Come si fa la proposizione soggettiva in spagnolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Una proposizione si dice soggettiva quando funge da soggetto al predicato della frase principale. Nella lingua italiana, di norma, si forma con un verbo o un costrutto impersonale. In spagnolo la regola non cambia di molto. Tuttavia, alcuni studenti possono riscontrare delle difficoltà nell'uso dei modi e dei tempi verbali. Questa guida chiarirà i tuoi dubbi. Ecco pertanto come si fa a costruire correttamente la proposizione soggettiva in spagnolo.

27

Occorrente

  • Testo di grammatica
  • Esercizi
37

In spagnolo, si riscontrano tre tipologie di proposizione soggettiva: di valutazione, di constatazione e di reazione. Nella prima, il costrutto si fa con il verbo ser (o estar o parecer) + l'aggettivo (o sostantivo) + que + verbo al congiuntivo. I più frequenti in una preposizione soggettiva di valutazione sono: bueno, estupendo, mejor, malo, terrible, horrible, justo, sorprendente, raro, lògico. Ecco qualche esempio di preposizione soggettiva. Es mejor que venga él conmigo (è meglio che venga lui con me). No està bien que él haga eso (non va bene che lui faccia questo). Parecìa raro que nadie quisiera venir al cine (sembrava strano che nessuno volesse venire al cinema).

47

In alcuni casi, in spagnolo, il verbo della proposizione soggettiva, viene accompagnato da un sostantivo. Assumerà di conseguenza un valore di valutazione. I più comuni sono: pena, làstima, casualidad, suerte, coincidencia, locura. Anche in questo caso, ecco qualche esempio: Es una làstima que no pueda salir de casa (è un peccato che non possa uscire di casa).

Continua la lettura
57

Nella preposizione soggettiva di constatazione invece gli aggettivi indicano un giudizio evidente, obiettivo ed universale. Tra i più frequenti: evidente, cierto, indudable, sabido, demonstrado, claro. Il costrutto si fa con il verbo ser (o parecer o estar) + aggettivo di constatazione + que + verbo all'indicativo. Ad esempio: Es cierto que tienes razòn (è certo che tu abbia ragione). Se però la preposizione soggettiva è alla forma negativa, il verbo sarà al congiuntivo. Pertanto: No es seguro que él tenga razòn (non è sicuro che lui abbia ragione). Mentre in spagnolo si utilizza il verbo all'indicativo nella forma positiva, in italiano si impiega il congiuntivo.

67

La proposizione soggettiva di reazione, infine, indica una reazione emozionale, positiva o negativa. Tra le espressioni più frequenti: dar pena, gustar, encantar, fastidiar. Inoltre, dar miedo, dar verguenza, alegrar. Il costrutto si fa con il verbo di reazione + que + verbo al congiuntivo. Prima del verbo di reazione si trova spesso il complemento di termine. Per esempio: Me disgusta que tù hagas eso (non mi piace che tu faccia questo).

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere meglio il concetto eseguire più esercizi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come costruire le proposizioni causali in Latino

La proposizione causale rappresenta una subordinata che esprime la causa dell'azione della sua reggente. In latino questa deve essere necessariamente differenziata in due tipi: una è la proposizione causale oggettiva, mentre l'altra è quella soggettiva....
Superiori

Come tradurre le proposizioni infinitive in latino

In latino, l'infinito oltre ad essere un modo verbale, può fare da soggetto o da oggetto di un'intera proposizione, che, a seconda della sua funzione grammaticale, viene denominata "soggettiva" o "oggettiva". Queste proposizioni in latino vengono definite...
Superiori

Come Costruire Il Verbo Videor In Latino

Il latino è una lingua molto antica, diffusa su gran parte delle regioni mediterranee grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non viene più parlata, è considerata comunque molto importante nello studio della storia e dell'arte;...
Superiori

Come Comporre Una Proposizione Infinitiva In Latino

Uno dei costrutti più importanti da studiare per imparare al meglio la sintassi latina è sicuramente la proposizione infinitiva. Nelle proposizioni infinitive il predicato è costituito dal modo infinito. Una proposizione infinitiva può essere soggettiva...
Superiori

Come distinguere subordinate soggettive e oggettive in italiano

Uno degli errori più comuni nello svolgere l'analisi del periodo, in italiano, è la confusione tra due tipi di subordinate: soggettive e oggettive. Questo accade sia perché le due proposizioni hanno una struttura molto simile, sia perché vengono insegnate...
Superiori

Grammatica greca: il participio congiunto

Il greco è una delle materie più difficili per gli studenti del liceo. La grammatica appare spesso incomprensibile, perché complessa e molto diversa da quella italiana. Inoltre spesso la traduzione non è così automatica, ma occorre spesso interpretare...
Superiori

Come Costruire La Proposizione Completiva Volitiva In Latino

Il latino è la lingua madre degli italiani, difatti l'italiano deriva appunto dal latino; tuttora oggi, alcuni termini sono riportati nella nostra lingua. La grammatica è abbastanza complessa e presenta perlopiù gli stessi termini di quella italiana....
Superiori

Grammatica latina: la proposizione finale

Nello studio della grammatica latina, come in quella italiana, che da essa deriva, si debbono affrontare particolari aspetti della frase come le proposizioni. Esse possono essere di vario genere, ma qui ci concentreremo principalmente sulla proposizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.