Come sfuggire ad una interrogazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Come tutti gli anni da metà settembre inizia l'anno scolastico e in tutta Italia prende nuovamente vita l'incubo delle interrogazioni. Nel corso del proprio percorso è capitato a tutti, almeno una vlta, di arrivare al momento dell' interrogazione poco preparati. In quei momenti è lecito chiedersi quale sia la via d'uscita migliore per svicolare dal pericolo imminente. Quella di sfuggire ad un interrogazione è infatti un' arte molto sottile, che richiede una certa pratica per non incappare in un brutto "impreparato" scritto in rosso sul libretto. Ci sono però molti metodi per ovviare al problema, alcuni piuttosto banali ed altri più furbi. In questa breve guida, quindi, vedremo come sfuggire ad una interrogazione in classe.

24

Non andare a scuola

Uno dei primi metodi di cui parliamo è il più classico, ovvero quello di non presentarsi a scuola il giorno dell'interrogazione. In questo caso, se i genitori non sono consenzienti e non si è maggiorenni, è possibile inventarsi una qualsiasi malattia. Uno dei metodi più utilizzati è sempre stato quello di surriscaldare il vecchio termometro al mercurio, mettendolo vicino ad una fonte di calore. Il male alla testa o alla pancia funzionano ma bisogna di avere accortezza nel non esagerare. Senza il consenso dei genitori si può organizzare una gita e poi falsificare la firma nella giustificazione, metodo molto diffuso ma con il quale si corre il rischio di essere scoperti presto, soprattutto se la vostra scuola fa ricorso al registro elettronico.

34

Uscire prima della fine delle lezioni

Il secondo metodo presuppone di uscire un'ora prima o entrare un'ora dopo della temuta interrogazione ma anche in questo caso sarà necessario coinvolgere genitori o nonni consenzienti, evitando il più possibile l'utilizzo di firme false. In un altro caso c'è la possibilità di farsi mandare in castigo proprio nell'ora suddetta magari facendo arrabbiare l'insegnante e guadagnandosi una sanzione disciplinare. Ci si può anche inventare un tremendo male di gola che ci priva della voce o un male di pancia che ci fa correre in bagno ogni cinque minuti nella speranza che il professore impietosito non ci chiami alla lavagna.

Continua la lettura
44

Dichiarare di non aver studiato

Si può scusarci di non avere potuto studiare per la morte di un parente o un infortunio di una persona cara, ma che succederà ai primi colloqui tra i genitori e gli insegnanti? Un altro modo è riuscire a trovare un amico che all'ora dell'interrogazione o poco prima telefoni alla scuola anonimamente, inventandosi una presunta bomba all'interno dell'istituto, non sarebbe la prima volta che succede che si evacui una scuola per falsi alarmi. Se si hanno compagni secchioni che sono preparati ad oltranza si può cercare di corromperli promettendo loro merende gratis o ricompense se si offrono volontari, ammesso che il docente li accetti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come affrontare un'interrogazione scolastica

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo è possibile prepararsi ad un'interrogazione scolastica. Questo tutorial infatti indicherà a tutti gli scolari il metodo giusto ed idoneo per affrontare al meglio un'interrogazione. Sappiamo che...
Superiori

Scuola: come eliminare l'ansia da interrogazione

Sicuramente andando a scuola avrai avuto almeno una volta ansia da interrogazione accompagnata da un tremolio o sudore. Questa guida ti mostra dei facili consigli che insegnano come eliminare l'ansia da interrogazione a scuola. Per eliminare l'ansia bisogna...
Superiori

10 consigli per l'interrogazione perfetta

Una delle cose che terrorizza di più un qualsiasi studente è l'interrogazione. Quanti studenti non sono andati a scuola per paura di prendere brutti voti a causa di un'interrogazione? Per superare questa paura, cercheremo di darvi 10 consigli utili...
Superiori

10 modi per rimandare un'interrogazione

Avete un'interrogazione, non siete preparati e siete costretti ad andare a scuola? Sicuramente in quei momenti pensate a delle scuse, quindi dei modi, per cercare di evitare e rimandare un'interrogazione, nella speranza che questo possa funzionare e che...
Superiori

Come affrontare un'interrogazione orale

L'interrogazione orale è uno dei momenti più temuti da migliaia di studenti, sia delle scuole medie e superiori che per gli universitari. Molti studenti, infatti, hanno difficoltà ad esporsi quando devono parlare in pubblico o quando si sentono sotto...
Superiori

Come affrontare brillantemente un'interrogazione

Il momento dell'interrogazione è sempre vissuto dagli studenti come un esame che va' ben oltre la normale vita scolastica. A molti di loro, anche se preparati, nel momento dell'interrogazione prevale l'insicurezza con conseguente ansia per la prestazione...
Superiori

Come prepararsi per un'interrogazione

Si sa, il terrore degli studenti è sempre quell'interrogazione a fine quadrimestre che fa stare in ansia fino all'ultimo giorno, soprattutto quando ci sono di mezzo insufficienze o più materie da recuperare. Come prepararsi nel modo migliore? Serve...
Superiori

5 tipi di studenti durante un'interrogazione

La maggior parte di noi ricorda i tempi della scuola con gioia ed anche con un po' di malinconia. Tra i banchi di scuola si stringono amicizie davvero importanti ed uniche. Alcune di queste proseguono anche dopo il termine degli studi, altre invece si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.