Come Si Dicono I Numeri In Francese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Per tantissimo tempo, il francese ha rappresentato la lingua della "cultura" per eccellenza: infatti, era la lingua internazionale di riferimento prima di essere sostituita dall'inglese. Questa lingua ha una grammatica abbastanza impegnativa con molte strutture regolari e schematiche, ma ha anche numerose eccezioni come la rappresentazione lessicale dei numeri, che si rivela essere un po' complessa. A tal proposito, nei successivi passi di questa guida, spiegherò come si dicono i numeri in francese.

28

Occorrente

  • memoria
38

Imparare i numeri da 1 a 10 a memoria

Anzitutto, la difficoltà principale della traduzione dei numeri in francese sta nel fatto che non esiste una regola generale per codificarli, poiché esiste una serie di regole che bisogna applicare. Ad esempio le decine, a livello lessicale, non derivano direttamente dalle unità di base. I numeri da 1 a 10 devono essere imparati a memoria: un, deux, trois, quatre, cinq, six, sept, huit, neuf e dix. Per costruire i numeri francesi della seconda decina (da 11 a 20) bisogna attenersi a due regole. La prima si applica dall'11 al 16: all'unità di riferimento, bisogna aggiungere il suffisso "-ze".

48

Aggiungere il suffisso "-ze"

Ad esempio 11 si ricava da 1 (un) che si modifica in "on-", prima di aggiungere il suffisso "-ze" e si ottiene ottenendo "onze". Per tradurre il 12 in francese bisogna partire dall'unità base 2 (deux), si deve modificare in "dou" e poi aggiungere il suffisso, ottenendo così "douze". Si continua in questo modo per i numeri compresi tra 13 e 16. Mentre i numeri della seconda decina, cioè dal 17 al 19 bisogna scrivere "dix-" seguito dall'unità di base. Si ha quindi "dix-sept" (17), "dix-huit" (18), "dix-neuf" (19).

Continua la lettura
58

Modificare la base delle decine successive con il suffisso "ante"

Con un po' di pratica, i primi 20 numeri si imparano facilmente a memoria. Per la traduzione delle decine successive c'è una regola generale e tante eccezioni. La regola generale prevede l'unità di base modificata ed il suffisso "-ante" per le unità 4, 5 e 6. Ad esempio, 4 (quatre) si modifica in "quar-" e si aggiunge "ante", ricavando "quarante" (40). Così "cinqu-ante" (si aggiunge la "u" per la sonorità) e "soix-ante" (60); mentre venti (vingt) e trenta (trente) non seguono questa regola.

68

Utilizzare un insieme di numeri per l'80 ed il 90

Oltre a ciò, in francese, il numero 80 ed il numero 90 prevedono un lessema originale; si utilizza un insieme di numeri e si dice "4 volte 20", "quatre-vingts". Per ottenere 90 si deve fare 80 più 10 quindi si traduce con "quatre-vingt-dix". Qualcosa di simile succede con il 70: si dice "soixante-dix" (60 + 10), "soixante et onze" (60 + 11). Infine, tutti i i numeri che terminano in 1 (21, 31, 41...) vogliono la congiunzione "et" senza trattino contrariamente agli altri numeri.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come scoprire se due numeri sono amicabili

La matematica non è certo una delle materie più amate dagli studenti. Anzi, un recente sondaggio afferma come sia in fondo alle classifiche di gradimento. Ma la matematica ha un fascino molto particolare, che va capito prima di poter essere apprezzato....
Università e Master

Come dimostrare l'infinità dei numeri primi

Euclide fu il primo a dimostrare l’infinità dei numeri primi per la prima volta nella storia. Egli, infatti, dimostrò che non esiste il numero più grande di tutti, perché ne esisterà sempre uno più grande di un altro. Successivamente a questa...
Università e Master

Come trovare il massimo comun divisore tra due numeri con l'algoritmo di Euclide

La matematica è certamente una delle materie scolastiche che a tanti di noi ha dato le maggiori preoccupazioni; tuttavia, con un po' di pazienza e costante applicazione può rivelarsi meno complicata di quanto sembra e regalarci tante soddisfazioni....
Università e Master

Teorema dell'infinità dei numeri primi: dimostrazione

La matematica è da sempre la materia più complicata sia per i bambini delle scuole elementari, sia per gli studenti delle superiori e delle facoltà universitarie. Questa difficoltà è dovuta soprattutto al fatto che i concetti sono tutti collegati...
Università e Master

Appunti di sintassi francese

La sintassi francese può risultare ostica a prima vista, ma con un po' di pazienza, un vocabolario e di una valida grammatica è possibile apprendere facilmente le basi della sintassi di questa lingua. In questa semplicissima e pratica guida illustreremo...
Università e Master

Come Calcolare I Numeri Di Fibonacci

In matematica quella che viene definita la successione di Fibonacci, è una successione composta da numeri interi positivi, nella quale ciascun numero è l'esatta somma dei due precedenti. Quindi essa ha una definizione ricorsiva. Tale successione prendere...
Università e Master

Come calcolare rapidamente la media tra molti numeri

La matematica è una materia affascinante che permette di ottenere ottimi risultati anche se non si è dei veri e propri geni. Infatti sono molti i trucchi che non insegnano a scuola ma che permettono in poco tempo di arrivare al risultato di un operazione....
Università e Master

I numeri più strani della teoria delle stringhe

In fisica, la teoria delle stringhe ha completamente rivoluzionato il mondo scientifico grazie alle sue intuizioni innovative che sono ancora oggi oggetto di molteplici studi da parte di ricercatori in tutto il mondo. Il termine deriva dall'inglese "string"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.