Come scrivere un racconto horror ambientato su una nave

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La scrittura rappresenta un mestiere davvero affascinante quando si coltiva la passione per i libri. Esistono diversi generi letterari ed ognuno ha le sue preferenze. Si ricordano ad esempio il thriller, il poliziesco, l'autobiografico e l'horror. Anche le ambientazioni possono risultare numerose. Tuttavia la decisione al riguardo è tutto fuorché semplice. Leggere tanto aiuta a scrivere bene qualunque genere letterario. Risulta dunque importante acquisire le giuste abilità dedicandosi alla lettura di svariati libri. Nel presente tutorial vedremo brevemente come scrivere un racconto horror ambientato su una nave.

27

Occorrente

  • Abilità nella scrittura
  • Passione per la lettura
  • Interesse verso il genere horror
  • Lettura di tanti libri horror
  • Capacità di inventiva
37

Determinare i caratteri dei personaggi

Anche quando si scrive un racconto horror bisogna pensare innanzitutto ai personaggi. Attorno ad ognuno di essi si andranno a conformare particolari caratteristiche funzionali ad una migliore comprensione della trama. Occorre dunque prestare molta attenzione a questa fase del lavoro. Scrivere un racconto horror presuppone l'esistenza di almeno un protagonista malvagio oppure coinvolto in qualche avvenimento paranormale o ricco di tensione. Non sempre prevedere molte uccisioni nel corso del racconto horror lo rende ottimale. A contare di più non è il numero degli assassinati, bensì la tecnica adoperata e la veridicità degli accadimenti che portano ai decessi.

47

Descrivere la scena in modo preciso e minuzioso

Un racconto horror ambientato su una nave consente di lavorare tanto sui particolari a livello descrittivo. La decisione riguardo questo particolare background narrativo richiede una grande capacità discorsiva. Si rivela pertanto necessario essere generosi con i dettagli relativi ai luoghi presenti sulla nave (come la prua, il ristorante o il casinò). Tuttavia non bisogna dilungarsi eccessivamente sulle narrazioni e rendere complicata la storia esposta. Descrivendo la scena con estrema minuzia e precisione, si fornisce un'idea più chiara al lettore. Quest'ultimo si ritroverà visivamente proiettato all'interno del luogo in cui viene ambientata la trama horror. La storia di paura narrata deve comunque prevedere sempre alcuni elementi fondamentali, come la presenza di sangue e l'apparizione improvvisa del criminale.

Continua la lettura
57

Scegliere un finale ad effetto

In ogni racconto horror di rispetto conta molto il colpo di scena finale, ovvero bisogna far scoprire un assassino fino a quel momento insospettabile. Dunque è preferibile disorientare il lettore con un epilogo completamente inaspettato. La conclusione ad effetto deve avere una finalità ben precisa, quella di lasciare sbigottiti i lettori e magari fargli pensare che la storia non termina in quel racconto. Questo perché bisogna lasciare immaginare al lettore come potrebbe essere il sequel. Così facendo egli verrà portato ad acquistare l'eventuale secondo libro horror, per vedere se aveva ragione.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come inventare una storia fantastica

Quello fantastico è un genere letterario che ci concede una moltitudine di libertà a livello narrativo. Il contenuto di un racconto di questo tipo può prevedere una serie di elementi irreali e paradossali che compongono una storia misteriosa e magica....
Elementari e Medie

Come scrivere in corsivo a scuola

Leggere e scrivere sono due abilità che da adulti si danno molto spesso per scontate, quasi fossero azioni naturali e spontanee. Tuttavia, ciò che si dimentica è la fatica che da bambini si compie per apprendere tali azioni, che vengono assimilate...
Elementari e Medie

Come iniziare a scrivere un diario

La scrittura di un diario è una forma narrativa dalle origini molto antiche. Basti pensare che già nel medioevo era diffusa, tra le popolazioni alfabetizzate, l'abitudine di registrare ogni piccolo evento autobiografico su libri denominati "libri di...
Elementari e Medie

5 regole per scrivere una giustificazione ai figli per la scuola

Vostro figlio non è andato a scuola e ora dovete scrivere una giustificazione? Ci sono delle regole da rispettare per questo. In primo luogo, le giustificazioni devono essere realistiche e soddisfacenti. Scrivere una giustificazione scolastica nella...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a scrivere un tema

I bambini hanno appena iniziato la scuola e devono ancora riprendere i giusti ritmi. Tra un po' inizieranno a fare i soliti compiti ed esercizi. Alcune cose riusciranno a farle con facilità, altre un po' meno. Tra le cose più difficili per i bambini...
Elementari e Medie

Come scrivere i ringraziamenti alle maestre a fine anno

La fine dell'anno scolastico è alle porte, e, anche se i ragazzi non vedono l'ora che arrivino le tanto sospirate vacanze estive, non si possono dimenticare gli insegnati che durante l'anno scolastico hanno impiegato tutte le loro energie e trasmesso...
Elementari e Medie

Come scrivere una trattazione sintetica di un argomento

Spesso, riuscire a scrivere la trattazione sintetica di un argomento, specialmente se si ha poco tempo a disposizione, può crea numerosi problemi agli studenti che, seguendo il tradizionale schema "introduzione-svolgimento-conclusione", rischiano di...
Elementari e Medie

Come scrivere una poesia sull'amicizia

L'amicizia è uno dei sentimenti più forti e nobili. Spesso in passato veniva decantata e romanzata, ma anche oggi molti hanno l'esigenza di fissare su carta questo sentimento. Scrivere una poesia non è semplice e tanto meno sull'amicizia, per cui nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.