo i percorsi didattici devono fornire gli strumenti giusti per un apprendimento veloce e semplificato. I bimbi in eta pre-scolare iniziano a prendere consapevolezza di se stessi e dello spazio che li circonda. Imparano ad esempio a distinguere la destra dalla sinistra. Inizialmente incontrano qualche difficoltà che genera in loro confusione e incertezza. Questo perché i piccoli osservano le proprie mani e le vedono praticamente identiche. L'unica differenza che riescono a distinguere è la specularità. Se non sappiamo come spiegare la destra e la sinistra ai bambini, ecco un pratico tutorial che ci darà un valido aiuto. Possiamo ricorrere a diversi sistemi che risultino divertenti e facilmente comprensibili a tutti gli alunni. Vediamo dunque quali accorgimenti occorre osservare per ottenere risultati soddisfacenti.

29

Occorrente

  • Pazienza e tanta buona volontà
  • Accessori vari
  • Giochi
  • Schede scaricabili da Internet
39

Spiegare le parole destra e sinistra

L'apprendimento di ogni singolo bambino prevede tempistiche a sé. Partiamo da questo concetto per organizzare in maniera adeguata la spiegazione delle differenze tra destra e sinistra. Innanzitutto, insegniamo ai bimbi le parole "destra" e "sinistra", spiegando perché sono diverse tra loro. Potremmo ad esempio fare un esempio prendendo in esame i concetti di mamma e papà. Associando la destra alla mamma e la sinistra al papà o viceversa, aiuteremo gli alunni a capire che destra e sinistra sono due elementi differenti. Essi interagiscono comunque tra loro, quindi si rivelano entrambi necessari. Questa è la prima idea che dobbiamo inculcare nelle loro giovani menti. Per spiegare la destra e la sinistra nel modo più chiaro possibile, chiediamo anche l'aiuto dei genitori. Ciascuno di loro potrà fungere da esempio per questa semplice quanto elaborata distinzione spaziale.

49

Aggiungere colori e decorazioni alle mani

Un secondo metodo per spiegare correttamente la destra e la sinistra ai bambini consiste nel differenziare i due concetti con particolari segni o colori. A tal proposito, potremmo creare degli adesivi di due colorazioni differenti. Indicheremo, ad esempio, la destra con il colore giallo e la sinistra con il rosso. Anche le forme sono un buon elemento utile ad aiutare i bimbi a differenziare le due posizioni. La destra sarà un cerchio, mentre la sinistra un triangolo. Associando una forma a ciascun concetto, gli scolari riusciranno a capire più velocemente che si tratta di due cose distinte e non identiche. Un altro sistema efficace è quello dei braccialetti e dei tatuaggi removibili. Gli stimoli di tipo visivo favoriscono la memorizzazione anche di concetti assai complicati. Per aiutare i bambini a fare questa distinzione, proviamo a fare un gioco. Chiediamo loro, ad esempio, in su quale polso si trova il braccialetto e su quale il tatuaggio. Ci sarà sicuramente qualche esitazione iniziale, ma un esercizio costante li aiuterà a memorizzare queste nozioni. Anche il confronto è importante. Se tutta la classe indossa un braccialetto sul polso sinistro, allora il concetto verrà assimilato più rapidamente. Tutto questo grazie alla presenza di più elementi appartenenti alla medesima categoria.

Continua la lettura
59

Ricorrere a filastrocche e canzoncine accompagnate da passi di danza

Spiegare la destra e la sinistra ai bambini può risultare ancora più semplice se giochiamo sulla memoria dei piccoli. La mente infantile è come una spugna che assorbe tante informazioni in breve tempo. Se prepariamo una filastrocca o una canzoncina sui concetti di destra e sinistra, potremo ottenere un buon risultato. I bambini ricorderanno le parole di quella particolare strofa e le assoceranno così al concetto di destra o sinistra. Proviamo a creare noi una piccola poesia, accompagnandola a una serie di gesti, come un balletto o delle mosse tipo salti e giravolte. Ciò che aiuta i bambini ad imparare è la pratica. Più assistono alle azioni, più si sentiranno portati ad emularle. Se siamo d'esempio anche cantando, loro ci verranno sicuramente dietro. Le attività motorie stimolano ulteriormente la memoria, soprattutto se ripetute con una certa frequenza.

69

Utilizzare le schede da colorare

Se non riusciamo a spiegare la destra e la sinistra ai bambini in modo giusto, possiamo aiutarci con degli elementi molto utili. Esistono delle schede didattiche in cui viene richiesto agli alunni di colorare una serie di oggetti. Generalmente si tratta di illustrazioni suddivise da una linea verticale posta al centro. In queste schede viene chiesto di colorare di blu gli oggetti che si trovano a sinistra della linea e di giallo quelli presenti a destra della stessa. Dopo aver colorato tutte le figure, i bambini devono contare quanti oggetti si trovano da un lato e dall'altro. Chiediamo a ciascuno di loro di rispondere a questa domanda. Il confronto delle risposte li aiuterà a capire se hanno contato e colorato in modo corretto o meno. Le schede da colorare si trovano anche su Internet. Basta fare una ricerca mirata e troveremo tanti fogli stampabili da colorare.

79

Organizzare dei giochi con vari oggetti

Un buon modo per spiegare la destra e la sinistra ai bambini è utilizzare dei giochi. Prendiamo come riferimento alcuni oggetti di uso quotidiano, come bambole, macchinine, pennarelli e pupazzetti. Sono tutti elementi che fanno parte della quotidianità dei più piccoli, quindi aiutano ulteriormente a memorizzare i concetti di destra e sinistra. Ad esempio potremmo collocare a terra una bambola e chiedere ai bambini di collocare tutti i giochi da maschietto sulla destra e tutti quelli da femminuccia sulla sinistra. In alternativa, poggiamo a terra una bambola, una macchinina e un orsacchiotto. Chiediamo ai bambini se la bambola si trova a destra o sinistra rispetto alla macchinina. Faremo poi altrettanto con l'orsacchiotto. Si tratta di giochi che inizialmente risultano difficoltosi. Ma una volta appresa la differenza tra destra e sinistra, i bambini risponderanno gradualmente con maggior sicurezza. Ecco quindi illustrato dettagliatamente come spiegare la destra e la sinistra ai bambini mediante diversi esempi. Non resta che provare uno di questi metodi e vedere quale risulta più efficace. Buon divertimento!

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rendere l'apprendimento giocoso e divertente. Mai traumatizzare i bambini se sbagliano nelle risposte.
  • Scegliere oggetti che fanno parte della quotidianità dei bambini per rendere loro più immediato l'apprendimento di concetti astratti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come spiegare l'ecologia ai bambini

Il mondo dei bambini è sempre affascinante perché dominato dall'innocenza e dalla spensieratezza. Le problematiche che investono il nostro mondo appaiono ancora lontane da quella realtà giocosa e colorata. Eppure sta a noi adulti presentarle in modo...
Elementari e Medie

Come spiegare il ciclo delle stagioni ai bambini

La stagione è ciascuno dei periodi temporali e meteorologici in cui è suddiviso per convenzione l'anno solare. Come tutti sappiamo, le stagioni sono 4: primavera, estate, autunno e inverno.Secondo il linguaggio astronomico una stagione è l'intervallo...
Elementari e Medie

Come spiegare la teoria del Big Bang ai bambini

Il Big Bang è una delle teorie creazioniste della Terra. Secondo questa teoria, l'Universo ha avuto inizio per la compressione e successiva dilatazione di corpi gassosi, che hanno generato una grande esplosione, un po' come accade se scuotiamo e sbattiamo...
Elementari e Medie

Come spiegare la creazione del mondo ai bambini

Tra le domande che prima o poi vi faranno i vostri bambini c'è senza dubbio la fatidica ''Come è nato il mondo e chi lo ha creato?'' Che siate credenti o meno, una risposta scientifica la dovrete dare. All'interno della presente guida proveremo a comprendere,...
Elementari e Medie

Come spiegare la decina ai bambini

Se abbiamo dei bambini piccoli che magari sono prossimi a frequentare la scuola dell'obbligo, possiamo insegnargli alcuni fondamentali principi della matematica. Nello specifico si tratta di spiegare loro, come calcolare la decina in modo semplice e di...
Elementari e Medie

Come spiegare ai bambini i numeri pari e dispari

È abbastanza comune, sia tra gli adulti che tra i bambini, trovare persone che non hanno mai gradito la matematica e che asseriscono di aver incontrato notevoli difficoltà durante il suo studio. Alcuni giustificano l'avversione con una maggiore predisposizione...
Elementari e Medie

Come spiegare la nascita della terra ai bambini

Uno dei capitoli maggiormente importanti nella cultura generale dei bambini è spiegare come si è realizzata la terra, ed anche quale è stata la sua origine. I bambini, come è ben noto, sono spesso parecchio curiosi e pongono agli adulti domande a...
Elementari e Medie

Come spiegare le addizioni in colonna

Imparare l'aritmetica è un passo fondamentale nell'istruzione per i ragazzi, specie per quelli che frequentano ancora le scuole primarie. La comprensione di regole ed algoritmi, sebbene semplicissime col senno di poi, però è molto complicato per essi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.