Come spiegare la destra e la sinistra ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I bambini fanno continue scoperte ed incamerano nuove informazioni. Solitamente, in età scolare ma anche pre-scolare effettuano ulteriori passi avanti verso la crescita. Imparano infatti a distinguere la destra dalla sinistra. Non sempre la nozione viene colta in pieno, e ciò potrebbe comportare non poca confusione. In effetti, i piccoli osservando le proprie mani, le vedono praticamente identiche. L'unica differenza è la specularità. Per loro, però, il significato non è così ovvio. Pertanto, per spiegare il concetto dovrai trovare degli stimoli, anche visivi. Padroneggiare la differenza tra destra e sinistra li aiuterà in futuro in altre abilità, come l'orientamento e la geometria. Per questa ardua impresa potrai ricorrere a sistemi specifici e divertenti. Vediamone qualcuno insieme.

27

Occorrente

  • Pazienza e tanta buona volontà
  • Accessori vari
  • Giochi
  • Schede scaricabili da internet
37

Ogni bambino apprende in modalità e tempi differenti. Pertanto, bisogna stimolare la parte cognitiva con strumenti adeguati. Che tu sia un insegnante, un genitore o un educatore dovrai calarti nei panni dei bambini. Dovrai utilizzare strumenti e metodi efficaci di apprendimento. A tal proposito, ripeti le parole "destra e sinistra" fino all'esaurimento, un po' come per "mamma e papà". Il bambino, con il tempo, assocerà la parola alla soluzione corretta. Mentre giochi, fai domande mirate. Chiedi, ad esempio, con quale mano sta raccogliendo la pallina. Oppure, in quale mano si trova il giocattolo. I bambini, risponderanno senza dubbio "questa". Qui, dovrai prendere le redini e correggerli con il nome della mano.

47

Un ulteriore ed efficace metodo per spiegare la destra e la sinistra ai bambini consiste nell'aggiungere dei particolari alle mani. Potrai sbizzarrirti con guanti colorati, braccialetti, tatuaggi removibili, un orologio e persino sfruttare una piccola cicatrice. Gli stimoli visivi aiutano moltissimo nella memorizzazione. Quindi, anche in questo caso, chiedi in quale mano si trova l'accessorio tra la destra e la sinistra. Dopo qualche esitazione iniziale, il continuo esercizio premierà la tua costanza. In alternativa, potrai sfruttare anche delle schede specifiche per bambini della scuola primaria, facilmente scaricabili anche da internet.

Continua la lettura
57

Non traumatizzare mai i bambini al loro primo insuccesso. Inoltre, non scoraggiarti se non riesci ai primi tentativi. Il concetto di specularità non è semplice da spiegare. Per i più piccoli non è facile neppure da apprendere. Potranno padroneggiare la differenza tra destra e sinistra verso i 7 e gli 8 anni. Tieni conto che molto spesso anche da adulti si tentenna. Alcuni fanno ancora confusione, ma non perché non sappiano la differenza. La forza dell'abitudine, la troppa sicurezza o un momento di sovrappensiero può indurre all'errore. Quindi, armati di tanta pazienza e perseveranza. Il tuo lavoro non sarà mai vano.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rendere l'apprendimento giocoso e divertente. Mai traumatizzare i bambini
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
Elementari e Medie

Come spiegare la creazione del mondo ai bambini

Tra le domande che prima o poi vi faranno i vostri bambini c'è senza dubbio la fatidica ''Come è nato il mondo e chi lo ha creato?'' Che siate credenti o meno, una risposta scientifica la dovrete dare. All'interno della presente guida proveremo a comprendere,...
Elementari e Medie

Come spiegare la decina ai bambini

Se abbiamo dei bambini piccoli che magari sono prossimi a frequentare la scuola dell'obbligo, possiamo insegnargli alcuni fondamentali principi della matematica. Nello specifico si tratta di spiegare loro, come calcolare la decina in modo semplice e di...
Elementari e Medie

Come spiegare ai bambini i numeri pari e dispari

È abbastanza comune, sia tra gli adulti che tra i bambini, trovare persone che non hanno mai gradito la matematica e che asseriscono di aver incontrato notevoli difficoltà durante il suo studio. Alcuni giustificano l'avversione con una maggiore predisposizione...
Elementari e Medie

Come spiegare la nascita della terra ai bambini

Uno dei capitoli maggiormente importanti nella cultura generale dei bambini è spiegare come si è realizzata la terra, ed anche quale è stata la sua origine. I bambini, come è ben noto, sono spesso parecchio curiosi e pongono agli adulti domande a...
Elementari e Medie

Come spiegare la teoria del Big Bang ai bambini

Il Big Bang è una delle teorie creazioniste della Terra. Secondo questa teoria, l'Universo ha avuto inizio per la compressione e successiva dilatazione di corpi gassosi, che hanno generato una grande esplosione, un po' come accade se scuotiamo e sbattiamo...
Elementari e Medie

Come spiegare le addizioni in colonna

La matematica sarà il tema centrale della guida che seguirà. Una matematica elementare, in quanto proveremo a spiegare ai bambini come fare le addizioni in colonna. La procedura, come sappiamo, è davvero molto semplice, ma va compresa immediatamente,...
Elementari e Medie

Come spiegare le equivalenze

Per la maggior parte dei bambini e dei ragazzi la matematica è una delle materie scolastiche più difficili e spesso risulta, di conseguenza, odiata. Il motivo non è tanto la complessità degli argomenti, ma l'astrattezza della materia stessa, che spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.