Come scrivere un saggio comparativo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Eccoci qui, pronti per parlarvi di un argomento veramente importante che potrà servire tante ai giovani studenti, specialmente in vista degli esami che dovranno affrontare.
Cercheremo di capire come poter scrivere un saggio comparativo, nel migliore dei modi ed in maniera semplice e veloce. Il saggio comparativo è un tipo di scritto a cui si fa riferimento spesso in filosofia. Esso viene elaborato per fornire una comparazione tra due o più argomenti e per sottoscrivere un parere su di essi. Per mettere a confronto delle situazioni, degli oggetti o delle persone è necessario saperlo fare in maniera attinente e attenta. Vediamo insieme come si può scrivere un saggio comparativo.
Mettiamoci subito all'opera!
Buon divertimento a tutti voi!

28

Occorrente

  • saggio comparativo
38

Innanzitutto, bisogna esaminare bene la traccia e la domanda principale del saggio. Questo è fondamentale per non uscire fuori tema, per focalizzarsi subito sulle informazioni principali e per sviluppare il testo rientrando nei limiti della richiesta iniziale. È consigliato fare una lista e sottolineare le parole chiave del titolo cercando di evidenziare i dettagli da seguire per l'elaborato e i "paletti" entro i quali non fuoriuscire.

48

Il secondo passo consiste nella ricerca delle informazioni utili per lo sviluppo del tema preposto. Gli argomenti devono essere paragonati tra loro e questo significa che si devono avere davanti abbastanza informazioni sia per l'uno che per l'altro. Si devono fornire più dettagli rispetto a quelli richiesti esplicitamente, ma nello stesso tempo si devono approfondire pochi aspetti per non arrivare a trattarli tutti in maniera superficiale. Lo schema da seguire aiuterà proprio a far questo.

Continua la lettura
58

Il saggio deve essere predisposto secondo una struttura particolare. Il tutto deve essere suddiviso in paragrafi. Ogni dettaglio dovrebbe essere approfondito in uno di essi e solo al termine delle ricerche si potrà dare una struttura lineare ed omogenea allo scritto. Tutti i paragrafi possono essere messi in ordine in base all'idea che nel corso delle ricerche ci si è fatta. L'introduzione deve essere pensata per ultima per poter fare allo stesso tempo anche la conclusione, visto che si ha tutto il quadro completo. La parte iniziale dovrebbe iniziare con un'affermazione che stabilisca i tratti comuni tra i due soggetti e che, allo stesso tempo, ne stabilisca le differenze che si andranno ad analizzare.

68

Al termine del lavoro, si deve rileggere attentamente tutto quello che si è scritto. Così si potranno fare delle variazioni strutturali, delle correzioni ortografiche oppure delle semplici modifiche nel testo. Due letture sono essenziali per una buona revisione e, se non si è sicuri, si può chiedere anche a qualcuno di leggere il saggio comparativo per avere un'opinione in merito.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper comporre un saggio comparativo è veramente importante!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Utilizzare Il Comparativo Di Uguaglianza

Imposteremo la nostra breve guida con l'obiettivo di andare a spiegare a voi lettori come riuscire a utilizzare il comparativo di uguaglianza nella maniera esatta. Il comparativo è una funzione interna all'aggettivo, che va a specificarne la qualità....
Superiori

Come Formare Il Comparativo In Francese

Nella lingua francese, il comparativo di maggioranza (comparatifs de supériorité), di uguaglianza (égalité) o di minoranza (infériorité) generalmente viene introdotto nelle frasi per mettere a confronto due termini di paragone, i quali possono essere...
Lingue

Come realizzare il comparativo in tedesco

Tra le numerose lingue presenti al mondo, una delle più importanti da conoscere è sicuramente il tedesco. Si tratta di una lingua molto diffusa, che però è anche piuttosto difficile da imparare se non la si conosce bene. In tedesco infatti ci sono...
Superiori

Grammatica latina: come formare i gradi dell'aggettivo

In latino, così come in italiano, esistono 3 gradi dell'aggetto qualificativo. Il grado positivo è il grado base dell'aggettivo, in cui lo troviamo senza modificazioni. Il grado comparativo indica, come dice la parola stessa, la comparazione tra due...
Lingue

Grammatica francese: il comparativo

La costruzione grammaticale della lingua francese presenta diverse analogie con la grammatica italiana italiana (nonché con quella spagnola), a causa della radice latina che è comune. Sicuramente vi sono anche numerose e sostanziali differenze. Il comparativo,...
Elementari e Medie

Come utilizzare il comparativo di maggioranza in inglese

All'interno di questo articolo, per tutti gli appassionati della lingua inglese, sono presenti alcune indicazioni su come poter utilizzare il comparativo di maggioranza, proprio nella lingua anglosassone. Al giorno d'oggi, sono tanti coloro che decidono...
Superiori

Grammatica greca: i gradi dell'aggettivo

Il greco ha tre gradi dell'aggettivo, esattamente come l'italiano. Gli aggettivi qualificativi si possono trovare al grado positivo, che rappresenta la forma base, come ad esempio "bello". Il grado comparativo indica una comparazione con un secondo termine...
Superiori

Greco: comparativo e superlativo

Il greco moderno, neoellenico o neogreco, è l'ultimo stadio del processo evolutivo della lingua greca, attualmente parlata da circa 15,5 milioni di persone, soprattutto in Grecia e a Cipro. Convenzionalmente e in modo simbolico, si comincia a parlare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.