Come sperimentare la respirazione dei fiori

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il fiore è l'organo riproduttivo delle Angiosperme, nel quale si sviluppano i gametofiti, avviene la fecondazione e si sviluppa il seme. Il fiore deriva dalla differenziazione dell'apice di un rametto le cui foglie hanno perduto quasi sempre la capacità fotosintetica. Questa differenziazione, detta induzione fiorale o induzione antogena, avviene quando l'apice è ancora di dimensioni microscopiche all'interno della gemma, sotto lo stimolo di fattori ormonali e ambientali. L'induzione fiorale precede la fioritura vera e propria, secondo le specie, da poche settimane a circa un anno. Le piante hanno un ciclo vitale aplodiplonte caratterizzato dall'alternanza di una generazione gametofitica (aploide = 1n) e di una sporofitica (diploide = 2n). Le cellule madri delle spore (2n) subiscono meiosi originando individui aploidi detti gametofiti, in questi gametofiti vengono prodotti i gameti (n) che fondendosi danno vita ad uno sporofita (2n). I gametofiti femminili nelle Angiosperme sono costituiti da 8 cellule aploidi e prendono il nome di sacchi embrionali, quelli maschili (microspore 1n) da 3 e si chiamano granuli pollinici o microgametofiti. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come sperimentare la respirazione dei fiori.

25

Occorrente

  • Recipienti di vetro con tappo
  • fiammiferi
  • fiori
  • forbici
  • acqua di calce
  • tubicini
35

Per cominciare, sperimenta come le piante respirino, sottraendo ossigeno; a tale scopo, prendi un recipiente di vetro con tappo e inserisci dentro un fiammifero acceso, ti accorgi subito che il fiammifero continuerà a bruciare, poiché dentro vi è dell'ossigeno. Inserisci dentro il contenitore dei fiori, privi di foglie e tappa bene il tutto. In breve noterai che una volta tolto il tappo e inserendo nuovamente un fiammifero acceso, quest'ultimo stavolta si spegnerà subito.

45

Il fiammifero acceso, introdotto dentro il recipiente con i fiori, si spegne subito, in quanto data la presenza dei fiori da te introdotti in precedenza, la combustione non si verifica, i fiori infatti hanno sottratto l'ossigeno presente nel recipiente. Quindi i fiori respirano ed emettono anidride carbonica. Per verificare questo, devi inserire un po' di fiori dentro una boccia con due tubi, uno dei quali devi collegarlo ad un altro contenitore avente al suo interno dell' acqua di calce.

Continua la lettura
55

Dopo qualche minuto, in base al quantitativo di fiori inseriti e alla grandezza del recipiente che usi per il tuo esperimento, noterai che l'acqua di calce contenuta nell'altro recipiente, diventerà presto torbida, perché i fiorellini posti nella boccia, durante il processo di respirazione, produrranno dell'anidride carbonica, che viene quindi trasmessa alla bottiglia con acqua di calce ad essi collegata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Ricreare La Traspirazione E La Respirazione Delle Piante

La traspirazione è il fenomeno con il quale la foglia perde acqua sotto forma di vapore. L' acqua viene assorbita dalle radici per osmosi. La foglia è paragonabile a un laboratorio chimico: in essa infatti si svolgono funzioni quali la fotosintesi clorofilliana,...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come fare un progetto di laboratorio multimediale

Cominciamo introducendo questa breve guida che, come abbiamo indicato nel titolo, si occuperà di spiegarvi, nei tre passi che la comporranno, come fare un progetto di laboratorio multimediale. Questa è una tematica che ritengo possa essere molto interessante,...
Elementari e Medie

Come avviene l'impollinazione

La primavera porta con sé la rinascita di molte piante. I fiori sbocciano e gli insetti fanno la loro comparsa per avviare l'impollinazione. Quest'ultima è un processo che consiste nel trasferimento di una quantità di polline dalle antere del fiore...
Elementari e Medie

Come Osservare La Composizione Dell'Acqua

L'acqua è uno degli elementi chimici più diffusi in tutta il nostro globo terrestre. Esso è unito fisicamente da due atomi di idrogeno ed uno di ossigeno. L'idrogeno è l'elemento chimico più diffuso in tutto l'universo. Difatti è presente addirittura...
Elementari e Medie

Le 10 regole del metodo Montessori

Il metodo Montessori è il sistema educativo più famoso che esista e da oltre un secolo, milioni di bambini lo hanno seguito in oltre 20.000 scuole. Secondo Maria Montessori, il bambino è in grado di sviluppare energie creative e come tale, bisogna...
Elementari e Medie

La proprietà commutativa della moltiplicazione

In questa guida pratica e semplicissima che stiamo per proporre, vogliamo proporre il metodo per impare meglio la proprietà commutativa della moltiplicazione. In parole povere, non importa in che modo vengono ordinati i numeri da moltiplicare, il risultato...
Elementari e Medie

Scienze: differenze tra cellula procariote ed eucariote

Le cellule sono quelle piccole componenti che vanno a conformare la struttura di molti organismi viventi. Grazie alla citologia, una branca della biologia che studia la cellula ed il suo processo biologico, è possibile classificare diverse tipologie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.