Come si calcola il modulo di una forza

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Una forza che agisce su un oggetto può causarne l'accelerazione. La relazione tra forza, massa e accelerazione è data dall'equazione: forza = massa × accelerazione.
La distanza di arresto di un'auto dipende da due fattori: distanza di pensiero e spazio di frenata. In condizioni di guida normali, la distanza di pensiero e di frenata dipende dalla velocità della vettura. A seguire sarà illustrato come si calcola il modulo di una forza.

27

Occorrente

  • Legge di Newton
  • Calcolatrice scientifica
  • Foglio a quadretti
  • Penna o matita
37

Calcolare l'accellerazione

Un oggetto può avere diverse forze che agiscono su di esso, che possono avere diversi punti di forza e direzioni ma possono essere sommati per dare la forza risultante. Questa è una singola forza che ha lo stesso effetto sull'oggetto di tutte le singole forze che agiscono insieme. Se la forza risultante è zero, un oggetto in movimento rimarrà alla stessa velocità. Se la forza risultante non è zero, un oggetto in movimento accelererà o rallenterà, a seconda della direzione della forza risultante: accelererà se la forza risultante è nella stessa direzione in cui si muove l'oggetto, mentre rallenterà se la forza risultante è nella direzione opposta. Si noti che l'oggetto potrebbe anche cambiare direzione, ad esempio quando la forza risultante agisce ad angolo. Calcolo dell'accelerazione: Forza = Massa x Accelerazione
Ecco un'equazione che riguarda l'accelerazione alla forza e alla massa: Forza = massa × accelerazione.

47

Applicare la prima legge di Newton

La forza è misurata in newton N; la massa è misurata in chilogrammi kg e l'accelerazione è misurata in metri al secondo al quadrato, m / s 2. Ad esempio, la forza necessaria per accelerare una massa di 10 kg di 5 m / s 2 è 10 × 5 = 50N. La stessa forza potrebbe accelerare una massa di 1 kg di 50 m / s 2 o una massa di 100 kg di 0,5 m / s 2. La prima legge del moto di Newton predice il comportamento degli oggetti per cui tutte le forze esistenti sono bilanciate. La prima legge afferma che gli oggetti con forze equilibrate che agiscono su di essi rimarranno a riposo, o in costante movimento. Newton ha scoperto che gli oggetti continueranno a fare ciò che stanno facendo fino a quando una rete, o forza non bilanciata agirà sull'oggetto. Da ciò possiamo determinare che: le forze agiscono sugli oggetti. Possiamo anche determinare che le forze che agiscono su un oggetto possono cambiare:
la forma dell'oggetto, la velocità e la direzione in cui si muove.

Continua la lettura
57

Calcolare l'energia guadagnata

La direzione dell'accelerazione dell'oggetto è la stessa della direzione della forza squilibrata, la grandezza dell'accelerazione dell'oggetto varia in proporzione diretta con la dimensione della forza squilibrata. Il lavoro svolto da una forza F che si muove attraverso una distanza d è dato da: W = Fd. Se la forza sta superando le forze di attrito, tutto o parte del lavoro svolto dalla forza viene convertita in energia termica. Il lavoro svolto dalla forza può anche essere convertito in energia cinetica o in energia potenziale dell'oggetto. Quando il lavoro viene convertito in diverse forme di energia, possiamo utilizzare la relazione lavorativa per calcolare l'energia guadagnata o persa e le relazioni energetiche per calcolare il lavoro svolto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si noti che l'oggetto potrebbe anche cambiare direzione, ad esempio quando la forza risultante agisce ad angolo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare il momento di una forza

In statica, i momenti sono gli effetti di una forza che provocano la rotazione. Nel calcolo di equilibrio, bisogna essere in grado di calcolare un momento per ogni forza, sul diagramma del corpo libero. Per determinare un momento di una forza, si utilizzano...
Superiori

Come trovare il modulo del vettore

All'interno di questa guida andremo a occuparci di vettori. Più specificatamente, l'argomento principale che toccheremo sarà il modulo del vettore. Come avrete già compreso leggendo il titolo di questa guida, andremo a spiegarvi come trovare il modulo...
Superiori

Come risolvere le disequazioni con il modulo

Prima di scrivere il procedimento per risolvere le disequazioni con il modulo è utile conoscere la definizione di quest'ultimo. Per modulo di un numero reale qualsiasi a si dice I a I modulo di a o valore assoluto di a il valore positivo o nullo di a...
Superiori

Fisica: rotazione e momento di una forza

In questo articolo, passo dopo passo, verranno spiegati sia la rotazione che il momento di una forza nell'ambito della fisica. Tale argomento, viene affrontato nelle lezioni scolastiche per ciò che riguarda lo studio della dinamica. È opportuno prima...
Superiori

Come si calcola il momento torcente

Per momento torcente si intende il movimento di una forza. È una grandezza inerente la Dinamica rotazionale e si può considerare come l'equivalente rotazionale del concetto di forza. Il movimento torcente è quella grandezza che coniuga l'intensità...
Superiori

Come risolvere l'integrale di un modulo

La matematica consiste in una disciplina non particolarmente amata da tutti quanti gli studenti. Le difficoltà che comporta, infatti, scoraggiano una gran parte di studenti. Sono molti, pertanto, coloro che si rifiutano di approfondirla e di comprenderla....
Superiori

Appunti di fisica: la forza

La fisica meccanica è quella particolare disciplina che studia le cause dei movimenti dei corpi andandole a ricercare negli equilibri tra le forze che vi agiscono. Questo è un concetto molto interessante poiché applicabile alla vita di tutti i giorni:...
Superiori

Come calcolare il modulo di resistenza di una sezione

Una qualsiasi struttura che non viene considerata un corpo rigido (ovvero indeformabile) se sottoposta a sollecitazioni tende a deformarsi. Tali deformazioni danno origine all'interno della struttura a delle reazioni elastiche denominate "tensioni interne",...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.