Come scrivere una relazione scolastica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se sei uno studente e a scuola ti hanno assegnato il difficile compito di scrivere una relazione scolastica su un argomento del quale avete discusso in classe, su un esperimento di fisica, su un documentario o sul tuo film preferito e quant'altro, ma non sai da dove partire, non c'è da preoccuparsi. Attraverso questa guida riuscirai a svolgere il tuo compito e scrivere una perfetta relazione in men che non si dica e soprattutto è adatta per ogni tipologia di argomento da trattare.

26

Occorrente

  • Internet
  • Libri
  • Documenti
  • Carta
  • Penna
36

Per poter scrivere di qualcosa è necessario documentarsi, acquisire informazioni e studiare l'argomento. Per questa fase è necessario non solo visitare siti Internet e leggere articoli di chi ne ha scritto prima di voi, ma è necessario anche leggere dei libri attinenti. Nel caso dovessi trattare di un film è necessario che lo guardi più volte, in modo che ti rimanga impresso e leggerne le diverse recensioni. Inizia con l'appuntarti delle parole chiave, ti consiglio di sceglierne da un minimo di 5 a un massimo di 10, per non rischiare che la tua relazione risulti troppo lunga.

46

Ora inizia a mettere in ordine queste parole poiché sono gli spunti che andranno a costituire lo scheletro della tua relazione, avrai creato così la tua scaletta. Questa va a indicare dei mini argomenti da sviluppare che trattano dell'argomento principale. Se in un primo momento non riesci a scrivere un'introduzione al testo, non preoccuparti e inizia con il descrivere le parole chiave in modo da ottenere brevi testi per ognuna. Ricorda di non essere ripetitivo e di non divagare troppo, rischieresti di essere fuori tema.

Continua la lettura
56

Una volta creati questi brevi testi, rendi omogeneo il tutto cercando, attraverso un linguaggio discorsivo, di collegarli e creare un unico testo. Fai attenzione all'uso della lingua italiana, qualora ne avessi bisogno usa il dizionario e ricordati della punteggiatura. A questo punto hai la parte centrale del tuo testo e dal momento in cui hai ora le idee chiare sul tema, puoi dedicarti alla parte introduttiva che andrà ad anticipare brevemente l'argomento, e la parte conclusiva nella quale potrai aggiungere le tue opinioni o ulteriori informazioni in modo da rendere completa la relazione.

66

La relazione è pronta, ma non dare nulla per scontato, rileggila più volte assicurandoti che non vi siano errori ortografici e che il testo stesso sia uniforme. Se ne hai la possibilità fallo leggere a una persona esterna, a volte il nostro giudizio non è obbiettivo. Se è tutto a posto, potrai dire di aver fatto un buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

10 regole per non sbagliare una scelta scolastica

La carriera scolastica dura molti anni, proseguendo poi con master universitari, dottorati e aggiornamenti per svolgere la professione. È vero che non si smette mai di studiare! Per questo motivo è importante intraprendere la strada giusta, fin dal...
Elementari e Medie

Come preparare i bambini alla gita scolastica

Uno dei momenti più felici per i bambini, durante il periodo scolastico, è la gita. Questo è un evento atteso sia per i genitori che per i bimbi. Per quanto riguarda i genitori, può essere anche un momento che può suscitare dei timori, perché magari...
Elementari e Medie

Come organizzare una recita scolastica

La recita scolastica è uno dei momenti più emozionanti per la vita di un genitore, che attende con ansia il momento in cui il proprio figlio pronuncia le battute provate e studiate. Riuscire a preparare e organizzare una recita scolastica, però, non...
Superiori

Come affrontare un'interrogazione scolastica

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo è possibile prepararsi ad un'interrogazione scolastica. Questo tutorial infatti indicherà a tutti gli scolari il metodo giusto ed idoneo per affrontare al meglio un'interrogazione. Sappiamo che...
Elementari e Medie

Come decorare un'aula scolastica

L'aula scolastica è il posto in cui uno studente passa buona parte della propria giornata. L'aula è un posto di apprendimento e di condivisione e sarebbe bello per gli studenti avere un'aula che sia ben decorata. Un'aula colorata renderebbe più vivaci...
Superiori

Come organizzare una gita scolastica nei luoghi manzoniani

Lo sappiamo in quanto ci siamo passati tutti: le gite scolastiche sono vissute come un momento di distacco dalla solita routine scolastica ma, in realtà, esse non devono essere prese esclusivamente con il classico spirito di distacco e di evasione, ma...
Elementari e Medie

Come prepararsi alla prima gita scolastica

Una delle emozioni più grandi per un bambino è sicuramente la prima gita scolastica, per stare con i propri amici, scoprire dei luoghi e delle cose di interesse storico, ma a casa i genitori possono entrare nel panico. La cronaca non è proprio dalla...
Elementari e Medie

Come Personalizzare L'Agendina Scolastica

In genere chi scrive lo fa per puntualizzare a sé stesso ciò che gli sta accadendo in quel determinato periodo della sua vita, ponendo l'attenzione solamente sul presente. Solitamente all'inizio di una pagina viene scritta la data in cui si scrive inoltre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.