Come scrivere una relazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si è uno studente a volte può capitare di dover scrivere una relazione da consegnare al proprio professore ma di non sapere esattamente come fare. Si tratta di un compito non troppo complesso da eseguire: basta infatti solamente seguire alcuni fondamentali accorgimenti. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come scrivere una relazione.

26

Occorrente

  • Carta e penna
  • L'aiuto di un professore
  • Fonti di approfondimento
36

Capire di cosa si tratta

La prima cosa da fare per poter scrivere una buona relazione consiste sicuramente nel capire di che cosa si tratta. Generalmente una relazione è un resoconto in breve che riguarda un argomento ben specifico il quale deve essere descritto nella maniera più chiara ed esaustiva possibile. Effettuare questo lavoro potrebbe sembrare ad alcuni piuttosto complicato, specialmente se non si conosce l'argomento che deve essere presentato.

46

Chiedere al professore

Innanzitutto chiedete al vostro professore tutte le delucidazioni del caso, in modo tale da avere le idee chiare sul tipo di relazione che vi è stato richiesto. In caso prendete appunti, per aiutarvi durante lo svolgimento della relazione. Nonostante in genere la relazione venga assegnata dai professori su determinati argomenti, cercate se possibile di sceglierne di interessanti e piacevoli per voi. Scrivere di un argomento di vostro interesse non potrà che semplificarvi il lavoro. Qualora vi ritroviate ad avere problemi con la relazione che vi è stata assegnata, potreste chiedere al vostro professore di cambiarla. Per aiutarvi nella relazione ci sono tanti modi, oltre a rivolgervi ad un professore: potreste scambiarvi opinioni con altri compagni di classe, leggere dei libri, cercare delle notizie sul web. Ogni fonte, veritiera ed accessibile, può esservi d'aiuto nella stesura della relazione. Quando avrete raccolto tutte le notizie di cui necessitate potrete passare alla stesura.

Continua la lettura
56

Scrivere la relazione

Innanzitutto è opportuno fare una stesura in brutta copia della propria relazione, in modo da non avere problemi nel caso in cui dovrete effettuare delle modifiche. Cominciate quindi con una introduzione accattivante e capace di cogliere l'attenzione del lettore oppure del professore in questione. Successivamente dovrete premurarvi di scrivere il sommario, nel quale argomenterete le vostre tesi e scriverete le nozioni raccolte tramite le ricerche. In ultimo potrete concludere la vostra relazione senza esprimere alcun parere personale oppure aggiungendo qualche vostro pensiero.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Consigli per relazionarsi a un professore difficile

Frequentare la scuola, oltre a studiare, significa anche relazionarsi a più persone, in primis compagni di classe ed insegnanti. Con loro si trascorrono molte ore ed è fondamentale saper gestire i rapporti. In particolare è importante non attirare...
Università e Master

Le migliori frasi per ringraziare un professore per la tesi

La tesi di laurea, oltre a essere fondamentale per conseguire il dottorato, rappresenta spesso anche il cavallo di battaglia, la summa delle conoscenze acquisite dallo studente e rielaborate con un importante contributo attivo da parte sua. Durante la...
Superiori

5 modi per non farsi interrogare

Le interrogazioni rappresentano il momento più temuto da ogni studente. Quando il professore annuncia un'interrogazione imminente, sale la paura di essere lo sfortunato di turno. Nessuno può avere la certezza di sfuggire alle domande dell'interrogazione,...
Superiori

Come copiare nei compiti in classe

Ricordando con estrema nostalgia i tempi trascorsi tra i banchi scolastici, tutti abbiamo sicuramente vissuto l'esperienza di dovere a tutti i costi copiare dal compagno di banco o dal più bravo della classe perché impreparati sull'argomento da trattare....
Università e Master

Come scrivere un email ad un prof

Contattare un professore per delle informazioni può sembrare un'azione pratica, semplice e veloce ma non per uno studente al primo anno o comunque non abituato a scrivere direttamente ad un docente. Nel momento in cui dobbiamo scrivere un'email ad un...
Superiori

5 tipi di studenti durante un'interrogazione

La maggior parte di noi ricorda i tempi della scuola con gioia ed anche con un po' di malinconia. Tra i banchi di scuola si stringono amicizie davvero importanti ed uniche. Alcune di queste proseguono anche dopo il termine degli studi, altre invece si...
Elementari e Medie

Come evitare un compito in classe

Il compito in classe è, di solito, uno dei momenti più delicati per uno studente. Cresce ben presto la tensione e, con essa, anche la paura di non essere preparati e, quindi, di non farcela. Ma uno studente intelligente può anche escogitare un modo...
Università e Master

I 5 errori più comuni in un tesi di laurea

La tesi di laurea rappresenta la fase conclusiva del corso degli studi universitari. Tramite la tesi, infatti, si può dimostrare quanto una persona vale e che cosa ha appreso dopo anni ed anni di intensi studi. La tesi di laurea non indica soltanto un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.