Come si generano i Monsoni

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In inverno la Terra è più fredda del mare, quindi la densità e la pressione dell'aria sopra la superficie terrestre è più alta; di conseguenza, il vento scorre dalla Terra al mare. In estate, invece, la situazione si inverte, ovvero la Terra è più calda e l'aria ha una densità più bassa; pertanto il vento fluisce dal mare alla Terra. Questa tendenza provoca un'ampia variazione stagionale della direzione del vento, che prende il nome di monsone. I monsoni sono più evidenti nel Sud-Est dell'Asia e ciò è dovuto al fatto che in estate l'entroterra asiatico viene riscaldata dal Sole e la sua temperatura aumenta rapidamente, creando così una vasta zona di bassa pressione che porta l'aria sopra l'Oceano Indiano a fluire verso la Terra. Ma ora vediamo più ne dettaglio come si generano i Monsoni.

25

I monsoni estivi

Nei mesi primaverili la terra si scalda molto più velocemente dell’acqua, favorendo quindi la formazione di una zona di bassa pressione nelle terre asiatiche. A questo punto, le correnti d’aria che si trovano sull'oceano (che ha una temperatura minore rispetto alla terra) si muovono in direzione delle zone continentali, cariche di umidità. La conseguenza è la famosa “stagione delle piogge”, in cui si generano degli acquazzoni e delle tempeste turbolente e assidue. Il luogo più piovoso del mondo è sito proprio nel continente asiatico, in India. Si chiama Cherrapunjee, dove si formano circa 12 metri di pioggia ogni anno.

35

I monsoni invernali

Adesso esaminiamo invece i monsoni invernali, provenienti da Nord-Est. Con il sopraggiungere delle stagioni più fredde, le zone continentali cominciano a raffreddarsi, mentre l’oceano, essendo vicino all'Equatore, mantiene la sua temperatura invariata. A questo punto la circolazione atmosferica si capovolge: sulla terraferma si genera una zona di alta pressione e sul mare una zona di bassa pressione. I venti soffiano dalle zone continentali verso l’oceano, portando con sé aria gelida e secca. La conseguenza in questo caso è la “stagione della siccità”, dove le piogge sono quasi totalmente assenti.

Continua la lettura
45

Il clima monsonico

Il clima generato dai monsoni è detto clima monsonico, ed è molto diffuso presso il continente asiatico, in particolare in India e in Cina, dove gli abitanti hanno cercato di adattare ad esso qualsiasi attività economica e agricola.
E’ bene precisare che questo genere di clima non è diffuso solo presso il continente asiatico, ma possiamo trovarlo anche in altre zone terrestri, come per esempio la costa nord-occidentale dell’Australia, nel golfo di Guinea e nell'America Centrale.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La classificazione dei venti nel mondo

Nel mondo ci sono diverse tipologie di vento, le quali si possono classificare in funzione delle quattro categorie principali. I venti costanti soffiano in ogni momento dell'anno, sempre nella stessa direzione. I venti periodici si invertono di direzione...
Superiori

Geografia: il Tropico del Cancro

Quando sui libri di scuola studiamo la geografia astronomica, oltre a conoscere planimetrie dei vari continenti sia dal punto di vista fisico che politico, ci sono anche ampie delucidazioni in merito ad alcune caratteristiche morfologiche del pianeta....
Superiori

Come avvenivano gli antichi commerci nella storia

Il commercio o lo scambio più in generale di beni ha avuto nel corso della storia un'importanza fondamentale. Basti pensare all'impero romano fattosi grande appunto sui commerci e sulle guerre che il controllo di questi portava. Il commerciare ha permesso...
Superiori

Appunti di elettronica: il condensatore

Il condensatore è un elemento base di ogni circuito elettrico. Infatti, grazie alla sua capacità di assorbire, contenere o immagazzinare energia elettrica, esso può essere utilizzato per filtrare segnali elettrici di base o, in alternativa, per garantire...
Superiori

Appunti di fisica: le onde elettromagnetiche

La fisica, è una materia importante che contiene nozioni più o meno complicate. Per apprendere il linea generale l'argomento che riguarda le onde elettromagnetiche, cercheremo in questi steps di riassumervi questo particolare tema attraverso una sorta...
Superiori

Come determinare il segno di una una forma quadratica

Per gli studenti di facoltà scientifiche, le materie teoriche rappresentano spesso un ostacolo che sembra insormontabile. In particolare, una delle materie che più spaventa gli studenti è l'algebre lineare, spesso associata anche alla geometria. In...
Superiori

Come calcolare la sensibilità di una termocoppia

Nel campo della ricerca e in quello industriale, la termocoppia è lo strumento più utilizzato. È un sensore formato da due metalli differenti, uniti alle estremità da una saldatura, impiegato per misurare la temperatura. Vediamo nello specifico, come...
Superiori

Come calcolare la costante di equilibrio di una reazione

In questa guida vi illustrerò come calcolare la costante di equilibrio di una reazione, cioè il rapporto presente tra le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti.Infatti nel campo chimico, si definsce una reazione quel evento in cui uno o più reagenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.