Come Sintetizzare Il Cloruro Di T-butile

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei metodi più seguiti per sintetizzare gli alogenuri alchilici prevede la sostituzione del gruppo ossidrilico (OH) di un alcol con un alogeno. L'alcol reagisce con un acido alogenidrico formando, appunto, l'acido alogenidrico e acqua. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a sintetizzare correttamente il cloruro di t-butile. Il procedimento di sintesi proposto indica come preparare il cloruro di t-butile partendo dall'alcol t-butilico: si tratta di una reazione veloce che avviene a temperatura ambiente.

26

Occorrente

  • Alcol t-butilico
  • Imbuto separatore da 125 mL
  • Acido cloridrico concentrato
  • Becher da 400 mL
  • Acqua distillata
  • Soluzione di bicarbonato al 5%
  • Beuta da 50 mL
  • Cloruro di calcio anidro
  • Occorrente per la distillazione semplice
  • Pallone da 50 mL
  • Cotone
  • Frammenti di ebollizione
36

Il primo passo da compiere è porre 10 g (14 ml) di alcol t-butilico nell'imbuto separatore da 125 mL. Proseguiamo aggiungendo 50 mL di acido cloridrico concentrato freddo (per raffreddare l'acido usiamo un bagno di ghiaccio). Agitiamo la miscela per circa un quarto d'ora. Effettuiamo l'estrazione avendo cura di scaricare ogni tanto la pressione che si genera internamente capovolgendo l'imbuto separatore e aprendo piano piano il rubinetto.

46

Facciamo riposare la miscela di reazione fin quando non notiamo, all'interno dell'imbuto, la formazione di due strati. A questo punto togliamo il tappo e scarichiamo lo strato inferiore nel becher da 400 mL. Il prodotto grezzo va poi lavato aggiungendo nell'imbuto 15 mL di acqua fredda. Agitiamo bene la miscela e raccogliamo tutta l'acqua di lavaggio nel becher da 400 mL. Tale operazione va ripetuta usando 15mL di soluzione di bicarbonato di sodio al 5% e poi nuovamente 15 mL di acqua.

Continua la lettura
56

È ora il momento di trasferire il prodotto grezzo (attraverso il collo dell'imbuto) nella beuta da 50 mL nella quale avremo posto in precedenza circa 2 g di cloruro di calcio anidro. Agitiamo con cura la beuta e lasciamo riposare per almeno un quarto d'ora. Mentre aspettiamo possiamo predisporre l'apparecchiatura per la distillazione che effettueremo subito dopo. Versiamo il prodotto nel pallone da 50 mL filtrando attraverso un batuffolo di cotone. Aggiungiamo nel pallone i frammenti di ebollizione e iniziamo a distillare. Raccogliamo la porzione che bolle tra 48 e 52 °C ponendola in un contenitore pesato precedentemente.

66

Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a sintetizzare correttamente il cloruro di t-butile. Per chi è alle prime armi con il mondo della chimica, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, riusciremo alla fine ad ottenere un risultato perfetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come realizzare l'elettrolisi del cloruro di stagno

L'elettrolisi è un procedimento tramite il quale si sviluppano de mutamenti chimici, grazie al contributo dell'energia elettrica. In tal modo questa si trasforma in energia chimica. Qui di seguito, in particolare, vedremo delle reazioni di "ossidoriduzione"....
Università e Master

Come preparare cellule competenti con cloruro di calcio

Rendere una cellula batterica competente significa rendere la sua membrana permeabile al fine di permettere l'ingresso di molecole di DNA al suo interno. È un metodo abbastanza semplice, ripetibile e che offre un'efficienza di trasformazione molto elevata....
Università e Master

Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alcol

Gli eteri sono dei composti costituiti da due gruppi alchilici legati insieme mediante un atomo di ossigeno. A temperatura e pressione ambiente, tendono ad essere più volatili degli alcoli perché a differenza di questi ultimi, non possono creare legami...
Università e Master

Come Sintetizzare Il M-nitrobenzoato Di Metile

La chimica è una delle materie più importanti per tutti coloro che decidono di intraprendere un percorso di studi scientifici, in particolare per gli studenti che frequentano l'istituto tecnico industriale oppure il liceo scientifico. Il M-nitrobenzoato...
Università e Master

Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alchene

Gli alcheni sono composti molto semplici. È grazie a loro che possiamo avere numerosi prodotti. Per ottenere un etere da un alchene bisogna effettuare una reazione abbastanza complessa, la cosiddetta alcossimercuriazione. Vediamo quindi insieme, nella...
Università e Master

Come Sintetizzare Il 3,3-dimetil-2-butanolo

In questo articolo, vogliamo offrire un valido aiuto, concreto e duraturo, a tutti quegli studenti che dovranno affrontare questo genere di argomento, durante l'anno scolastico, che stanno vivendo. Nello specifico cvercheremo d'imparare insieme come e...
Università e Master

come effettuare il t-test per gruppi indipendenti

Il t-test è uno dei più diffusi test statistici utilizzati per confrontare e relazionare fra di loro due gruppi di soggetti che si vogliono andare ad esaminare. Esso permette di verificare se il valore medio di una distribuziine si discosta significativamente...
Università e Master

Come sintetizzare l'acido acetilsalicilico

Sintetizzare l'acido Acetilsalicilico sappiamo bene che non è un'operazione facile e potremmo aver bisogno di aiuto nel farlo. Questo è ciò che si propone questa guida, infatti. Darvi degli aiuti e dei consigli per rendere quest'operazione nel modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.