Come si calcola la concentrazione di un acido

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Tra le varie materie che devono essere studiate a scuola o all'università quando si sceglie un indirizzo di tipo scientifico, sicuramente la chimica sta alla base di molte soluzioni e di molte teorie importanti da conoscere. La chimica che viene studiata a scuola, è abbastanza complessa e se non si capiscono determinati meccanismi e determinate teorie, ma molto spesso, non è facile risolvere dei calcoli chimici abbastanza complessi, come ad esempio il calcolo della concentrazione di un acido. Proprio in questa guida cercheremo di farvi capire in maniera più semplice possibile come si calcola proprio la concentrazione di un acido.

27

Occorrente

  • Testi su pH, molarità e normalità chimica.
37

Calcolare la concentrazione di un acido non è molto semplice, perché bisogna innanzitutto capire quale tipologia di acido si vuole calcolare e che tipo di soluzione o reazione chimica bisogna sperimentare. Per esempio per calcolare e conoscere la concentrazione dell'acido acetico all'interno di una soluzione qualsiasi, bisogna utilizzare un sistema abbastanza complesso come ad esempio la titolazione nella misurazione del pH. Per effettuare la titolazione è importante usare una base generica NaOH a con una concentrazione nota e attraverso l'aggiunta di un indicatore, è possibile arrivare al punto equivalente dove la concentrazione di H+ è completamente neutralizzata.

47

In questo caso la titolazione è un processo abbastanza complesso da capire per chi è alle prime armi, ma per farvi comprendere in maniera più semplificata o in maniera scolastica il calcolo di un acido, è importante fare degli esempi un po' più semplici. Se ad esempio si vuole calcolare la soluzione di un acido solforico al 53% in peso conoscendo la densità della soluzione che è di circa 1,45 g/ml, è possibile calcolare la molarità e la normalità. In questo caso si ha un vero e proprio calcolo di concentrazione dell'acido solforico, dove una soluzione appunto di acido solforico al 53% contiene in sostanza 53 g di acido solforico in circa 100 g di soluzione. Per esprimere la molarità, è necessario capire a quante moli corrispondono 53 g di acido solforico e a quanti litri corrispondono 100 g di soluzione.

Continua la lettura
57

In sostanza è necessario usare il valore di densità della soluzione, per ricavare il volume occupato da 100 g della soluzione stessa: V = m/d = 100 g/1,45 g/mL = 68,9 mL = 6,89×10-2 L. Per conoscere questo argomento in maniera specifica, è comunque senza dubbio indicato approfondire gli argomenti di molarità e normalità dal punto di vista chimico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiate i calcoli di concentrazione dal punto di vista chimico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come determinare l'analisi dei protidi grezzi con il metodo Kjeldhal

Il metodo Kjeldahl è un metodo analitico messo a punto dal chimico danese Johan Kjeldahl che permette di determinare il contenuto in azoto di sostanze organiche e inorganiche. Il campione (0,5-5 g) viene riscaldato tramite piastra riscaldante ad alta...
Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
Università e Master

Come Rilevare La Quantità Di Anidride Solforosa In Un Vino

Nella breve e seguente guida vi spiegherò rapidamente come rilevare la quantità di anidride solforosa in un vino. Si tratta di un'operazione da realizzare in pochi passaggi piuttosto rapidi per attestare il quantitativo esatto di questa sostanza all'interno...
Superiori

Chimica: come calcolare la normalità

La chimica è probabilmente una tra le materie più interessanti ma impegnative che gli studenti incontrano nel loro percorso scolastico. Tra i primi concetti che vengono imparati, dopo quelli fondamentali che riguardano gli atomi e le molecole, c'è...
Superiori

Come si calcolano le moli di ioni

La chimica è una materia che richiede molta tenacia e attenzione. È molto importante conoscere tutte le nozioni fondamentali per potere procedere con i vari esercizi. Se fatta bene e specialmente se viene spiegata in modo molto semplice, è possibile...
Superiori

Come calcolare la normalità dalla molarità

Il calcolo della normalità di una soluzione è fondamentale per venire a conoscenza del numero di equivalenti di soluto contenuto all'interno della stessa. In molti esercizi che vengono posti agli studenti viene richiesto di eseguire questa operazione...
Università e Master

Appunti di chimica analitica: titolazioni

APPUNTI DI CHIMICA ANALITICA: TITOLAZIONIUn metodo volumetrico è quello in cui si effettua l'analisi misurando il volume di una dissoluzione (soluzione valorante) di concentrazione esattamente conosciuta, necessario per reazionare completamente con la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.