Come si calcola l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per chi volesse cimentarsi negli iniziali e basilari studi di geometria, è fondamentale imparare teoremi e nozioni molto importanti che stanno alla base di tale materia. Il teorema di Pitagora per esempio, riesce a ricavare attraverso la sua formula specifica il calcolo delle misure del triangolo rettangolo. Per chi volesse approfondire l'argomento in linea generale, in questi steps vi spiegheremo in maniera più o meno sintetica, come si calcola l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa per chiarirvi un po' le idee sulla questione.

27

Occorrente

  • Libri specifici sull'argomento.
37

Innanzitutto per chi avesse delle curiosità di approfondire tale argomento in maniera più specifica studiando e verificando i diversi teoremi collegati a quello di Pitagora, è sempre consigliato leggere di testi o seguire delle lezioni di geometria che possono darvi delle delucidazioni sull'intero argomento. Una curiosità riguardo al teorema di Pitagora, è quella legata alle origini dello sviluppo di tale teorema. Si pensa infatti, che la nascita del teorema è avvenuta da parte di Pitagora, passeggiando su un pavimento di piastrelle uguali tra loro a forma di triangoli. Osservando la struttura di tali forme triangolari, Pitagora sviluppò dopo diverse osservazioni il teorema che con il tempo è diventato la base di alcune parti della geometria.

47

Il teorema di Pitagora, esprime in linea generale delle importanti relazioni tra i lati del triangolo rettangolo e permette in sostanza di ricavarne la misura di uno dei tre lati (ipotenusa o cateto) attraverso la conoscenza della misura degli altri due lati del triangolo. La formula specifica di tale teorema afferma che: "in un triangolo rettangolo il quadrato costruito sull'ipotenusa è equivalente alla somma delle aree costruite sui cateti". È importante specificare prima di tutto cosa sia la diagonale di un rettangolo per capire bene l'essenza del teorema.

Continua la lettura
57

La diagonale di un rettangolo, non è altro che l'ipotenusa dei due triangoli rettangoli che lo costruiscono. Conoscendo la misura dunque dei due cateti (lati), è possibile calcolare il lato obliquo (ipotenusa). Per ottenere la misura dell'ipotenusa, è dunque necessario fare questo calcolo: ricavare la radice quadrate della somma dei quadrati delle misure dei cateti. Supponendo che l'ipotenusa sia "i", il cateto minore "c" e il cateto maggiore "C", applicando il teorema a questi dati, si avrebbe: i^2 = c^2 + C^2 ovvero i=√(c^2 + C^2). La lunghezza dell'ipotenusa, corrisponde alla radice quadrata della somma delle aree dei quadrati costruiti sui cateti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondite l'argomento con testi e guide di geometria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Teorema di Pitagora: la spiegazione

In questo tutorial vi daremo la spiegazione del Teorema di Pitagora. Esso è uno dei primi teoremi di geometria che vengono studiati a scuola. Inoltre è parecchio utile per la risoluzione di tantissimi problemi. Questo teorema enuncia quanto segue: "In...
Superiori

Come applicare il teorema dei triangoli rettangoli

La matematica è una delle materie più odiate sia dai bambini che dai ragazzi. Il motivo principale di di tale rifiuto generalmente è dato dal fatto che tale materia viene insegnata nella maniera sbagliata, infatti la base della matematica è il ragionamento...
Superiori

Come dimostrare il teorema di Pitagora con un semplice disegno

Il teorema di Pitagora è sicuramente uno dei più noti teoremi della geometria, nonché uno dei più utili. Viene infatti utilizzato per risolvere i problemi più basilari così come quelli di grado avanzato. Il suo scopo è quello di fornire la dimostrazione...
Superiori

Come trovare l'ipotenusa del teorema di Euclide

La geometria analitica è un muro su cui spesso, sopratutto nell’età delle scuole medie e superiori, ci si imbatte rischiando di scontrarsi, e la risoluzione dei triangoli rettangoli ne è un esempio. Quando si parla di geometria la prima cosa che...
Superiori

Come calcolare i cateti avendo l'ipotenusa

La geometria piana, generalmente si occupa delle figure geometriche nel piano. Partendo da una retta infatti è possibile costruire i segmenti (ovvero delle porzioni finite di retta) e, con questi, i poligoni (unione di più segmenti). Nella guida che...
Superiori

Come calcolare le proiezioni di un triangolo rettangolo

La geometria è una materia piuttosto interessante ma complicata che ha bisogno di essere studiata a fondo e amata per essere imparata. Esistono moltissime figure che grazie alla geometria si possono imparare a disegnare, tra queste il triangolo rettangolo,...
Elementari e Medie

Come calcolare l'ipotenusa di un triangolo rettangolo isoscele

Tra le varie parti complesse della matematica e della geometria, vi è sicuramente il calcolo delle varie aree e delle varie figure geometriche che spesso, ci si ritrova a dover risolvere in materie complesse come la geometria o la matematica. Per chi...
Elementari e Medie

Come calcolare l'ipotenusa di un triangolo isoscele

La scuola è un luogo fondamentale per poter studiare, e comprendere al meglio le varie materie. Tra le varie materie scolastiche troviamo, l'italiano, la geografia, la storia, l'inglese, l'arte, diritto, l'economia aziendale, ma soprattutto la matematica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.