Come si forma il condizionale in francese

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che questa nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario è la più insegnata dopo inglese e tedesco. Alcune associazioni di grande spessore come la NATO la usa come lingua ufficiale. Il francese fa parte della cerchia delle lingue romanze, e come tutti gli idiomi che appartengono a questa famiglia, ha varianti diverse a seconda della regione in cui ci troviamo, in particolare in passato vi era una divisione tra lingua d' Oc parlata nel nord della Francia e lingua d' Oil parlata nel sud del paese. La grammatica è complessa soprattutto nell' utilizzo dei verbi e nella loro coniugazione, quindi ora spiegheremo come costruire la forma condizionale in francese.

26

Utilizzo

Il condizionale in francese ha un doppio utilizzo: come tempo verbale e come modo. Nel primo caso l' impiego avviene per parlare di azioni future viste dal passato, nel secondo caso esprime l' incertezza sul fatto che alcuni avvenimenti accadano. Questo tempo verbale può esser utilizzato anche per formulare domande in modo cortese o per esprimere un desiderio. Il condizionale ha due tempi che sono presente e passato.

36

Condizionale presente

Per formare il condizionale presente bisogna fare un accorpamento tra due modi verbali diversi, infatti bisogna prendere la radice del futuro e aggiungere le desinenze dell' imperfetto. Sappiamo che i verbi in francese possono terminare in er, ir e in re in questi casi si parte dal futuro e si aggiungono le desinenze ais, ais, ait, ions, iez e aient. Per quanto riguarda i verbi essere e avere questi sono irregolari. Il condizionale presente del verbo essere è: serais, serais, serait, serions, seriez, seraient. Quello del verbo avere è: aurais, aurais, aurait, aurions, auriez, auraient. Logicamente bisogna ricordare le regole per formare il futuro dei verbi irregolari così da non aver problemi nella costruzione del condizionale.

Continua la lettura
46

Condizionale passato

Per quanto riguarda il condizionale passato la sua costruzione avviene mettendo l' ausiliare essere o avere al condizionale presente e il verbo che ci interessa al participio passato. Se dobbiamo costruire la frase in forma negativa, questa andrà dopo il soggetto comprendendo l' ausiluare ma non il verbo che dobbiamo utilizzare. La maggior parte dei verbi vuole come ausiliare il verbo avere ma quelli di moto pretendono il verbo essere. Anche nella costruzione del condizionale passato è fondamentale ricordarsi le regole per la formazione del participio passato.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
Lingue

Francese: i verbi modali

Come in ogni lingua che si rispetti anche nel francese troviamo i verbi modali (anche detti servili), ed in questa guida vi saranno presentati i principali. Nel caso non vi ricordiate bene quali siano i verbi modali questo link vi rinfrescherà la memoria....
Superiori

Grammatica: L'uso del condizionale

L'uso corretto dei tempi verbali e, più in generale, della grammatica italiana, è da considerarsi di fondamentale importanza per una comunicazione efficace, a prescindere dal contesto in cui questi vengono utilizzati: dagli articoli di giornale, alle...
Elementari e Medie

I verbi irregolari in francese

il francese come l'italiano presenta una grammatica abbastanza vasta e articolata, che serve a racchiudere la sintassi nel linguaggio sia scritto che orale. Nella grammatica francese sono presenti i nomi, i pronomi, le congiunzioni, i verbi e gli avverbi,...
Lingue

Tedesco: il Konjunktiv 2

Nella lingua tedesca, il Konjunktiv II, trova la sua corrispondenza in italiano nei seguenti modi verbali: congiuntivo e condizionale. Ecco spiegato perché, molto spesso, capiti ad un tedesco madrelingua che si cimenta con la lingua italiana, di fare...
Elementari e Medie

Grammatica: guida ai tempi dei verbi

La lingua italiana risulta essere una delle lingue più complesse (tra quelle che utilizzano l'alfabeto latino). Di certo, per comprendere perfettamente questa splendida lingua, la soluzione più adeguata sarebbe esattamente quella di rivolgervi ad un...
Elementari e Medie

Come fare per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso ci capita, anche involontariamente, di ascoltare i discorsi delle persone che incontriamo quando andiamo a fare la spesa, al pub e alla televisione. Non vi è mai capitato di pensare "ma come parla questa persona?". Personalmente l'ho pensato spesso...
Lingue

Francese: il futuro

Il Francese è una lingua "romanza" indoeuropea e viene parlato come lingua madre da 150 milioni di persone a cui se ne aggiungono altrettanti (e anche di più) che la utilizzano come lingua ufficiale al pari di un'altra. A parte ovviamente la Francia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.